L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

#ScreenTweet – Mercenari 3: I Pensionabili

Di Andrea Piergentili

exp3

Nonostante tutti gli scorsi decenni ricchi di film d’azione e nonostante i primi due Mercenari, qualcuno ha sentito il bisogno di un altro film pieno di quegli stereotipi e quei cliché che da sempre caratterizzano il genere. Quel qualcuno è senza dubbio Sylvester Stallone. Un uomo che non si arrende alla vecchiaia ed ha ancora un tale bisogno di azione che probabilmente accompagna i nipoti a scuola su un elicottero da guerra.

tumblr_nadtebljBj1rkem6ho1_500

QUI trovate il nostro #AppenaVisto dedicato

Dalla sua mente (o da ciò che ne rimane) e da quella di Patrick Huges nasce Mercenari 3, terzo capitolo della saga che vanta i più famosi nomi del cinema d’azione e il maggior numero di luoghi comuni riproposti in continuazione. In questo terzo episodio non mancano infatti le classiche esplosioni in slow motion sullo sfondo, i cattivi con i colpi infiniti che non vanno mai a segno, i colpi alla cieca che invece vanno a segno e le frasi da macho che hanno smesso di fare effetto da circa vent’anni.

tumblr_nadtebljBj1rkem6ho9_500

Le novità invece riguardano perlopiù il cast, ancora più numeroso dei capitoli precedenti e con un’età media da circolo bocciofilo: le nuove vecchie glorie (se questa cosa ha senso) sono Mel Gibson, Harrison Ford, Kelsey Grammer, Wesley Snipes e Antonio Banderas. Quest’ultimo ha incuriosito gran parte del pubblico, che si è chiesto se sarebbe riuscito a scrollarsi di dosso l’immagine del mugnaio mandrillone che ci siamo abituati a conoscere. La risposta è un grande, categorico, inzupposo NO.

 

 

Dalle accuse di essere troppo vecchio per certe cose, Banderas si è difeso così:

Le nuove leve invece sono Victor Ortiz, Kellan Lutz, Glen Powell e Ronda Rousey. Il loro ruolo nel cast è far sembrare i vecchi ancora più vecchi e sono caratterizzati come il ragazzotto, l’altro ragazzotto, il nerd e la ragazza tosta e gerontofila.
Special guest: le rughe di Stallone che da sole potrebbero interpretare un personaggio a parte.

 

La trama del film è così riassumibile: Stallone è il buono, Mel Gibson è il cattivo, Schwarzenegger è inutile. I siparietti tra i giovani e i vecchi sono più meno quelli che si vedono nei tornei di briscola nel bar del paese. Alcune scene potrebbero essere ispirate a Metal Slug, videogioco in cui si deve andare da sinistra a destra scaricando mitragliatrici contro chiunque si mette in mezzo. Nonostante tutto ciò, qualcuno ha trovato un valido motivo per andare a vedere questo film al cinema ed è impossibile dargli torto:

QUI trovate la pagina facebook italiana del film, mentre QUI quella Twitter. Per maggiori informazioni potete consultare le nostre News dal Blog. #MERC3 #EX3

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Terminator: Destino oscuro – Schwarzenegger non sarà ringiovanito digitalmente 16 Settembre 2019 - 12:05

Niente ringiovanimento digitale per Arnold Schwarzenegger in Terminator: Destino oscuro, e il regista Tim Miller spiega le sue ragioni.

StreamWeek: giù, nella tana del bianconiglio, con Undone 16 Settembre 2019 - 11:32

A qualcuno piace Caldo, City on a Hill e Undone nel nuovo episodio di StreamWeek, la nostra guida alle novità proposte dalle varie piattaforme di streaming.

Ci mancava solo Nick – Netflix cancella la serie dopo una stagione 16 Settembre 2019 - 11:05

Ci mancava solo Nick, la comedy con Melissa Joan Hart e Sean Astin, è stata cancellata da Netflix dopo una sola stagione.

StreamWeek: giù, nella tana del bianconiglio, con Undone 16 Settembre 2019 - 11:32

A qualcuno piace Caldo, City on a Hill e Undone nel nuovo episodio di StreamWeek, la nostra guida alle novità proposte dalle varie piattaforme di streaming.

La storia di Dune (FantaDoc) 12 Settembre 2019 - 16:28

Il lungo e tortuoso percorso che ha portato il Dune di David Lynch, con il suo cast pieno di stelle, a diventare un grandissimo successNO.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Lancillotto 008 11 Settembre 2019 - 12:15

Dare tutto un altro significato all'espressione "monkey business": gli scimpanzé agenti segreti di Lancillotto 008.