Condividi su

26 dicembre 2014 • 18:00 • Scritto da Leotruman

I Migliori film del 2014 secondo ScreenWeek – La Top 10 di Leotruman

Prima delle Top 10 cinematografiche dei redattori di ScreenWeek.it. Inizia oggi Daniele-LeoTruman con la sua trasversale classifica, che attraversa tutti i generi cinematografici e ci ricorda alcune tra le più belle pellicole sbarcate in sala nel 2014:
Post Image
7

migliori film 2014_opt

Come al solito verso la fine di dicembre iniziamo a tirare le somme di un intero anno cinematografico con le classifiche dei redattori di ScreenWeek.it.

Un’annata molto particolare, con tanti film arrivati sul grande schermo, pochi capolavori ma ugualmente tante emozioni vissute. Le nostre classifiche di fine anno sono sono però necessariamente formate dai migliori film dell’anno: sono la rappresentazione del proprio gusto ed emotività, perché ci sono film che ci colpiscono direttamente al cuore senza se e senza ma, segnando non solo un anno di cinema ma anche la nostra vita.

LA MIA CLASSIFICA:

Runner-up) COLPA DELLE STELLE

Stavo per etichettarlo preventivamente come pellicole adatta ad un solo pubblico di teenager in crisi post-Twilight. Il film si è rivelato essere non solo un nuovo classico generazionale, ma anche una pellicola piacevole e intelligente per il pubblico adulto. Ben scritto e recitato, Colpa delle Stelle è un piccolo esempio di come si possano creare adattamenti commerciali di noti best-seller per tutti e non solo per i giovani fan, superando enormemente le mie aspettative della vigilia (bassissime). Costato 10 milioni di dollari, ne ha incassati oltre 300: meritati dal primo all’ultimo, e mi sembrava giusto almeno citarlo anche se non prenderà un posto d’onore sulla mia videoteca né ho iniziato a scrivere sulla Smemo citazioni del film…

edge-of-tomorrow recensioni

10) EDGE OF TOMORROW – SENZA DOMANI

Altro film che si dava già morto prima ancora di uscire nelle sale è stato Edge of Tomorrow, tra i migliori blockbuster fantascientifici visti negli ultimi anni. Un giocattolone vero e proprio a cui tutti i film del genere dovrebbero guardare e studiare con attenzione. Solida sceneggiatura, target e stile ben definito, progetto e percorso coerente, nella scrittura e nel suo tono, così come nel ritmo. Pop-corn movie realizzato alla perfezione, un grande esempio di intrattenimento intelligente. Molto contento del passaparola positivo avuto, che lo ha salvato da un flop che inspiegabilmente sembrava ormai certo. La carriera post-50 di Tom Cruise ringrazia sentitamente.

il capitale umano virzì nastri d'argento

9) IL CAPITALE UMANO

La miglior pellicola italiana degli ultimi 12 mesi (ci voleva anche abbastanza poco, diciamolo). Paolo Virzì si conferma uno dei più variegati cineasti del nostro panorama, e le sue opere non deludono mai. Il film corale ambientato in Brianza ha sorpreso e appassionato, e giustamente è stato selezionato per la corsa agli Oscar, anche se poi ne è stato escluso. Funzionano solo le commedie in Italia? Gli incassi de Il Capitale umano e Il Giovane Favoloso dimostrano che c’è spazio anche per altro… Speriamo i produttori possano sempre trovare spazio per film del genere tra le 150 commedie in arrivo ogni anno.

The-Lego-Movie-Videogame-all-Golden-Manuals

8) THE LEGO MOVIE

È meraviglioso! Forse il film con il maggior grado di divario tra apprezzamento in patria e nel nostro paese, Phil Lord e Chris Miller sfornano il loro ennesimo capolavoro contemporaneo dopo Piovono Polpette e la serie di 21 Jump Street. Terzo incasso del 2014 negli USA, da noi qualcuno lo ha confuso e scambiato per un semplice “film per bambini”, pericolosa sottospecie che nasconde tra le proprie fronde pellicole che spesso hanno da offrire molto più che ambiziosi film d’autore. Ho riso dal primo minuto all’ultimo, un overdose di divertimento e risate (da vedere e rivedere!).

