L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

EXCL – Unbroken, incontro con Angelina Jolie e il cast a New York!

Di Valentina Torlaschi

Unbroken angelina jolie

ScreenWeek, da New York. Articolo a cura di Chiara Isabella Spagnoli Gabardi.

Un dramma dalle dimensioni epiche che è spettacolare a livello visivo e sconvolgente sul piano emotivo. Questo è Unbroken, il secondo film che vede Angelina Jolie nei panni di regista (il terzo se si considera anche il documentario A Place in Time) in cui la regista, come anche nelle sue precedenti esperienze dietro la macchina da presa, ha prediletto uno stile del cinema indipendente a quello Hollywoodiano nel raccontare una storia d’interesse sociale.

Trasposizione cinematografica del libro Sono ancora un uomo, Unbroken è una storia di resistenza e coraggio, scritta da Laura Hillenbrand e ispirata alla vera storia dell’atleta olimpionico Louis Zamperini. Il film è suddiviso in tre parti distinte. La prima è ambientata su un aereo dove Louis e il suo equipaggio vengono attaccati dalle forze nemiche giapponesi. In seguito ad un incidente aereo, Louis finisce in mare assieme a Mac e Phil, dove rimarranno per ben quarantasette giorni a patire la fame su dei gommoni di salvataggio. Mentre il terzo capitolo vedrà Louis trascorrere due anni in dei campi di concentramento giapponesi, preso di mira dallo spietato carceriere Watanabe.

angelina jolie

A vestire i panni di Louis Zamperini è il talentuoso irlandese Jack O’Connell, affiancato da Garrett Hedlund (John Fitzgerald), Finn Wittrock (Francis ‘Mac’ McManara) e Domnhall Gleeson (Russell Allen ‘Phil’ Philips). Sorprende la scelta della regista nello scritturare la rock star nipponica più amata del Sol Levante, Miyavi, per incarnare la sadica guardia del campo di concentramento giapponese, Mutsushiro Watanabe. Con altrettanta attenzione, Angelina Jolie ha scelto la squadra dietro la macchina da presa, coinvolgendo gli sceneggiatori Joel ed Ethan Coen, Richard LaGravenese, William Nicholson, nonché il direttore della fotografia Roger Deakins.

Unbroken Jack O'Connell foto dal film 4

ScreenWeek ha incontrato a New York Angelina Jolie, Jack O’Connell, Finn WittrockGarrett Hedlund e Miyavi che hanno raccontato la loro esperienza nella realizzazione di Unbroken. Ecco il nostro racconto.

Il film arriverà nelle sale statunitensi il giorno di Natale, e la Jolie ha espresso la sua soddisfazione nella data di distribuzione, affinché la storia dell’atleta italo-americano possa essere d’ispirazione sulla forza di volontà di un individuo in difficoltà:

Tutti noi ci svegliamo e ci informiamo su ciò che accade nel mondo e ci meravigliamo e ci sconvolgiamo. Abbiamo bisogno di poterci aggrappare a qualcosa che ci dia coraggio, e leggere il libro sulla vita di Louis mi ha profondamente toccato e appassionato. Mi sono resa conto di quanto fosse importante divulgare questa storia e sono felice che il film uscirà il giorno di Natale. Penso sia il momento giusto. Credo che sia molto importante per le nuove generazioni aver come riferimento degli uomini che avessero un senso così radicato della famiglia, dell’onore e del rispetto. Vorrei che i miei figli pensino agli uomini come Louis quando si sentono in difficoltà. Voglio che sappiano che posseggono una forza d’animo alla quale aggrapparsi, ognuno di noi ce l’ha. E non si tratta di essere perfetti, o dei santi, o degli eroi. Infatti Louis aveva diversi difetti, era molto umano, ma ha fatto delle scelte che l’hanno reso un grande uomo.

Unbroken Jack Oconnell Garrett Hedlund Foto Dal Set 1

La prova d’attore dei protagonisti emaciati dal digiuno e dal sole, dopo quasi sette settimane in alto mare è impressionate. Sullo schermo gli interpreti appaiono pelle ed ossa e usano la conferenza stampa per sdrammatizzare il patimento della fame sul set. Incomincia Finn Wittrock che racconta di come ha ricreato il personaggio di Francis ‘Mac’ McNamara:

È stato fantastico…poter mangiare quando le riprese erano finite. [Ride] C’è stata una grande attenzione da parte di tutti noi nell’incarnare questi personaggi. Nel momento in cui sei consapevole che costoro hanno vissuto realmente quell’esperienza ti senti insignito di un senso di responsabilità nel rendere giustizia alla loro storia. Abbiamo tenuto a mente questo pensiero quando eravamo in trincea e facevamo colazione con quattro mirtilli.”

