Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2014/10/Dying-of-the-Light-Nicholas-Cage-1.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Nicolas Cage in cerca di vendetta nel trailer Dying of the Light di Paul Schrader. Produce Refn

Nicolas Cage in cerca di vendetta nel trailer Dying of the Light di Paul Schrader. Produce Refn

Di Valentina Torlaschi

Dying of the Light Nicholas Cage

Giusto qualche giorno riflettevamo sulle pagine del blog su quanto Nicolas Cage fosse un attore immenso e altalenante insieme, uno capace di interpretazioni indelebili ma anche di collezionare un’infinità di ruoli insulsi, se non imbarazzanti. Così, se proprio in questi giorni è nei cinema italiani con Joe dove regala una delle sue migliori performance degli ultimi anni, vi mostriamo oggi il trailer di un altro film in cui l’attore sembra volare alto, artisticamente parlando. Parliamo di Dying of the Light, il nuovo film di Paul Schrader – ovvero lo sceneggiatore di indimenticabili film come Toro Scatenato e Taxi Driver nonché regista di The Canyons, Affliction, American Gigolò – che racconta di un agente della CIA (interpretato da Cage, appunto) che sta perdendo la vista ma che, prima della cecità, dovrà affrontare la sua ultima missione. Prodotto e fortemente voluto da Nicolas Winding Refn (Drive) che ad un certo punto avrebbe dovuto anche esserne il regista, nel cast troviamo anche Anton Yelchin e Irène Jacob.

Questo film ha una storia un po’ travagliata: scritto da Schrader nel 2010, inizialmente doveva essere diretto da Nicolas Winding Refn il quale era entrato in trattativa con Harrison Ford per il ruolo da protagonista. Poi gli accordi sono falliti per divergenze creative e, escluso Ford, Refn è rimasto come produttore affidando però la regia allo stesso Schrader. Peccato che ora, a film terminato, Paul Schrader denunci dei forti disaccordi sul montaggio: in particolare ci sarebbero delle visioni molto diverse tra le idee del director e quelle dei producers Todd Williams e Gary Hirsch. Questi ultimi accuserebbero Schrader di aver realizzato un film molto diverso da quello previsto in sceneggiatura: addirittura, si sarebbe arrivati a una rottura tra i due fronti con Schrader che ha abbandonato la sala di montaggio per non tornarci più.

A questo punto ci sono state sul tavolo due versioni del film, due montaggi: uno che segue la visione di Schrader, l’altro voluto dai produttori. Alla fine hanno avuto la meglio i produttori. Proprio questi ultimi stanno cercando di arginare la polemica sostenendo che i due ‘cut’ sarebbero comunque uguali per un 80% ma la polemica è tutt’altro che spenta dato che, dalla sua pagina Facebook, Schrader è passato al contrattacco con un messaggio e una T-shirt polemica indossata da lui ma anche dagli attori, Cage compreso:

Abbiamo perso la battaglia. Dying of the Light, un film che ho scritto e diretto, mi è stato portato via, rimontato con altre musiche e altro audio senza le mie indicazioni. Ieri la Grindstone (una sezione della Lionsgate) ha rilasciato il poster e il trailer del film: li potete trovare online. Io, Nick Cage, Anton Yelchin e Nic Refn abbiamo deciso di indossare questa maglietta “non-disparagement” (no-discredito). Il “non-disparagement” è una clausola nei contratti artistici che dà ai proprietari del film il diritto di far causa all’artista nel caso questi dica di “dispregiativo” sul film. Dunque, non ho nessun commento sul film o altro che sia connesso a questa pellicola

dying-of-the-light-non-disparagement-shirts

Tra queste accesissime polemiche, il film uscirà nei cinema americani il 5 dicembre; in Italia non c’è una data d’uscita.

Fonte: Collider

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Bette Midler presa di mira per dei Tweet, accusata di transfobia e razzismo 6 Luglio 2022 - 23:17

Gli ultimi tweet di Bette Midler hanno causato una serie di polemiche, accusata di transfobia, razzismo e d'islamofobia.

Reservation Dogs: il trailer della stagione 2, dal 3 agosto su Hulu 6 Luglio 2022 - 21:15

La serie di Sterlin Harjo e Taika Waititi tornerà ad agosto su FX/Hulu. In attesa della data italiana, ecco il trailer di Reservation Dogs 2

The Munsters: il poster del nuovo film di Rob Zombie 6 Luglio 2022 - 20:30

Rob Zombie porta sul grande schermo The Munsters, la celebre sit-com anni ’60 nota in Italia come I Mostri. Ecco il poster.

Bastard!! L’oscuro dio distruttore: il dark fantasy – heavy metal scostumato 5 Luglio 2022 - 11:02

Dark Schneider è sbarcato su Netflix, con i suoi due punti esclamativi, le battaglie e la follia vintage del dark fantasy heavy metal.

Stranger Things 4: che mi hai portato a fare sulla collina di Kate Bush se non mi vuoi più bene? 2 Luglio 2022 - 15:42

Alcune considerazioni dopo aver visto per quasi quattro ore due episodi di una serie TV: il finale della quarta stagione di Stranger Things.

Come The Umbrella Academy mi ha venduto un’altra apocalisse 2 Luglio 2022 - 9:53

Cosa funziona, cosa no, e cosa mi spinge a restare a bordo del treno di Umbrella Academy, dopo la terza stagione.