L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Netflix e il binge watching stanno cambiando il rapporto del pubblico con gli spoiler?

Di Lorenzo Pedrazzi

netflix-copertina

Come ben sanno i fruitori compulsivi di serie tv, il Demone dello Spoiler (per citare un’esilarante storia di Zero Calcare) è sempre in agguato, pronto a impossessarsi del cuore e della coscienza dei vostri cari per rivelarvi i colpi di scena dei vostri show preferiti. Il Demone dello Spoiler trae nutrimento da svariate circostanze, come ad esempio l’esistenza di una fonte letteraria che precede lo show (Game of Thrones docet) o la scarsa reattività della distribuzione italiana, che spesso importa serie tv e film – anche molto attesi – con notevole ritardo rispetto alle uscite americane (i siti web d’oltreoceano, in tal senso, sono un coacervo di spoiler). Il successo di Netflix, piattaforma on-line che mette a disposizione tutti gli episodi di uno show nello stesso istante, ha però introdotto una nuova forma di spoiler, quella che trae origine dalla pratica del binge watching, ovvero l’abitudine di vedere tutte le puntate di una stagione – o di un’intera serie – consecutivamente e senza interruzioni. I binge watcher sono quindi delle vere e proprie bombe a orologeria, un concentrato di spoiler che potrebbe deflagrare casualmente in qualunque conversazione, rovinando la sorpresa agli spettatori più cauti.

Eppure, stando a un sondaggio effettuato da Netflix sul pubblico canadese, lo spoiler sembra aver perso gran parte del suo potenziale “distruttivo”: in sostanza, il 72% degli intervistati non considera gli spoiler con livore o fastidio, ma li archivia come un’eventualità naturale di ogni scambio dialogico, parte integrante della vita quotidiana, mentre il 69% ammette di aver rivelato accidentalmente qualche colpo di scena o svolta narrativa nel corso di una conversazione. Ted Sarandos, presidente della piattaforma on-line, ha commentato i risultati del sondaggio:

Mentre la televisione evolve, il comportamento dei consumatori evolve insieme a lei. Quando, in una volta sola, abbiamo lanciato tutti gli episodi delle nostre serie ai quattro angoli del mondo, si è creata una nuova dinamica comportamentale attorno agli spoiler.

In effetti, come sottolinea il comunicato di Netflix, difficilmente abbandoniamo la fruizione di una serie tv a causa di uno spoiler. Ne siamo infastiditi, magari persino irritati, ma non al punto da rinnegare uno show che tanto ci ha appassionato nel corso degli anni, anche perché la risoluzione degli archi narrativi e la scoperta dei colpi di scena costituiscono soltanto due aspetti di un ventaglio ben più vasto: il piacere della visione, infatti, scaturisce anche dal rapporto empatico con uno o più personaggi, dal livello di affezione nei loro confronti, dall’intensità degli intermezzi drammatici, umoristici, spettacolari o avventurosi, e dalle modalità con cui gli autori approdano a un certo risultato. In parole povere, non siamo interessati solo a cosa succede, ma anche a come (e, spesso, è proprio dal “come” che si evince la qualità di una serie).

La possibilità di consumare un intero show senza interruzioni potrebbe quindi modificare – laddove non l’abbia già fatto – il punto di vista del pubblico nei confronti degli spoiler, ormai acquisiti come una possibilità piuttosto comune di ogni interazione sociale (anche internet, prima con i forum e poi con i social network, potrebbe aver contibuito in questa direzione). Non solo: il sondaggio comunica inoltre che il 28% degli intervistati non si fa problemi a cercare gli spoiler, soprattutto relativi alle serie tv che non conoscono; in questi casi, gli spoiler diventano un’utile strumento di selezione, che incoraggia o scoraggia i potenziali spettatori a seguire una determinata serie.

Fonte: The Hollywood Reporter

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Guilty Party: Kate Beckinsale nel trailer della serie Paramount+ 19 Settembre 2021 - 11:00

La serie, creata da Rebecca Addelman, vedrà l'attrice nei panni di una giornalista screditata che indaga sul caso di una donna condannata per l'omicidio del marito

The Batman – Una nuova immagine e un assaggio della colonna sonora per il Batman Day 19 Settembre 2021 - 10:00

Il regista Matt Reeves e il compositore Michael Giacchino condividono rispettivamente una nuova immagine e un assaggio della colonna sonora di The Batman.

Box Office Italia: Dune supera il milione e mezzo 19 Settembre 2021 - 9:14

Dune, il kolossal fantascientifico diretto da Denis Villeneuve, sta regalando soddisfazioni. Seguono Shang-Chi e La Leggenda dei Dieci Anelli e Qui rido io.

He-Man and the Masters of the Universe, la recensione 16 Settembre 2021 - 9:30

Un godibilissimo remake della storia di He-Man e dei Masters, per ragazzini di ogni età (pure sopra i quaranta, sì).

Guida pratica al mondo di Dune 14 Settembre 2021 - 9:15

Dai film ai videogiochi, da Star Wars a Miyazaki, tutto quello che è nato dal romanzo di Dune (che nessuno voleva pubblicare).

Star Trek, i 55 anni del sogno di Gene Roddenberry 8 Settembre 2021 - 15:51

Cinquantacinque anni fa andava in onda il primo episodio di Star Trek, "la carovana del vecchio West lanciata nello spazio".