Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2014/09/Nightcrawler-Jake-Gyllenhaal.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Nightcrawler: Jake Gyllenhaal punta all’Oscar? La recensione da Toronto

Nightcrawler: Jake Gyllenhaal punta all’Oscar? La recensione da Toronto

Di Andrea D'Addio

Nightcrawler Jake Gyllenhaal

Los Angeles. Notte. Un uomo sta trafficando vicino le recinzioni che impediscono l’accesso ai binari dei treni. Una pattuglia della polizia si avvicina. Cerca di capire. Quell’area è interdetta al pubblico. L’uomo dice di essersi perso. La guardia lo guarda perplesso, ma prima ancora di reagire è aggredito e sua volta rapinato. Il ladro – che d’ora in poi chiameremo Lou – torna in auto e si avvia verso casa quando è testimone di un incidente. Scende dalla macchina e subito accanto a lui accosta il furgone di una troupe televisiva. Sono freelancer che venderanno poi i video ai telegiornali del mattino. Sembra un bel lavoro. Del resto lui vive di notte e non ha nessun scrupolo quando si tratta di fare soldi sulle disgrazie altrui. Perché non prendersi una videocamera e provare? È da qui che comincia da qui la sua storia. È lui il nightcrawler del titolo, il demone notturno.

unnamed

Al suo esordio alla regia dopo tanti lavori da sceneggiatore (tra cui The Bourne Legacy), Dan Gilroy firma un denso noir metropolitano sul confine, ormai sempre più invisibile, tra etica, buon gusto e voyeurismo televisivo. Dentro ci sono elementi sia di Quinto Potere di Sidney Lumet che di Mad City di Constantin Costa Gavras, mentre l’ambientazione notturna e a volte grottesca ricorda sia Fuori orario che Taxi Driver, entrambi di Martin Scorsese. Gilroy riesce ad aggirare tanti cliché narrativi soliti dei blockbuster americani, rifacendosi alla Nuova Hollywood degli anni ‘60 e ‘70. Nessun personaggio femminile di rilievo, nessuna catarsi finale per lo spettatore, la storia va dritta per la propria strada concentrandosi sulle ossessioni del suo protagonista. Certo, le considerazioni che ne escono sono prevedibili, ma il tutto è raccontato in maniera avvincente, trainato dall’eccezionale interpretazione di Jake Gyllenhall che per la parte ha perso più di 10 chilogrammi e che è anche tra i produttori della pellicola. Ha fatto bene a crederci, ben vengano film come Nightcrawler.

Seguite ScreenWeek anche nei prossimi per tutte le novità dal Toronto International Film Festival: siamo anche su FacebookTwitter e GooglePlus!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Seoul Vibe: il trailer dell’action coreano, dal 26 agosto su Netflix 14 Agosto 2022 - 13:00

Un team di piloti, che sogna di concorrere alle Olimpiadi di Seoul, si ritrova coinvolto suo malgrado in affari loschi

The Morning Show: maggiori dettagli sul personaggio di Jon Hamm nella stagione 3 14 Agosto 2022 - 12:00

Nel cast della terza stagione di The Morning Show troveremo anche Jon Hamm. Ecco maggiori dettagli sul suo ruolo.

NOPE e la scimmia Gordy, una storia vera? 14 Agosto 2022 - 11:21

La storia della scimmi Gordy presente in NOPE, il nuovo film di Jordan Peele dopo gli apprezzati Scappa – Get Out e Noi, è vera? Più o meno...

The Sandman: i fan del fumetto possono dormire sonni tranquilli (recensione senza spoiler) 5 Agosto 2022 - 9:01

Neil Gaiman aveva ragione a proposito della trasposizione fedele. Ma The Sandman può piacere anche a chi il fumetto non l'ha mai letto?

Prey: il film “Predator contro i Comanche”, fortunatamente, fa il suo 3 Agosto 2022 - 18:01

E ci riesce ribaltando in continuazione i concetti di preda e predatore. Le nostre impressioni sul prequel di Predator, in uscita il 5.

MCU, perché è molto importante aver annunciato due nuovi film degli Avengers 25 Luglio 2022 - 10:06

Quello che mancava nell'MCU: una nuova pianificazione, per i prossimi tre anni, con due film degli Avengers in chiusura.