L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Stephen King continua a non gradire Shining e odia anche il documentario Room 237

Di Filippo Magnifico

stephenking-copertina

Stephen King non ha mai gradito Shining, la pellicola diretta da Stanley Kubrick nel 1980 e ispirata al suo omonimo romanzo. Gran parte dei cinefili di tutto il mondo lo considera un vero e proprio capolavoro, un’opera fondamentale per quanto riguarda il genere horror (e non solo), ma non lui. Il motivo? Le molte differenze tra la storia del film e quella del libro. Una cosa che l’autore sottolineò ai tempi dell’uscita del film, ottenendo come risposta dal regista che anche il romanzo “non era poi un gran capolavoro”.

Il tempo non ha assolutamente placato questo malumore e, durante una recente intervista per Rolling Stone, King è tornato a parlare della questione, sottolineando tutto ciò che non va nell’opera di Kubrick:

Il libro è caldo, mentre il film è freddo. Il libro finisce con il fuoco, mentre il film finisce con il ghiaccio. Nel libro c’è una parentesi dove vediamo quest’uomo, Jack Torrance, che cerca di essere un bravo ragazzo, e poco alla volta raggiunge la follia. Quando ho visto il film il mio personale pensiero è stato che lui fosse pazzo dalla prima scena. Al tempo ho dovuto tenere la bocca chiusa. Era uno screening e Nicholson era presente. Ma ho sempre pensato a me ogni volta che lo vedevo sullo schermo: “Oh, io conosco quest’uomo. L’ho visto in cinque film sulle motociclette, dove interpreta lo stesso ruolo”. Poi è così misogino. Voglio dire, Wendy Torrance ci viene presentata come una misera figura urlante. Ma è una mia questione.

Stephen King non ha colto anche l’occasione per parlare di Room 237, il documentario che cerca di far luce sulle molteplici chiavi di lettura presenti nel film di Kubrick, dimostrandosi anche in questo caso particolarmente critico:

Ne ho visto circa metà, ma ad un certo punto ho perso la pazienza e ho dovuto toglierlo. Non ho mai avuto pazienza per le stronzate accademiche. Come dice Dylan: “Se dai alle persone un bel po’ ci forchette e coltelli, finiranno per tagliare qualcosa”. Ed è proprio quello che succede in quel film.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

TNT rinnova la serie Snowpiercer per una quarta stagione 29 Luglio 2021 - 21:30

La star Daveed Diggs ha annunciato il rinnovo dal set della stagione 3, le cui riprese si sono appena concluse

Brooklyn Nine-Nine: il trailer della stagione finale, in USA dal 12 agosto 29 Luglio 2021 - 21:00

"One last ride" per i poliziotti del 99° distretto di Brooklyn, che tornano con gli ultimi dieci episodi della serie

Breaking News a Yuba County, dal 9 agosto su Sky Cinema il film di Tate Taylor 29 Luglio 2021 - 20:30

Dal 9 agosto su Sky Cinema la black-comedy diretta da Tate Taylor Breaking News a Yuba County, con Allison Janney, Mila Kunis, Awkwafina e Regina Hall

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.