L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Hunger Games, alla scoperta di tutti i personaggi de Il canto della rivolta – Parte 1

Hunger Games, alla scoperta di tutti i personaggi de Il canto della rivolta – Parte 1

Di Valentina Torlaschi

Hunger Games Canto della rivolta personaggi

Dimenticate le luci sfavillanti e le architetture imponenti di Capitol City. Dimenticate i costumi sfarzosi dei suoi abitanti e le scenografie barocche dei suoi programmi tv. Dimenticate l’arena e i giochi mortali. In un certo senso, dimenticate quello che sono stati i primi due capitoli di Hunger Games. Perché Il canto della rivolta – Parte 1 è un film molto diverso dai precedenti: ambientata per gran parte nel grigissimo Distretto 13, la storia ritrova la protagonista assoluta Katniss/Jennifer Lawrence che, dopo essersi salvata per la seconda volta dai giochi mortali organizzati da Capitol City, dovrà tornare a combattere. Ma non nell’Arena. Questa volta l’eroina dovrà guidare i ribelli in una vera e propria guerra totale contro il Presidente Snow, con tanto di aerei, bombardamenti, eserciti.

Un film molto diverso dai precedenti anche perché sono gli stessi personaggi ad essere profondamente cambiati, a cominciare da Peeta Mellark che, prigioniero a Capitol City, non si capisce se sia ormai un traditore o stia solo fingendo. Ma anche Gale sembra ora ancora più risoluto nel voler sconfiggere Snow mentre Effie, senza i suoi appariscenti e coloratissimi abiti e parrucche, si sente come senza identità nell’anonima tuta-divisa del Distretto 13. D’immediato impatto sono poi i volti nuovi della storia come la rigorosa e impassibile Presidentessa Coin (Julianne Moore) e la coraggiosa soldatessa dalla testa rasata Clessidra (Natalie Dormer). Di seguito la nostra guida per andare alla scoperta del cast di Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1 nei cinema dal 20 novembre.

I personaggi che tornano

• Katniss Everdeen (Jennifer Lawrence)

jennifer_lawrence_in_the_hunger_games_mockingjay_part_1-t2

Katniss non a mai voluto essere una leader, non ha mai voluto essere l’eroina di una rivoluzione, ma ora non ha scelta: per salvare Panem, per salvare Peeta e per salvare gli altri tributi catturati durante gli ultimi giochi, la ragazza di fuoco deve ora spiegare le ali ed trasformarsi definitivamente della Ghiandaia Imitatrice. Ovvero il simbolo della rivolta contro il Presidente Snow, l’immagine della speranza nel futuro. Jennifer Lawrence torna per la terza volta nei panni della protagonista che, soprattutto all’inizio della storia, è più che mai sconvolta e disorientata nel nuovo mondo del Distretto 13.

• Gale Hawthorne (Liam Hemsworth)

The-Hunger-Games-Mockingjay-Part-1-Gale-2-1024x614

Quando Katniss si risveglia nel Distretto 13, Gale è lì: lui è uno dei pochi riferimenti in quel mondo oscuro e sconosciuto. Però anche Gale non è più lo stesso: il ragazzo è dovuto crescere in molta fretta, diventando adulto, un guerriero, un eroe. Alla fine degli ultimi Hunger Games, le truppe di Capitol City sono arrivate al Distretto 12 e lo hanno raso al suolo uccidendo migliaia di persone: lui è riuscito a salvarne circa 900, ma da allora il suo odio verso il Presidente Snow è smisurato e riesce anche ad annebbiare l’amore che ha per Katniss. L’attore Liam Hemsworth fotografa così lo stato psicologico del suo personaggi: «Gale ha raggiunto un punto critico. Ne ha abbastanza degli abusi di Capitol City, quindi non ha paura di affrontarlo. Si sente pronto ad andare in guerra, costi quel che costi».

• Peeta Mellark (Josh Hutcherson)

tumblr_n932zjhcTW1r9i187o3_1280

In questo nuovo capitolo troviamo Peeta prigioniero a Capitol City: dopo gli ultimi Hunger Games lui infatti è stato catturato mentre Katniss è stata salvata e portata nel Distretto 12. Il ragazzo, di cui inizialmente non si sapeva più nulla tanto da pensare che fosse stato ucciso, appare invece nella televisione di Panem in una serie di interviste assieme a Caesar Flickerman dove “racconta” ciò che è accaduto durante la disastrosa Edizione della Memoria, colpevolizzando i ribelli e la rivoluzione facendo sorgere dei dubbi sulla sua onestà. Peeta è una vittima o un traditore? È stato manipolato oppure pensa davvero quello che dice?

