L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Gone Girl si prenota già un paio di Oscar: ecco le (ottime) recensioni

Di Valentina Torlaschi

gone girl

Ipnotico, sagace, caustico. Un adattamento magistrale e prove attoriali sorprendenti, soprattutto quella di Rosamund Pike che sembra addirittura rievocare l’algida bellezza e ambiguità delle bionde icone di Hitchcock. Questi sono alcuni dei commenti della critica su Gone Girl (L’Amore Bugiardo): il thriller con protagonista Ben Affleck che segna il ritorno del regista pluricandidato all’Oscar David Fincher (Fight Club, The Social Network).

Il film è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Gillian Flynn che ha venduto milioni e milioni di copie e che è stato un vero e proprio caso letterario, in particolare negli USA. La storia ruota attorno ad una donna che sparisce (Pike) durante il giorno del suo quinto anniversario di matrimonio: tutti gli indizi portano a credere che il marito (Affleck) l’abbia uccisa, ma il mistero sarà ben più fitto…

Di seguito alcuni estratti delle recensioni pubblicate online dopo la presentazione in anteprima mondiale al Festival di New York dove il film ha raccolto pareri molto positivi (su Rotten Tomatoes l’indice di gradimento è dell’87 %) candidandosi già tra i favoriti per gli Oscar 2015.

Entertainment Weekly

Quello che rende Gone Girl così intossicante è il modo in cui il mistero è dispiegato: mentre Nick (ben Affleck) spiega il suo punto di vista a un paio di detective (Kim Dickens e Patrick Fugit) che non credono a ciò che dice, la scomparsa Amy (Rosamund Pike) racconta la sua verità attraverso la voce over e flashback. Il film chiede: quanto sa realmente Nick di sua moglie? Non solo, perché il film domanda agli spettatori: quanto conosciamo realmente i nostri partner? Nei panni di Nick, Affleck ha dato l’interpretazione più naturale della sua carriera. È sicuro di sé senza essere presuntuoso, è affascinante senza essere viscido: dalla sua performance potete percepire che la crudele stagione sotto i riflettori mediatici che ha vissuto durante la relazione con J. Lo non è stata inutile, alla fine. Per quel che riguarda Amy, Rosamund Pike si eleva a livelli di profondità e di coraggio che nessuno le aveva mai chiesto prima di raggiungere. Certo non posso garantire che il finale funzionerà per tutti. Ma posso dirvi questo: tutti coloro che hanno amato il libro di Gone Girl usciranno dal cinema con un sorriso malato sul loro volto.

• Awards Daily

Quando è stata l’ultima volta che un attore si è trasformato così drammaticamente come Rosamund Pike ha fatto per Gone Girl? La misurata, di poche parole Rosamund Pike è andata davvero in profondità e ha mostrato una della femme fatale più ipnotiche, una delle più memorabili eroine bionde della storia del cinema. Era dai tempi di Hitchcock che un regista non trasformava così un’attrice in un’icona.

Time Out New York

La commedia più clandestina dai tempi di American Psycho. Un film ipnotico e perverso. Con tutte le sue allusioni omicide, Gone Girl procede come un triste dramma romantico fino a che le cose che accadono, e che nessuna critica dovrebbe rivelare, lo rendono diverso da qualsiasi cosa mai vista prima: una satira malata e frastornante sulla consapevolezza coniugale.

gone_girl_foto copia

Variety

Il regista David Fincher e gli attori Rosamund Pike e Ben Affleck sono il vertice di questo loro gioco nell’adattamento ipnotico del romanzo di Gillian Flynn. Di precisione chirurgica, di ironia cupa e di totale incanto nel corso dei suoi 149 minuti, questo teso thriller psicologico rappresenta un eccezionale unione tra regia e materiale di partenza, tra il cinismo di Fincher sull’era dell’informazione e il suo fascino verso il terrore e la violenza che è nascosta sotto il benessere di superficie della società americana di oggi. Adornato da un’intelligenza caustica che è secca e fresca come una delle miglior bottiglie di Chablis, e grazie anche alle eccezionali performance di Ben Affleck e di Rosamund Pike, vera rivelazione, Gone Girl si prenota subito la status di contendente per la corsa ai prossimi Oscar.

Village Voice

Gone Girl è intelligentemente costruito e ben recitato. Questo adattamento del romanzo di enorme successo del 2012 di Gillian Flynn su un matrimonio in decomposizione e una moglie scomparsa è preciso e ricco di riflessioni. È tutto ben architettato, esattamente come un delitto perfetto peccato che alla fine, come nei delitti perfetti, resti solo il cadavere. Gone Girl è divertente finché dura, e se siete alla ricerca di film in cui ammirare ottime interpretazioni e maestrie artistiche, qui ce n’è in quantità. Ma sebbene Gone Girl lavori duro per spiazzare la nostra mente con un cortocircuito tra “quello detto da lui” e “quello detto da lei” e mostri anche macabre e sanguinarie sequenze, non appare così pericoloso come dovrebbe.

gone-girl-ew-cover-slice

Total Film

Pur non avendo la consistenza di Zodiac o la vivacità di Se7en, Gone Girl è un magistrale adattamento e un thriller criminale di qualità superiore. Sul finale cambiato da Fincher… be’, andate voi a vedere il film e giudicate voi stessi.

Daily Telegraph

È un delizioso esercizio di investigazione per il pubblico che inizia come una storia-montatura tra il “detto-da-lui” e il “detto-da-lei”, in crescente suspense intorno a un crimine.

Il libro da cui il film è tratto è scritto da Gillian Flynn: autrice ed ex-critica televisiva di EW, giunta al suo terzo romanzo dopo Sharp Objects e Dark PlacesGone Girl è prodotto dalla Pacific Standard di Reese Witherspoon ma lei non è coinvolta nel cast. Sappiamo che rispetto al romanzo originale Fincher ha scelto di cambiare radicalmente il terzo atto insieme alla stessa autrice Gillian Flynn, sceneggiatrice tra l’altro della pellicola.

Dopo la presentazione in anteprima mondiale al Festival di New York di pochi giorni fa (dove ha raccolto pareri estremamente positivi), il film sarà distribuito negli States dalla 20th Century Fox il 3 ottobre 2014 mentre arriverà nelle nostre sale il 18 dicembre 2014.

Fonte: Awards Daily, Rotten Tomatoes

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Knives Out 2: anche Edward Norton nel cast del film Netflix 11 Maggio 2021 - 19:55

Dopo Dave Bautista, un altro nome di serie A entra nel sequel del giallo di Rian Johnson accanto a Daniel Craig

Launchpad: guarda la nuova featurette “Embrace Yourself” 11 Maggio 2021 - 19:30

A partire dal 28 maggio sarà disponibile su Disney+ Launchpad, una collezione di cortometraggi live-action targati Disney e realizzati da una nuova generazione di storyteller. Ecco una nuova featurette.

Spiral: L’eredità di Saw – I primi, violentissimi minuti del nuovo capitolo della saga horror 11 Maggio 2021 - 19:20

Ecco i primi, violentissimi minuti di Spiral: L’eredità di Saw, il nuovo capitolo della saga horror Saw lanciata nel 2004 da James Wan.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.