L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

La Suicide Squad di Ayer sarà Quella sporca dozzina con dei supercriminali

Di Marlen Vazzoler

david-ayer

La visione del film di Suicide Squad di David Ayer, il regista appuntato dalla DC per dirigere il film, è davvero rincuorante perché sembra che non cercherà di trasformare in buoni i cattivi DC, a discapito del recente trend che si sta formando con alcune produzioni cinematografiche:

“Posso dire che è Quella sporca dozzina con i supercattivi. Poi posso chiedere ‘Un film ha davvero bisogno dei bravi ragazzi?’”.

Empire ha chiesto al filmaker come procederà con il cast di personaggi come Capitan Boomerang ad esempio, che apparirà sia in Arrow che in The Flash, un supercriminale australiano razzista.

“Come qualsiasi altro casting. Non so che cosa farò. Farò quello che faccio nel mio tipico sogno febbrile registico”.

Il filmaker trova molto intrigante la mitologia che presentano questi personaggi:

“Amo la passione [che gli appassionati di fumetti] hanno per questi personaggi, per questi mondi. Penso che ci sia qualcosa di incredibile sul filone dei fumetti e la tecnologia ha finalmente raggiunto la penna e l’inchiostro per realizzare questi fantastici mondi in un modo che sembri credibile e viscerale al pubblico. In quell’aspetto è una religione secolare. La mitologia che rappresentano questi personaggi – l’idea di loro come dei caduti sulla terra – per me è intrigante. Non vedo l’ora di cominciare ad esplorare questi corridoi”.

Con Fury Ayer ammette di aver stimolato il suo appetito per delle tele più grandi e l’idea della creazione di un mondo

“Puoi fare delle cose incredibili come filmaker se hai gli strumenti adeguati e quelli sono il tempo e il denaro”.

Inoltre potrebbe preparare anche gli attori di Suicide Squad attraverso un campo di addestramento simile a quello a cui sono stati sottoposti i protagonisti di Fury.

“Ho un ricettario per la preparazione che mi piacerebbe far fare agli attori, [ride] quindi non penso che cambierò”

aggiunge il regista, riferendosi all’addio al mondo crudo e realistico dei suoi ultimi film per il cinecomic DC.

QUI, trovate la nostra guida ai prossimi cinecomic DC

Suicide Squad, sceneggiato da Justin Marks, uscirà nei cinema il 5 agosto 2016.

Fonte Empire

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Batman – La serie non sarà Gotham Central, ma uno spin-off su Gordon 18 Aprile 2021 - 19:00

Ed Brubaker rivela che l'annunciata serie per HBO Max, spin-off di The Batman, non sarà un adattamento di Gotham Central, ma avrà James Gordon come protagonista.

Zack Snyder’s Justice League – Ecco il concept art di Kilowog 18 Aprile 2021 - 18:00

Jerad S. Marantz ha svelato il suo concept art per Kilowog in Zack Snyder's Justice League, dove la Lanterna Verde appare in un cameo.

Shang-Chi – La pagina Twitter è stata aggiornata, i fan sperano nel trailer 18 Aprile 2021 - 17:00

Il profilo Twitter di Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings è stata aggiornata, e i fan sperano che la Marvel sveli il primo trailer.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.