• Haymitch Abernathy (Woody Harrelson)

218165-Hunger-Games-Mockingjay-Haymitch-Poster1

Anche il mentore di Katniss e Peeta non sta attraversando un periodo facile: da sempre cerca di cancellare con l’alcool il ricordo del passato, dei giochi, delle morti che ha dovuto infliggere e quelle che ha vissuto vicino a lui. Ora, nel distretto 13 si è disintossicato e sente di avere sulle spalle una grande responsabilità: aiutare l’amica Katniss a diventare la guida e il simbolo della rivolta perché “lui sa esattamente come mostrare al mondo Katniss al suo meglio” come ha spiegato l’attore Woody Harrelson.

• Effie Trinket (Elizabeth Banks)

hunger-games-poster-effie-mockingjay

L’elegantissima Effie non doveva neanche esserci in Il canto della rivolta ma il suo personaggio così estroso, sincero e frivolo è tanto amato dai fan (e dalla scrittrice Suzanne Collins) che si è deciso di inserirlo lo stesso e di dargli uno spazio incisivo. Abituata ai suoi abiti vistosi e alle sue colorate parrucche, Effi si trova totalmente estranea al rigore e al grigiume imperante nel Distretto 13. Ma anche lì riuscirà a costruire una sua personalità e soprattutto a dare il suo supporto all’amica Katniss: l’aiuterà a costruire l’immagine perfetta della leader rivoluzionaria.

• Beetee (Jeffrey Wright)

hunger-games-il-canto-della-rivolta-parte-1_619027

L’inventore tecnologico ed ex tributo Beetee, essendo a malapena sopravvissuto all’Edizione della Memoria, ora applica al massimo le sue competenze da pirata informatico, per agevolare uno dei passi fondamentali della ribellione: quello di superare la soglia di sicurezza di Capitol City. Jeffrey Wright torna a rivestire il personaggio che descrive come il volto della “resistenza all’ingiustizia”.

• Finnick Odair (Sam Claflin)

Hunger_Games_Il_Canto_della_Rivolta_Parte_1_-_Poster_Virale_00_mid

Dimenticate il suo sorriso splendente e il suo entusiasmo. Ora Finnick è un ragazzo spento, depresso, solo. Dopo Edizione della Memoria, l’ex tributo è stato portato in salvo nel Distretto 13 ma ha scoperto che il suo grande amore Annie Cresta è stato rapita insieme a Peeta e Johanna. «All’inizio del Canto della Rivolta Finnick è a pezzi, ma pian piano si rimette in sesto» rivela l’attore Sam Claflin.

• Plutarch Heavensbee (Philip Seymour Hoffman)

the-hunger-games-mockingjay-philip-seymour-hoffman-600x596

Se in passato è stato il capo degli Strateghi di Capitol City, ora Plutarch Heavensbee è una delle menti dietro la ribellione. Lui è ora il più grande sostenitore di Katniss e cerca di convincere la Presidente Coin che solo Katniss può rivestire il ruolo di Ghiandaia Imitatrice con la stessa audacia della Ragazza di Fuoco. Il personaggio è interpretato dall’immenso Philip Seymour Hoffman, purtroppo tragicamente scomparso durante le riprese; a lui è dedicato il film.

• Il Presidente Snow (Donald Sutherland)

The-Hunger-Games-Mockingjay-Part-1-Trailer-Donald-Sutherland-as-President-Coriolanus-Snow

Dopo la fallimentare edizione della Memoria, il Presidente Snow ha un unico obiettivo: il controllo totale su Panem per evitare altri sabotaggi. Chiunque è sospettato di tradimento a Capitol City deve essere fatto fuori. Ora nella nazione vive il terrore e la dittatura assoluta ma Snow sa che la Ghiandaia imitatrice è pronta a tornare e quindi escogita un piano per fermarla: «Katniss non ha mai voluto la guerra, con tutte le sofferenze che comporta, ma sembra che questo sia proprio quel che il suo personaggio abbia innescato. Snow capisce l’effetto che tutto questo avrà su di lei, proprio come sa che può colpire la sua emotività attraverso Peeta» racconta l’attore Donald Sutherland.

Le new-entry

• La Presidente Coin (Julianne Moore)

julianne-moore-in-hunger-games-3

Tra i nuovi personaggi, quello della leader d’acciaio del Distretto 13, ovvero l’enigmatica Presidentessa Alma Coin, è il più importante: è lei a gestire l’intero distretto, a prendere le decisioni più importanti, affidandosi sempre alla freddezza e alla razionalità. A interpretarla, la grande attrice più volte candidata al premio Oscar che ha così raccontato le motivazioni che l’hanno portata a partecipare al film: «Quello che mi ha colpito dei libri di Suzanne Collins è che toccano tanti temi essenziali sul nostro sistema, che ruolo abbiamo noi come esseri umani, come ci relazioniamo gli uni agli altri e cosa significa combattere per i propri ideali».