Jack O’Connell ne approfitta per raccontare delle ripercussioni fisiche del collega Gleeson, date dall’eccessivo dimagrimento:

Domhnall aveva perso talmente tanto peso che il suo bulbo oculare aveva cambiato forma. Non riusciva più a mettersi le lenti a contatto che gli davano l’effetto di arrossamento. Non si attaccavano all’occhio per l’eccesso di disidratazione e gli cascavano.

Miyavi-Unbroken-Angelina-jolie-620x350

Ma l’attore al debutto è colui che ha sorpreso maggiormente. Takamasa Ishihara, in arte Miyavi, il cantautore-musicista-produttore discografico giapponese dalla faccia d’angelo più amata dalle tweens, nonché uomo dai forti valori morali, incarna con grande disinvoltura lo spietato aguzzino di Zamperini, e racconta:

Non ho mai avuta alcuna esperienza attoriale ed ero alquanto agitato. Soprattutto perché dovevo interpretare un personaggio così controverso proveniente dal paese dove sono nato e cresciuto. Ma Angelina mi ha spiegato che voleva fare qualcosa di significativo che creasse un ponte tra America, Giappone e i paesi che stanno attraversando un conflitto simile. Abitualmente non colpisco nulla se non le corde della mia chitarra. Quando mia moglie ha visto il film si è spaventata, questo è stato il suo complimento. Ho due figlie, una di quattro anni e l’altra di cinque, e credo sia troppo presto far vedere loro un film dove vedono il padre che urla, tortura e uccide. Ma sono contento di aver fatto un film così significativo per tutti, anche per il popolo del Giappone.

Infatti fin dalla fase di pre-produzione, nella stesura della sceneggiatura, Angelina Jolie, ha prestato grande attenzione ai temi universali che si sono intersecati alla vita di Zamperini, come lei stessa ha voluto ribadire:

Con gli sceneggiatori abbiamo cercato le tematiche della vita di Louis. I fratelli Coen mi hanno detto quando chiudi il libro sei pervaso da una sensazione che deve essere la stessa che il pubblico dovrà percepire uscendo dalla sala. Devo dire che la cosa eccezionale di Joel e Ethan è che il film avrebbe potuto molto facilmente cadere nel sentimentale, ma avevamo bisogno che fosse tagliente, schietto e che intrattenesse, e loro ci sono riusciti.

Indubbiamente la storia di Louis Zamperini coinvolge ancora oggi, dopo più di settanta anni, come tiene a chiosare Jack O’Connell che lo ha incarnato sul grande schermo:

È una storia universale senza tempo, e come ha detto Angelina all’inizio è triste che non ci sia più nessuno di quella generazione. Per questo motivo dovevamo a noi stessi e ancor di più a loro, che questa storia venisse raccontata. Tutto ha un prezzo ed è importante che le generazioni successive ne siano consapevoli.

Louis-Zamperini-film-Angelina-Jolie-Unbroken

Unbroken uscirà nelle sale americane il 25 dicembre 2014 e in Italia il 29 gennaio 2015 distribuito da Universal.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office Italia: The Conjuring e Crudelia guidano ancora la classifica 14 Giugno 2021 - 10:01

The Conjuring – Per ordine del Diavolo, il terzo capitolo della saga horror creata da James Wan, si aggiudica un altro weekend.

Black Widow – Natasha ha degli affari in sospeso nel nuovo spot 14 Giugno 2021 - 10:00

Natasha e la sua famiglia combattono Taskmaster nel nuovo spot di Black Widow, in arrivo il prossimo 7 luglio nelle sale italiane.

È morto Ned Beatty, attore di Superman e Un tranquillo weekend di paura 14 Giugno 2021 - 8:50

Ned Beatty, grande attore caratterista apparso in Un tranquillo weekend di paura, Quinto potere, Superman e molti altri film, si è spento a 83 anni.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.