L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Ridley Scott produrrà una miniserie basata su 3001: Odissea finale, il sequel di 2001

Di Lorenzo Pedrazzi

monolite-copertina

Ansiosa di riottenere la fiducia degli appassionati di fantascienza, Syfy volge lo sguardo alle declinazioni più “nobili” del genere, quelle che sfruttano la speculazione fantascientifica per riflettere sul destino dell’umanità. Non a caso, il network sta lavorando all’adattamento di Childhood’s End, basato sull’omonimo romanzo di Arthur C. Clarke (noto in Italia come Le guide del tramonto), ma lo scrittore inglese è alla base anche di un altro progetto televisivo: Syfy e Ridley Scott produrranno infatti una miniserie tratta da 3001: Odissea finale, ultimo capitolo della quadrilogia cominciata con il racconto La sentinella, poi evolutosi nel romanzo 2001: Odissea nello spazio (scritto da Clarke contemporaneamente al film di Stanley Kubrick).

Stuart Beattie (Pirati dei Caraibi, Collateral) coprirà il ruolo di sceneggiatore e produttore esecutivo della miniserie, la cui trama sarà innescata dal ritrovamento del cadavere congelato di Frank Poole, l’astronauta ucciso da HAL 9000 in 2001. Ecco la sinossi ufficiale:

Storia epica di un uomo perduto nel tempo, l’Odissea finale di Arthur C. Clarke conclude il racconto cominciato in 2001: Odissea nello spazio. Prendendo avvio dalla scoperta del corpo congelato di Frank Poole che fluttua nel vuoto cosmico, 3001: Odissea finale presenta una straordinaria gamma di personaggi complessi che celano obiettivi spesso conflittuali, incredibili soluzioni visive e oscure meditazioni sul destino ultimo dell’umanità.

Ridley Scott ha dichiarato quanto segue:

Sono sempre stato un fan della straordinaria serie di Clarke, e certamente della trasposizione di Kubrick di 2001. Sono entusiasta di avere l’opportunità di portare quel retaggio a un nuovo pubblico, continuando la grande tradizione cinematografica che queste storie e i loro creatori meritano.

Gli fa eco Dave Howe, presidente di Syfy:

Arthur C. Clarke è il padre della fantascienza moderna. Non potremmo essere più elettrizzati di lavorare con la Scott Free e Warner Horizon Television per portare sugli schermi, per la prima volta, il capitolo finale di questo stupefacente capolavoro.

Non è la prima volta che gli ultimi capitoli della quadrilogia ispirano un progetto di adattamento: nel 2000, la MGM e Tom Hanks cercarono infatti di trasporre sia 2061: Odissea tre sia lo stesso 3001: Odissea finale, ma l’idea fu abbandonata.

Fonte: Entertainment Weekly


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

TNT rinnova la serie Snowpiercer per una quarta stagione 29 Luglio 2021 - 21:30

La star Daveed Diggs ha annunciato il rinnovo dal set della stagione 3, le cui riprese si sono appena concluse

Brooklyn Nine-Nine: il trailer della stagione finale, in USA dal 12 agosto 29 Luglio 2021 - 21:00

"One last ride" per i poliziotti del 99° distretto di Brooklyn, che tornano con gli ultimi dieci episodi della serie

Breaking News a Yuba County, dal 9 agosto su Sky Cinema il film di Tate Taylor 29 Luglio 2021 - 20:30

Dal 9 agosto su Sky Cinema la black-comedy diretta da Tate Taylor Breaking News a Yuba County, con Allison Janney, Mila Kunis, Awkwafina e Regina Hall

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.