L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Toronto – Arriva Cub, l’horror belga che fa strage di boyscout. Ecco perché tenerlo d’occhio

Di Andrea D'Addio

Cub3

Una delle poche – tacite – regole del cinema americano suggerisce che, a prescindere dalla drammaticità della storia, è sempre bene evitare di mostrare bambini o animali torturati o uccisi. Sarà che il regista Jonas Govaerts non è statunitense, ma belga, o sarà perché – per fortuna – ogni tanto c’è anche chi non ha paura a trasgredire, ma Cub, il suo film, questi limiti li viola senza pensarci troppi fu. E fa, o meglio “lo fa”, bene.

Campagna della Vallonia. Un gruppo di giovanissimi scout si attrezza per passare qualche giorno nella natura. Purtroppo non sono da soli. Nel bosco, ad osservarli, ci sono anche delle inquietanti creature in attesa di “divertirsi”…

Trama semplice come del resto spesso lo è quella dei film horror, ma non per questo superficiale. Dietro al buon dosaggio della suspense (in crescita continua) e alle scene ben girate, c’è infatti un sottotesto politico che, almeno tra il pubblico belga, non mancherà di essere notato. In un Paese sempre più diviso tra valloni che parlano francese e fiamminghi delle Fiandre (tra il 2012 e il 2013 per un anno e mezzo il Belgio è stato senza governo proprio a causa delle tensioni tra le due comunità) qui buoni e cattivi si dividono anche in base alla lingua. La violenza così non è più “immotivata”, ma nasce da risentimenti che affondano le proprie radici nell’attualità politica nazionale. Cub (che tradotto significa lupetto, giovane scout) non è un capolavoro, il finale è oltremodo lungo e qualche spiegazione in più sulle motivazioni che guidano i personaggi ce la saremmo aspettata, ma tra tanti prodotti horror medi o a volte scadenti, si rivela un film più che mai dignitoso.

Seguite ScreenWeek anche nei prossimi per tutte le novità dal Toronto International Film Festival: siamo anche su FacebookTwitter e GooglePlus!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Love in the Villa: Tom Hopper e Kat Graham nel film Netflix ambientato a Verona 20 Settembre 2021 - 21:30

Scritto e diretto da Mark Steven Johnson, il film romantico sarà girato a Verona a partire da questo mese

His Dark Materials: Sian Clifford e Jonathan Aris nel cast della stagione 3’ 20 Settembre 2021 - 21:15

Saranno due spie dei Gallivespiani, una popolazione di minuscoli umanoidi che popolano una delle Terre del mondo di Philip Pullman

Per James DeMonaco i fan degli horror (e dalla Marvel) mantengono vivo il cinema 20 Settembre 2021 - 20:30

Secondo il creatore de La notte del giudizio James DeMonaco, i fan del genere horror, con la loro passione stanno mantenendo in vita il cinema.

He-Man and the Masters of the Universe, la recensione 16 Settembre 2021 - 9:30

Un godibilissimo remake della storia di He-Man e dei Masters, per ragazzini di ogni età (pure sopra i quaranta, sì).

Guida pratica al mondo di Dune 14 Settembre 2021 - 9:15

Dai film ai videogiochi, da Star Wars a Miyazaki, tutto quello che è nato dal romanzo di Dune (che nessuno voleva pubblicare).

Star Trek, i 55 anni del sogno di Gene Roddenberry 8 Settembre 2021 - 15:51

Cinquantacinque anni fa andava in onda il primo episodio di Star Trek, "la carovana del vecchio West lanciata nello spazio".