• Cressida (Natalie Dormer)

The-Hunger-Games-Mockingjay-Part-1-Cressida

La più magnetica tra le new-entry è lei: Cressidra, ovvero la soldatessa e direttrice della troupe televisiva del distretto 13 qui interpretata da Natalie Dormer, volto noto della serie di Game of Thrones. «Quando Cressida inizia le riprese di Katniss nei video, ha un approccio cinico riguardo quello che sta cercando di creare – di fatto vuole solo attribuire il simbolo della Ghiandaia Imitatrice a Katniss. Ma passando più tempo con Katniss, e con l’avanzamento della narrazione, Cressida inizia a dare credibilità alla ragazza, riconoscendole d’essere l’icona galvanizzante dell’unione di un popolo oppresso» ha spiegato l’attrice.

• Boggs (Mahershala Ali)

SP1_D03_01507_R

Boggs è il braccio destro della Presidente Coin; ha vissuto tutta la sua vita nel Distretto 13 e non ha mai conosciuto altro al di fuori della vita di stampo militarista e sotterranea propria di questo Distretto. Ad incarnare questo personaggio è Mahershala Ali, conosciuto per i suoi ruoli in Il Curioso Caso di Benjamin Button, Come un Tuono e la serie tv House of Cards che così ha definito il suo personaggio: «Boggs è una persona che non ha mai vissuto fuori terra, e l’unica cosa di cui ha sentito parlare e per la quale è stato formato durante tutta la sua vita, è la rivoluzione contro Capitol City. Inizialmente è un po’ scettico riguardo le reali capacità di Katniss: la vede troppo giovane per un’impresa troppo più grande di lei. Col passare del tempo, conoscendola e vedendola in azione, comincia ad apprezzarla e rispettarla».

Come sapete, il terzo ed ultimo romanzo della trilogia distopica di Suzanne Collins, Mockingjay, edito in Italia con il titolo Il Canto della Rivolta, è diviso in due film Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1 Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 2, di cui il primo arriverà nei nostri cinema appunto tra pochi giorni, ovvero il 20 novembre, e il secondo nel novembre 2015. Alla regia sempre Francis Lawrence, già dietro la macchina da presa del secondo capitolo La Ragazza di Fuoco.

In queste due ultime pellicole ritroveremo l’eroina Katniss Everdeen che è riuscita a sopravvivere, contro tutte le previsioni, per due volte agli Hunger Games. Ma adesso che è uscita dalla sanguinaria arena, viva, non è ancora in salvo. Capitol è infatti arrabbiata e vuole vendetta. Chi dovrà pagare per i disordini? Katniss e quel che è peggio, il presidente Snow ha detto chiaramente che nessuno rimarrà sano e salvo. Non la famiglia di Katniss, non i suoi amici e nemmeno gli abitanti del Distretto 12 che infatti è stato distrutto, anche se circa ottocento dei suoi abitanti sono riusciti a salvarsi e vivono ora in quel Distretto 13 che tutti pensavano ormai scomparso. E che invece esiste ancora: lì, Katniss sarà chiamata a guidare la rivolta contro Capitol City.

Dopo l’enorme successo di Hunger Games – La Ragazza di Fuoco (864 milioni di dollari incassati in tutto il mondo, e quasi 9 milioni di euro in Italia) la saga è ora pronta a proseguire con Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1l’appuntamento è fissato per il 20 novembre. A questo link trovate la pagina Facebook ufficiale italiana.

#IlCantoDellaRivolta #HungerGames #OLTM #LaGhiandaiaèViva

QUI la recensione

QUI 13 cose che non sapete su Hunger Games: Il Canto della rivolta – Parte 1

– QUI ricordiamo i 5 momenti chiavi de La Ragazza di Fuoco

– QUI il trailer finale 

– QUI il video della conferenza stampa di New York

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

EXCL – Paul Rudd commenta le recenti dichiarazioni di Martin Scorsese 19 Ottobre 2019 - 19:00

Cosa pensa Ant-Man delle recenti dichiarazioni di Martin Scorsese sul mondo dei cinecomic? Abbiamo intervistato Paul Rudd, ecco le sue dichiarazioni...

Zombieland: Doppio colpo – Gli errori sul set nel nuovo video 19 Ottobre 2019 - 18:00

I protagonisti di Zombieland: Doppio colpo si divertono tra scherzi ed errori nel nuovo video ufficiale. L'uscita del film è attesa per il 14 novembre.

The Boys – Patton Oswalt nel cast della stagione 2 19 Ottobre 2019 - 17:00

Eric Kripke ha rivelato su Twitter che Patton Oswalt avrà un ruolo nella seconda stagione di The Boys, ma non sappiamo quale personaggio interpreterà.

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.