L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Sin City 2: Robert Rodriguez e Frank Miller ci parlano del nuovo film, “adattato al fumetto” e in 3D

Di laura.c

Sin City 2 - Una donna per cui uccidere Banner USA 01

Un ritorno nelle viscere della corruzione, nel cuore marcio di quella città del peccato dove tutto è nero e i personaggi si stagliano dallo sondo come figure rubate all’ombra. A nove anni dal primo adattamento per il grande schermo dell’opera a fumetti di Frank Miller, il regista ormai cult Robert Rodriguez è tornato a mettere in scena il mondo di perdizione di Sin City – Una donna per cui uccidere, con l’aggiunta del 3D, parte del vecchio cast (Rosario DawsonMickey Rourke e qualche posa di Bruce Willis) e nuove gustosissime entrate quali Joseph Gordon LevittJosh Brolin e la seducentissima Eva Green.

Una squadra davvero stellare che stavolta, a detta dello stesso regista, ha avuto meno difficoltà a calarsi nel regno di Sin City, nelle sue grafiche audaci concepite a servizio degli albi e dei disegni originali:

“Dal punto di vista tecnico, in questo film abbiamo avuto il vantaggio che tutti, dalla troupe agli attori, erano già abituati a lavorare con il green screen – ha spiegato Rodriguez presentando il film a Roma insieme a Miller – In questi dieci anni tutti si sono abituati a questo metodo, non hanno più dovuto fidarsi di me, stavolta sapevano bene cosa stavamo facendo”.

10693626_823919407639340_804360872_n

La differenza più rilevante rispetto al primo capitolo, in tutti i sensi, è invece il 3D:

“Essendo strettamente legato ai fumetti di Miller, questo film lavora molto sull’astrattismo e funziona molto bene in tre dimensioni. A volte capita di vedere troppi elementi che si muovono sullo schermo e lo spettatore non sa dove guardare. Frank invece ha sempre avuto l’abilità di gestire composizioni complesse: sa come portarti a guardare esattamente quello su cui ti devi concentrare e i suoi disegni, col 3D, prendono vita con grande efficacia e precisione”.

Non è peraltro un caso che il nome dell’autore compaia vicino a quello del regista nei credits del film, così come a chiare lettere nei titoli di testa, scelta che è costata a Rodriguez l’uscita dalla Director’s Guild e dalle sue rigide regole:

“La mia idea non è mai stata prendere il suo fumetto e adattarlo per il cinema, bensì di prendere il cinema e adattarlo al suo fumetto. Volevo che la trasposizione fosse il più fedele possibile perché la sua visione dell’opera è semplicemente completa”.

sin-city-a-dame-to-kill-for-image-1-600x421

Una scelta molto apprezzata da Miller, che dichiara con un certo orgoglio di non aver mai lavorato veramente a Hollywood o con Hollywood:

“Ho imparato molto da Robert, in particolare che per fare un buon film su un fumetto bisogna conoscere benissimo il materiale da cui si parte e attenervisi il più possibile. Più si rimane vicino alla fonte e meglio è perché i fumetti sono opera, o almeno dovrebbero esserlo, di un unico autore, che dà loro un’impronta e una coerenza. Hollywood invece è come una specie di tritacarne, ci sono talmente tante mani che le storie ne escono come hamburger e rischiano di diventare tutte uguali. Il mio consiglio per loro è di rimanere fedeli all’originale”.

Ecco anche perché Miller non ha visto il trailer dell’attesissimo Batman v Superman: Dawn of Justice, né ha intenzione di farlo o di preoccuparsi di personaggi che non considera più suoi, almeno in ambito cinematografico. Non è così ovviamente per quelli di Sin City, come la spietata e bellissima Ava Lord:

“L’ho sempre pensata come la quintessenza della femme fatale, capace di riunire e superare tutti gli esempi di questo tipo di donna esistenti nel fumetto, nel cinema e nella letteratura. Penso che Eva Green ci sia riuscita perfettamente, rendendo il suo ruolo terrificante e sexy ma anche molto tragico”.

mickey-rourke-sin-city-2 copy

L’incrollabile Marv (Mickey Rourke) è  pensato da Miller come un “Conan con un trench, un barbaro che vive in un contesto urbano”, mentre la new entry, Josh Brolin, ha convinto così tanto gli autori da persuaderli a recitare il suo ruolo per intero, anche dopo la trasformazione fisica del suo personaggio, interpretato da Clive Owen nel capitolo precedente della serie:

“L’idea era di cominciare con Josh e finire con Clive ma, vedendo la grande prova di Brolin, abbiamo cominciato a pensare che cambiare faccia avrebbe tolto continuità alla storia e fatto dispiacere al pubblico, data la sua meravigliosa performance. Così abbiamo fatto una giornata di riprese extra con le scene in cui il suo personaggio subisce un intervento e ottiene un nuovo viso. è stato subito chiaro che la conclusione perfetta sarebbe stata con lui”.

Ma sarà possibile sperare di vedere un nuovo capitolo di Sin City, magari in fumetto ancor prima che sul grande schermo? Miller non ne è sicuro:

“Non so se sarà mai possibile tornare alla carta, sicuramente ora sarebbe difficile sedermi a un tavolo e pensare a Marv senza immaginarmelo come Mickey Rourke. Restiamo a vedere cosa accadrà”.

Sin City 2 Una Donna Per Cui Uccidere Jessica Alba Teaser Character Poster USA 01

Sin City – Una donna per cui uccidere, arriverà nelle sale italiane il 2 ottobre, per Lucky Red. Per maggiori informazioni potete consultare le nostre News dal BlogQUI invece trovate la pagina facebook italiana.

 

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

#NonChiudeteICinema: un appello per salvare ciò che più amiamo 24 Ottobre 2020 - 21:08

Secondo quanto riportato da numerose testate, con il nuovo Dpcm del governo si chiuderanno di nuovo le porte di cinema e teatri, che tanto avevano faticato per poter tornare ad accogliere il pubblico in totale sicurezza.

Uncharted: il film sarà in canon con i videogiochi? 24 Ottobre 2020 - 20:00

Le riprese di Uncharted continuano proprio in questi giorni, ma i fan continuano a chiedersi: il film sarà in canone con i videogiochi o racconterà una storia ambientata in un "universo alternativo"?

The Falcon and the Winter Soldier – Riprese già finite in Repubblica Ceca? 24 Ottobre 2020 - 19:00

Pare che le riprese di The Falcon and the Winter Soldier siano già terminate in Repubblica Ceca. La serie Marvel non ha ancora una data di uscita su Disney+.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).