L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Big Bang Theory, la recensione del terzo episodio: The First Pitch Insufficiency

Di Lorenzo Pedrazzi

tbbt-8x3-copertina

The First Pitch Insufficiency, terzo episodio dell’ottava stagione di The Big Bang Theory, innesca una competizione di coppia che accende dei dubbi nella mente di Penny

Attenzione: il seguente articolo contiene SPOILER

Gli Angels vogliono che un astronauta effettui il primo lancio della loro partita, e la scelta – dopo una serie di rifiuti – è ricaduta su Howard, le cui doti atletiche sono però scarsissime. Raj e Bernadette si offrono di aiutarlo, ma i suoi allenamenti sono infruttuosi, e Howard non riesce a lanciare una palla decente.
Intanto, Sheldon e Amy propongono un’uscita a quattro a Leonard e Penny, che accettano volentieri. Non sanno, però, che i due amici li considerano una pessima coppia, e si sentono superiori a loro. Leonard è sorpreso: la relazione fra Sheldon e Amy si basa su regole assurde e sulla rigidità del loro contratto tra fidanzati, com’è possibile che si credano migliori? In effetti, però, tra lui e Penny ci sono molte differenze, e la ragazza rifiuta di sottoporsi al “Questionario di Affinità nella Relazione” di Berscheid, Snyder e Omoto – un test che dovrebbe rivelare le affinità di coppia – per paura di ottenere un risultato basso. Lei e Leonard conservano dei dubbi sul loro fidanzamento, ma riescono a dimostrare che il rapporto si basa su fondamenta solide: quelle dell’amore e della solidarietà.
Alla fine, tutti gli amici si recano allo stadio per assistere al lancio di Howard, che decide di servirsi del Rover marziano per trasportare la palla fino al catcher… peccato però che il veicolo sia molto lento! Questo provoca l’insoddisfazione del pubblico, che ricopre Howard di fischi.

The First Pitch Insufficiency

In The First Pitch Insufficiency riaffiora all’improvviso un tema ricorrente di The Big Bang Theory, almeno per quanto riguarda il legame sentimentale fra Leonard e Penny: si tratta della loro teorica incompatibilità, dovuta alle palesi differenze caratteriali che li dividono, ma anche alla disparità del loro immaginario e dei loro interessi. D’altra parte, è inevitabile che il “nerd” incontri alcune difficoltà quando frequenta la ragazza più popolare della scuola, e di fronte a un passo importante come il matrimonio i dubbi si amplificano. Il punto, però, è che questo conflitto era stato già risolto ottimamente da Stuart in una puntata della settima stagione, ponendo in evidenza i reciproci vantaggi che Leonard e Penny ricavano dalla loro relazione: compensano le rispettive mancanze, bilanciandosi e completandosi a vicenda. Una soluzione molto condivisibile, che rende un po’ sterile – oltre che abbastanza superficiale – questa nuova emersione del problema. L’episodio, infatti, risolve la questione in modo più sbrigativo e meno convincente rispetto al passato, e inoltre costruisce lo “scontro” attraverso le solite esternazioni ossessive di Sheldon, che ormai suonano piuttosto stanche e ripetitive.

The First Pitch Insufficiency

The First Pitch Insufficiency manca quindi di brillantezza, e fatica a suscitare la risata. Anche la vicenda di Howard non è particolarmente briosa, e stimola giusto qualche sorriso nelle scene in cui l’ingegnere si allena al lancio, spronato da una combattiva Bernadette e da un canzonatorio Raj (che, ancora una volta, è relegato in un ruolo di supporto). Simpatica la videochiamata con l’astronauta Mike Massimino, veterano della NASA già apparso in altri cinque episodi, sempre nel ruolo di se stesso. L’impressione, comunque, è che The Big Bang Theory stia attraversando una fase di transizione, ma la sit-con è ancora troppo affezionata al vecchio status quo per completare il passaggio alla sua nuova (e per il momento ancora ipotetica) “vita”. Staremo a vedere.

The First Pitch Insufficiency

La citazione: «Il tuo essere ciecamente infatuato di me era la base su cui facevamo crescere la nostra relazione!»

Ho apprezzato: la videochiamata con Mike Massimino; Penny che mette in chiaro quali sono le basi della sua relazione con Leonard.

Non ho apprezzato: la scarsa brillantezza delle battute; l’insistenza sull’atteggiamento ossessivo e petulante di Sheldon; la frettolosità con cui si è tentato di risolvere una questione già trattata.

Potete scoprire, commentare e votare tutti gli episodi di The Big Bang Theory sul nostro Episode39 a questo LINK.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Emancipation – Will Smith e Antoine Fuqua lasciano la Georgia a causa della nuova legge elettorale 12 Aprile 2021 - 21:48

La produzione di Emancipation lascia la Georgia, in risposta alla nuova legge elettorale. La dichiarazione congiunta di Will Smith e del regista Antoine Fuqua

Governance – Il prezzo del potere: su Prime Video il film con Massimo Popolizio e Vinicio Marchioni 12 Aprile 2021 - 21:30

Arriva su Amazon Prime Video Governance – Il prezzo del potere, il film di Michael Zampino, che vede nel cast Massimo Popolizio e Vinicio Marchioni. Ecco tutto quello che dovete sapere, la trama, il cast, il trailer.

Shazam! Fury of the Gods: anche Lucy Liu nel cast del film DC 12 Aprile 2021 - 20:45

L'attrice sarà Kalypso, sorella dell'Hespera interpretata da Helen Mirren

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.