Captain America The Winter Soldier blu-ray digital download

7) CAPTAIN AMERICA – THE WINTER SOLDIER

Nel capitolo “Film che si pensavano fossero belli e invece sono ancora più belli”, menzione d’onore a Captain America – The Winter Soldier, film che ancora una volta dimostra lo strapotere più che dei Marvel Studios delle menti al loro comando, Kevin Feige in primis, e della capacità di affidare ogni episodio del MCU alle perfetti mente creative. I fratelli Russo hanno sfornato a sorpresa un thriller mozzafiato che ha obbligatoriamente obbligato i detrattori del Cap (“È il più noioso degli Avengers… bla bla…”) a ricredersi e ad aspettare Civil War più che il ritorno del Messia.

peter-quill-guardiani-della-galassia

6) GUARDIANI DELLA GALASSIA

Nel capitolo “Film che si pensavano fossero belli e invece sono molto ma molto ma molto [molto x n]  più belli”, c’è spazio per un solo titolo: Guardiani della Galassia. James Gunn santo subito, ma soprattutto fate una statua d’oro a Kevin Feige, capace di staccare un assegno da più di 150 milioni di dollari nelle mani di un matto che nel suo curriculum aveva un reality show su ragazze che volevano recitare in film horror, e alcune pellicole che definire assurde è riduttivo. L’idea e la visione conta più di ogni cosa, e la fiducia in Gunn è stata tutto fuorché mal riposta, tanto da rischiare di togliere la palma a Whedon per il miglior cinecomic del MCU. Grazie inoltre per aver finalmente elevato Chris Pratt a posto che merita: Dio sceso in terra (bravissimo!!!).

xavier dolan mommy affiche_0_opt

5) MOMMY

Dolan è un genio, punto. Un “ragazzo” di 25 anni non può avere già alle spalle questo tipo di filmografia, è sconvolgente anche solo pensarci. Dopo il bellissimo Tom a la Ferme, il regista cresciuto a videoclip di MTV e Titanic sforna una delle più intense esperienze cinematografiche del 2014. Parlo di “esperienza”, perché Mommy è molto più che un semplice film: è qualcosa da vivere sul grande schermo e con un imponente sistema audio, a causa dei cambi del formato, dell’attenzione maniacale per suono e montaggio sonoro in relazione alle sfumature delle scene. Fate ancora a vederlo al cinema, correte perché in tv non sarà poi la stessa cosa.

the-wolf-of-wall-street-oscar

4) THE WOLF OF WALL STREET

Scorsese-Di Caprio: prenderò sempre tutto a scatola chiusa. Come possiamo non fidarci dopo l’ennesima grandissima pellicola sfornata dal maestro italo-americano e dal miglior attore della sua generazione? Ipertrofico, angosciante, ossessionante: Leo ha perso l’Oscar per un soffio, ma lo stesso film ne meritava almeno 4. Molto contento dei 12 milioni di euro incassati in Italia, nonostante il divieto VM14, la durata proibitiva e gli altri limiti a quanto pare solo apparenti.

godzilla sequel

3) GODZILLA

Se con blockbuster intendiamo film di puro intrattenimento, Godzilla è il miglior blockbuster dell’anno. Proprio come per Guardiani della Galassia, il successo è derivato in primis dall’aver dato fiducia alla giusta persona: Gareth Edwards in questo caso. Regia curatissima (in modo maniacale) dal primo minuto all’ultimo, Edwards è andato contro-corrente (e contro Transformers grazie al cielo) dosando e riducendo piuttosto che sfondandosi di steroidi. Godzilla ci fa riscoprire il gusto dell’attesa, del vedere-non vedere, del pop-corn movie anni ’90 di cui spesso si rimpiange la mancanza. Sarà un caso che gli è stato dato subito uno Star Wars da dirigere? Direi proprio di no… alla faccia dei detrattori (“Godzilla si vede poco… gne gne…“. Tra l’altro uno dei 3D più studiati e intelligenti visto da Avatar in poi.

gargantua interstellar

2) INTERSTELLAR

Personalmente considero Interstellar come una delle più grandi sorprese della storia del cinema. Diciamolo: da Nolan mi aspettavo un Inception fantascientifico, un giocattolone più o meno perfetto, pronto a soddisfare e a far sentire intelligente un pubblico anche di medio-bassa levatura culturale, che mostra gradualmente i suoi difetti con multiple visioni. Solo i film più rischiosi di Nolan (Memento, Insomnia e The Prestige) infatti reggono, mentre gli stessi Batman rimangono dei grandissimi film che però con il tempo mostrano uno scheletro dal sapore troppo artificioso: quello dell’intrattenimento ad orologio.

Cosa fa allora il regista inglese? Cambia completamente registro, non solo proponendo la sua opera più intima ed emotiva, realizzata con un taglio registico completamente inedito e spiazzante, ma allo stesso tempo realizza un vero e proprio viaggio coraggioso alla ricerca dell’ignoto, di noi stessi, con un cast perfetto, una colonna sonora da lacrime, ed effetti speciali vecchio stile integrati con una CGI mozzafiato. Una strada coraggiosa e quella presa da Nolan, speriamo continui a percorrerla anche in futuro in quella che è la seconda parte della sua carriera. Un film importante, un’Opera che rimane e rimarrà.

