L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Evangeline Lilly spiega perché l’Ant-Man di Edgar Wright non avrebbe fatto parte del MCU

Di Marlen Vazzoler

evangeline-lilly

Per ben due volte Evangeline Lilly è stata sul punto di lasciare la produzione di un film, la prima volta è successo con Lo Hobbit, la seconda con il film Marvel Ant-Man. In una lunghissima intervista con Buzzfeed, l’attrice racconta che inizialmente non era interessata a recitare il ruolo della protagonista femminile di Ant-Man, ma il regista Edgar Wright l’aveva convinta svelandone il nome dell’attore protagonista, Paul Rudd.

“Ho pensato ‘Oh merda. Amo Paul Rudd, voglio davvero lavorare con lui!’ Così gli ho fatto ‘Ok, mandami lo script. L’ho leggerò e proverò a pensarci’. E poi ho cominciato a vedere i film Marvel, che non avevo mai fatto prima. …Sono un po’ una snob quando si tratta di film – quelli commerciali, non vado mai a vederli. Sono stata piacevolmente sorpresa”.

A quel punto Lilly ha cominciato a leggere i fumetti di Ant-Man prima di accettare la parte.

“Ho pensato che l’idea di Edgar di unire le storie [di Hank e Pym] sia stata brillante. Avrai fan che insistono che devi raccontare la storia di Hank Pym e fan che vorranno quella di Scott Lang. …Penso che alla fine saremmo vicini nell’accontentare tutti. E quello che è davvero fantastico e che Janet Van Dyne è mia mamma. Hank Pym è mio padre. Sono stata cresciuta da due supereroi. Non sono una sfigata. Sono piuttosto intelligente, competente, capace, una donna tosta, è davvero fantastica”.

Ma a maggio il regista ha lasciato la produzione per divergenze creative. Lo script è stato riscritto e Paul Rudd ha contribuito a queste modifiche. L’attrice spiega che non aveva ancora firmato il contratto a differenza dei colleghi e che stava meditando di lasciare il film.

“[Sono rimasta] scioccata. E mortificata all’inizio. In realtà non dovrei dire mortificata, sapete un progetto creativo è un bersaglio mobile, non finisci mai dove inizi, ma tutti, penso, avevamo firmato davvero entusiasti con Edgar. Eravamo entusiasti di lavorare con Edgar, eravamo fan di Edgar. Così quando c’è stata la spaccatura, ero in una posizione fortunata perché non avevo ancora firmato il mio contratto. Così potevo scegliere di andarmene e l’ho quasi fatto. Perché ho pensato ‘Bé se è perché alla Marvel sono dei bulli, e vogliono solo un pupazzo e non qualcuno con una visione, non sono interessata ad essere in questo film’. Questo era quello che temevo”.

scott-lang-hank-pym-ant-man

La Lilly a quel punto ha chiesto di leggere il nuovo script prima di firmare, e racconta di averlo ottenuto il giorno prima della prova costumi.

“Ho detto che non farò le prove fino a quando non vedrò lo script”.

Ed ecco come l’attrice spiega la differenza tra le due versioni:

“Ho visto con i miei occhi che la Marvel aveva inserito lo script nel loro mondo. Voglio dire, hanno stabilito un universo, e tutti ormai si aspettano una determinata estetica e una determinata atmosfera nei film Marvel. E quello che Edgar stava creando era più sul genere di film di Edgar Wright. Erano molto diversi. E ho pensato se avessero creato l’incredibile visione di Edgar – che sarebbe stata come quella di un fumetto classico – sarebbe stato un tale tripudio da girare e sarebbe stato così divertente da guardare. Ma non avrebbe fatto parte dell’Universo Marvel. Sarebbe stato un pesce fuor d’acqua, non importa quanto fosse stato bello. Vi avrebbe portato via da questo universo coesivo che stanno cercando di creare, e perciò avrebbe rovinato la sospensione dell’incredulità che stanno costruendo”.

È poi seguito un incontro con il sostituto di Wright, Peyton Reed, andato molto bene, così alla fine Lilly ha deciso di firmare il suo contratto. Ora la decisione della Marvel e di Wright di interrompere il loro rapporto lavorativo ha finalmente un senso. Se stai costruendo un mondo coeso, non puoi avere qualcosa che si distacca completamente da tutto il resto. Pensiamo a Guardiani della Galassia, anche se riconosciamo lo stile di James Gunn, la pellicola mantiene le caratteristiche tipiche dei film del MCU. Nel caso di Wright invece, oltre alla mancanza dei collegamenti con il resto dell’universo Marvel, c’era una differenza anche nell’estetica e nell’atmosfera del film.
Certo, dopo il racconto della Lilly, rimane la curiosità di almeno leggere lo script di Wright, visto che ne parla in modo così entusiastico. Ma sembra che il film sia in buone mani con Peyton Reed, anche se la prova del nove l’avremmo solamente dopo aver visto la pellicola al cinema.

Interpretato da Paul Rudd (Scott Lang), Michael Douglas (Hank Pym), Corey Stoll, Patrick Wilson, Michael Pena ed Evangeline LillyAnt-Man uscirà nelle sale americane il 17 luglio 2015 e darà il via alla cosiddetta Fase 3 dell’universo cinematografico Marvel. Dietro la macchina da presa ci sarà Peyton Reed (Bring It On, The Break-Up, Yes Man), che ha preso il posto di Edgar Wright. Per maggiori informazioni sul film potete consultare le nostre News dal BlogQUI trovate la descrizione del trailer, mostrato durante l’edizione 2014 del Lucca Comics & Games.

Fonte buzzfeed


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Loki – Parte da qui il futuro del Marvel Cinematic Universe? 16 Giugno 2021 - 20:00

Il secondo episodio di Loki apre la strada a moltissime teorie: forse le basi della Fase 4 sono state appena gettate?

Gli amici delle vacanze: il film con John Cena dal 27 agosto su Disney+ | Star 16 Giugno 2021 - 19:57

A partire dal 27 agosto sarà disponibile su Disney+ nel nostro territorio il film Star Original Gli amici delle vacanze.

Bridgerton: ecco il titolo della première della stagione 2 16 Giugno 2021 - 19:30

"Capital R Rake". Sarà questo il titolo del primo episodio della seconda stagione di Bridgerton.

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.