L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Inside Out, oggi vi presentiamo… Paura

Di Valentina Torlaschi

Inside out paura

La geniale Pixar è pronta a tornare al cinema con un nuovo film d’animazione che si preannuncia essere un piccolo gioiello e che ci porterà nel luogo più straordinario di tutti: la mente umana. La pellicola va sotto il titolo Inside Out, è diretto da Pete Docter (UP, Monsters & Co.) e si addentrerà nella testa di Elie, una bambina che sta affrontare un grande cambiamento (ossia cambiare casa e città) e che quindi dovrà riuscire a controllare i personaggi-emozioni (dalla Rabbia alla Gioia passando per la Tristezza) che abitano dentro di lei.

Dopo la blu Tristezza, la verde Disgusto e il rosso Rabbia, oggi vi presentiamo Paura di color viola. L’attore Bill Hader, che nella versione originale del film presta la propria voce a Paura, descrive così il suo personaggio:

È una sorta d’impiegato perennemente stressato. Ha sempre paura di perdere il suo lavoro, ma lui è il suo lavoro, dunque non accadrà mai.

Inside Out - Paura

Protagonista della storia è la piccola Riley che è ispirata a Elie, la figlia di Docter (che era già stata la principale ispirazione della giovane Ellie in UP). Nel film la giovane dovrà fare le prime esperienze con le sue emozioni: Gioia (Amy Poehler), Paura (Bill Hader), Rabbia (Lewis Black), Disgusto (Mindy Kaling) e Tristezza (Phyllis Smith). Ognuna di loro era associata ad un colore: giallo per la gioia, rosso per la rabbia, blu per la Tristezza.

Il nuovo film Disney•Pixar Inside Out, ci porterà nel posto più straordinario di tutti: la mente umana. Crescere può essere faticoso e così succede anche a Riley, che viene sradicata dalla sua vita nel Midwest per seguire il padre, trasferito per lavoro a San Francisco. Come tutti noi Riley è guidata dalle sue emozioni: Gioia, Paura, Rabbia, Disgusto e Tristezza. Le emozioni vivono nel centro di controllo che si trova all’interno della sua mente e da lì la guidano nella sua vita quotidiana. Mentre Riley e le sue emozioni cercano di adattarsi alla nuova vita a San Francisco, il centro di controllo è in subbuglio. Gioia, l’emozione principale di Riley, cerca di vedere il lato positivo delle cose ma le altre emozioni non sono d’accordo su come affrontare la vita in una nuova città, in una nuova casa e in una nuova scuola.

Inside Out farà il suo ingresso nelle sale americane il 19 giugno 2015, mentre da noi arriverà il 19 agosto 2015 distribuito da Disney. QUI il primo trailer. Per informazioni e curiosità, QUI la pagina Facebook ufficiale. #EmozionaMente #PixarIT


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

How I Met Your Father: Hulu ordina lo spin-off con Hilary Duff 21 Aprile 2021 - 21:55

Hilary Duff sarà la protagonista e uno dei produttori di How I Met Your Father la serie di dieci episodi ordinata da Hulu

Antoine Fuqua dirigerà un nuovo adattamento de La gatta sul tetto che scotta 21 Aprile 2021 - 21:15

Sarà ispirato al revival teatrale interpretato da un cast di attori afro-americani

The Conjuring – Per ordine del Diavolo: ecco le prime immagini, domani il trailer! 21 Aprile 2021 - 20:41

Domani vedremo il primo trailer di The Conjuring – Per ordine del Diavolo, il terzo capitolo della saga horror creata da James Wan. Intanto ecco le prime immagini.

Guerre fra Galassie (FantaDoc) 21 Aprile 2021 - 16:49

La storia dello Star Wars televisivo giapponese (ma con molti più calci volanti).

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.