L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Sony lascia il biopic su Steve Jobs scritto da Aaron Sorkin

Di Valentina Torlaschi

sony-steve-jobs-universal-slice

[UPDATE: VARIETY CONFERMA CHE UNIVERSAL HA UFFICIALMENTE ACQUISITO I DIRITTI PER LA REALIZZAZIONE DEL FILM]

Del biopic dedicato al carismatico e geniale Steve Jobs scritto dal premo Oscar Aaron Sorkin si parla ormai da più di un anno e, nonostante ci sia molta curiosità e attesa intorno a questo progetto, la produzione si è rivelata sempre più complicata con l’abbandono prima del regista David Fincher e poi dell’attore Christian Bale. Dietro la macchina da presa è stato trovato come sostituto l’ottimo Danny Boyle mentre per il ruolo del protagonista la ricerca ha visto passare molti nomi tra cui DiCaprio, Ben Affleck, Matt Damon e, ultimo, Michael Fassbender.

Data la situazione particolarmente complicata, la Sony ha deciso di abbandonare la produzione del film. A riportarlo è Deadline dove si legge che Universal sarebbe però già pronta, in primissima linea, ad acquisirne i diritti per poi dare finalmente il via libera alla produzione il prima possibile. Speriamo: per ora sono notizie non-ufficiale. Vi faremo sapere.

Al momento nel cast è confermato solo Seth Rogen come Steve Wozniak mentre resta appunto da trovare il protagonista per la parte di Jobs. Sceneggiato, come già accennato, da testa di serie della scrittura filmica come Aaron Sorkin (premio Oscar per The Social Network), il biopic avrà una struttura particolare: ispirata alla biografia di Walter Isaacson, intitolata “Steve Jobs”, la storia non sarà un classico biopic che ripercorrerà la vita del protagonista dalla culla alla tomba quanto un affresco in tre lunghi capitoli. Il racconto sarà diviso in tre parti, tre lunghissime scene che racconteranno ognuna la presentazione di un prodotto di casa Apple: la prima riguarderà il Mac; la seconda la NeXT Computer; e la terza l’iPod. La pellicola sarà diretto da Danny Boyle, il regista inglese di cult come Trainspotting, poi premio Oscar per The Millionaire, al cinema l’ultima volta nel 2013 con il più deludente Trance.

Fonte: Deadline


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

American Crime Story: Impeachment | Monica Lewinsky nel poster della serie antologica 3 Agosto 2021 - 18:00

Beanie Feldstein nei panni di Monica Lewinsky nel primo poster di American Crime Story: Impeachment, terza stagione della serie antologica di Ryan Murphy

Crimes Of The Future: iniziate le riprese del nuovo film di David Cronenberg 3 Agosto 2021 - 17:15

Viggo Mortensen, Léa Seydoux e Kristen Stewart guidano il cast; le riprese si svolgeranno ad Atene fino a settembre

LEGO Star Wars: Racconti spaventosi dal 1° ottobre su Disney Plus 3 Agosto 2021 - 16:30

Questo ottobre arriverà su Disney+ lo speciale LEGO Star Wars: Racconti spaventosi, che ci porterà sul sul pianeta vulcanico Mustafar. Ecco il poster e i doppiatori

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.