Gone-Girl-Ben-Affleck nudo

1) GONE GIRL – L’AMORE BUGIARDO

David Fincher ha molti talenti. Si dice sia un pazzo asociale ossessionato dal lavoro (ma tanto non siamo i suoi vicini di casa), ma tra tutte le sue qualità ne ha una essenziale che ha modellato la sua carriera: sa scegliere le giuste persone con le quali collaborare, in particolare gli autori delle storie che vuole trasporre e gli sceneggiatori chiamati a farlo. Gillian Flynn incarna entrambi i ruoli e ha aiutato Fincher passo passo nel realizzare la miglior pellicola dell’anno: l’adattamento del best-seller L’amore Bugiardo (Gone Girl).

Fincher, da sempre virtuoso della camera e dell’arte della regia stessa, questa volta con grandissima umiltà decide di fare un passo indietro, per evitare di distogliere il pubblico anche solo per uno dei 150 minuti della pellicola dall’incredibile storia di Nick ed Amy. Sembra quasi non ci sia, invece la sua anima la si coglie in ogni stacco, ogni scena, ogni interno, ogni sfumatura. È il miglior Fincher senza essere il solito Fincher. Hollywood, studia e ristudia tutto il processo produttivo di questo film e incidilo nella roccia per sapere come (e se) realizzare l’adattamento di un best-seller per un pubblico di soli adulti. Grazie per non aver rovinato lo splendido romanzo, grazie per averci appassionato sul grande schermo con uno dei migliori thriller di sempre.

E se vi state ancora lamentando del casting di Ben Affleck (intendo come Batman), certamente non avete letto il romanzo e non potete comprendere che Ben è la PERFETTA incarnazione di faccia-da-schiaffi Nick Dunne, e… più che i 150 cinecomic in arrivo fino al 2020 meritate solo le 150 commedie italiane di cui sopra!

SCRIVETE NEI COMMENTI LA VOSTRA PERSONALE CLASSIFICA DI FINE ANNO!

CONFRONTO CON LE ASPETTATIVE:

Sorprese22 Jump Street, Tartarughe Ninja, Scusate se Esisto, Robocop, Saving Mr. Banks

Le confermeAmerican Hustle, Nymphomaniac, Lei, Apes Revolution, Big Hero 6, Il Canto della Rivolta Pt. 1, Annabelle

Le delusioniX-Men Giorni di un Futuro Passato, Transformers 4 (aka la Morte del Cinema se Hollywood dovesse prenderlo come esempio per il futuro), Maleficent, 12 Anni Schiavo, Transcendence, Boyhood (bellissimo, ma è davvero un film?)

Questa è una delle nostre personali classifiche: scriveteci nei commenti la vostra! Seguite sui social network, in particolare Facebook e Twitter, l’hashtag #SWTop10 per rimanere aggiornati su tutte le nostre classifiche.

Condividi su

7 commenti a “I Migliori film del 2014 secondo ScreenWeek – La Top 10 di Leotruman

  1. 10. Under the skin
    9. La principessa splendente
    8. Il capitale umano
    7. Enemy
    6. Grand Budapest Hotel
    5. Gone Girl
    4. Inside Llewin Davis
    3. Mommy
    2. Nymphomaniac
    1. Wolf of wall street

    Il più sopravvalutato Boyhood e American Hustle a pari merito, La sorpresa Lo sciacallo, La delusione One on One, il più sottovalutato Storie pazzesche

  2. La mia top ten:
    10. Smetto quando voglio
    9. Captain America – The Winter Soldier
    8. The Wolf of Wall Street
    7. Dragon Trainer 2
    6. The Lego Movie
    5. The Grand Budapest Hotel
    4. Mommy
    3. Il sale della Terra
    2. Guardiani della Galassia
    1. Si alza il vento

    Mi mancano da vedere però Boyhood, Gone Girl e Big Hero 6

  3. Sfortunatamente non ho visto I Guardiani della Galassia e Snowpiercer, film potenziali da top ten, ma posso dire di essere molto soddisfatto di questo 2014 cinematografico. È stato soprattutto l’anno della fantascienza, ecco la mia top ten:

    1 – Interstellar
    2 – Edge of Tomorrow
    3 – Apes Revolution
    4 – Godzilla
    5 – Captain America: The Winter Soldier
    6 – Lone Survivor
    7 – Il grande match
    8 – The Expendables 3
    9 – The Raid 2
    10 – The Equalizer

  4. Cavolo The Raid 2 l’avevo proprio dimenticato… Capolavoro assoluto dell’action. Ed ora che ci penso ho dimenticato anche Welcome to New York…Cmq è stata un’ottima annata il 2014, soprattutto la prima parte

  5. @Varrell
    Si, l’ho inserito tuttavia più in basso perché in alcuni tratti è sorprendentemente noioso.. Le scene di azione sono fenomenali ma il ritmo del primo è lontano, capisco che Evans volesse fare un film più articolato ma questo strizzare l’occhio a Refn non mi è piaciuto… Ma va messo assolutamente nella top ten 🙂
    Tornando all’articolo non condivido Robocop tra le sorprese, più avanti scriverò un commento per dire la mia ma lo considero la più grande delusione dell’anno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *