L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Venezia 71, il festival ha inizio: ecco i dettagli!

Venezia 71, il festival ha inizio: ecco i dettagli!

Di Valentina Torlaschi

festival venezia-71-programma

Prende il via questa sera con l’anteprima di Birdman del messicano Alejandro González Iñárritu la 71esima edizione della Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, la kermesse cinematografica italiana di forte richiamo internazionale che sulla scala europea può ritenersi – a livello di importanza – seconda solo al Festival di Cannes.

Edizione numero tre diretta da Alberto Barbera (succeduto agli 8 anni dell’ “era Marco Müller”), nella cosiddetta “guerra dei Festival”, è innegabile che Venezia stia faticando sempre più nel contrastare la concorrenza di eventi di richiamo crescente quali i Festival di Toronto e di New York. Quasi contemporaneo alla Mostra di Venezia, l’evento canadese ha “rubato” al concorrente italiano una manciata di titoli molto interessanti quali, giusto per citarne un paio, The Judge con Robert Downey Jr. e l’ultima fatica del compianto James Gandolfini insieme Tom Hardy e Noomi Rapace The Drop. La kermesse della Grande Mela, d’altro canto, ha sottratto alla Biennale l’atteso Gone Girl (L’Amore Bugiardo), il thriller con protagonista Ben Affleck di David Fincher.

Almeno sulla carta, dunque, ci si aspettava un programma più altisonante, ma non è detta l’ultima parola. Il direttore Alberto Barbera, infatti, difende a spada tratta la selezione del suo festival (e non poteva essere altrimenti): «Il programma offre una buona varietà di temi e di autori, e i personaggi da tappeto rosso non mancano». Quello di Venezia è insomma un programma raffinato che ai nomi e titoli di richiamo ha preferito (o è stato costretto a preferire) opere più sperimentali; del resto, come ha raccontato lo stesso Barbera «le grandi produzioni americane scelgono uscite in patria. Certo, mi sarebbe piaciuto avere Christopher Nolan con il cast di Interstellar o l’ultimo Tim Burton ma il marketing se ne frega dei festival».

Al di là di tutto il Festival di Venezia è ben sicuro delle proprie potenzialità e da stasera è pronta a stupire il mondo e a far ricredere la stampa maligna che sulla carta ha già decretato la superiorità di Toronto. In questi 11 giorni di Festival (che si svolgerà al Lido di Venezia da oggi 27 agosto al 6 settembre), si sfideranno per conquistare il Leone d’oro nomi noti del cinema mondiale come Abel Ferrara, Andrew Niccol o i più giovani ma decisamente talentuosi Davig Gordon GreenRamin Bahrani Alix Delaporte e vedremo sfilare sul tappeto rosso altrettanto grandi attori (Emma Stone, Andrew Garfield, Charlotte Gainsbourg, Viggo Mortensen, Naomi Watts).

Per essere preparati su tutto ciò che succederà in queste giornate di cinema, leggete qui sotto tutti i dettagli!

Film d’apertura

birdman

Ad aprire le danze del Festival di Venezia questa sera ci pensa l’anteprima mondiale di Birdman, ossia la commedia nera del regista messicano Alejandro González Iñárritu in cui si racconta di un attore (interpretato da Michael Keaton) che, famoso per aver interpretato in passato un celebre supereroe al cinema, cerca di mettere in piedi una pièce a Broadway per ritrovare la fama perduta. Il film vanta un cast all-star in cui sfilano Emma Stone nei panni della figlia di Keaton, Naomi Watts in quelli di una delle attrici della pièce di Broadway mentre Zach Galifianakis è un produttore dello spettacolo un po’ subdolo. E poi anche Edward Norton. Birdman desta una certa curiosità e appeal sia per la squadra attoriale citata di tutto rispetto, sia per il fatto di vedere come Iñárritu (Biutiful, Babel e Amores Perros) se la caverà con toni più surreali dopo che il suo cinema precedente ci ha abituato a storie violente, epiche e drammatiche. Dopo l’anteprima alla Mostra di Venezia, il film uscirà nei cinema americani il 17 ottobre.

La giuria

venezia71 alexandre desplat

A presiedere la squadra di artisti che assegnerà l’ambito Leone d’oro quest’anno troviamo Alexandre Desplat, uno dei compositori più acclamati e apprezzati del panorama cinematografico attuale (The Queen, Il Curioso caso di Benjamin Button, Il Discorso del Re, Fantastic Mr. Fox, Argo e Philomena ma anche il recente Godzilla o i capitoli conclusivi di Harry Potter o il prossimo Unbroken di Angelina Jolie). Gli altri giurati sono: Joan Chen, Philip Gröning, Jessica Hausner, Jhumpa Lahiri, Sandy Powell, Tim Roth, Elia Suleiman, Carlo Verdone.

La madrina

luisa ranieri

A fare gli onori di casa nelle cerimonie di apertura e chiusura del Festival quest’anno sarà Luisa Ranieri che proprio a Venezia era stata vista, esattamente 10 anni, in Eros nell’episodio diretto da Michelangelo Antonioni in quello che è stato l’ultimo film del maestro italiano. La sensuale e verace attrice è poi apparsa in diversi film nostrani dalle commedie di Immaturi e Mozzarella Stories al ben più cupo L’amore buio e anche nella pellicola francese Benvenuto a bordo. Compagna e moglie del collega Luca Zingaretti, la Ranieri è stata recentemente sui nostri grandi schermi con Allacciate le cinture di Ferzan Özpetek.

Le star attese

Emma-Stone

Tra i grandi e numerosissimi nomi che sfileranno sul tappeto rosso ci saranno divi leggendari come Al Pacino, Catherine Deneuve, poi Adam Driver, Emma Stone, Andrew Garfield, Charlotte Gainsbourg, Michael Keaton, Edward Norton, Viggo Mortensen, Ethan Hawke e James Franco.

I Film in concorso

99homes-firstlook-garfield-shannon-driveway-full copia

Nella lotta per conquistare il Leone d’oro troviamo quest’anno 99 Homes di Ramin Bahrani con Andrew Garfield (foto sopra) nei panni di un ambiguo e spietato agente immobiliare che sfrutta la crisi finanziaria, il Pasolini di Abel Ferrara con Willem Dafoe nel ruolo del grande intellettuale-regista-scrittore friulano, lo sci-fi The Good Kill di Andrew Niccol con Ethan Hawke. Di un certo interesse è poi Manglehorn: dopo il convincente Joe presentato a Venezia l’anno scorso, il regista Davig Gordon Green torna in concorso abbandonando il thriller per una commedia che vanta come star assoluta niente meno che Al Pacino. Davvero folta, poi, la presenza francese con ben 4 film in gara: Tre cuori di Benoit Jacquot con Benoit Polvoorde, Charlotte Gainsbourg, Catherine Deneuve, Chiara Mastroianni, La rançon de la gloire di Xavier Beauvois con Peter Coyote, Nadine Labaki, Chiara Mastroianni, Le dernier coup de marteau di Alix Delaporte (la regista del bellissimo – almeno per la sottoscritta – Angèle et Tony) con Clotilde Hesme, Candela Peña, Grégory Gadebois e Loin des hommes di David Oelhoffen con Viggo Mortensen. Tre, invece, i film italiani in concorso: Il giovane favoloso di Mario Martone, ossia il biopic su Giacomo Leopardi con Elio Germano, poi Anime nere di Francesco Munzi, Hungry Hearts di Saverio Costanzo con Adam Driver e Alice Rohrwacher.

Gli italiani sul Lido

Senza Nessuna Pietà

Oltre ai tre titoli italiani in gara citati sopra, nelle sezione collaterali del Festival a difendere in cinema nostrano troviamo La trattativa di Sabina Guzzanti sui rapporti tra Stato e mafia (film che farà molto discutere, parola del direttore Barbera), La zuppa del demonio di Davide Ferrario, Perez di Edoardo De Angelis con Luca Zingaretti, il documentario collettivo Italy in a day di Gabriele Salvatores, Belluscone, una storia siciliana di Franco Maresco e il noir Senza Nessuna Pietà di Michele Alhaique con Pierfrancesco Favino.

Altri film da tenere d’occhio

Boxtrolls Le Scatole Magiche Poster Italia 02

Nelle sezioni collaterali del Festival, troviamo altri titoli interessanti in primis l’atteso film d’animazione, gioiello dei LAIKA Studios, Boxtrolls – Le Scatole Magiche, ma anche la versione senza censure del secondo capitolo di Nymphomaniac di Lars von Trier. Inoltre, puntuale come le tasse non mancherà uno degli innumerevoli film da regista di James Franco, The Sound and the Fury.

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

WandaVision: QUEL PERSONAGGIO alla fine del secondo episodio è [SPOILER]? 15 Gennaio 2021 - 19:04

Chi è il misterioso uomo che appare al termine del secondo ed ultimo episodio finora rilasciato di WandaVision? Ecco la nostra ipotesi!

For All Mankind: il trailer della stagione 2, dal 19 febbraio su Apple TV+ 15 Gennaio 2021 - 18:46

Apple TV+ ha diffuso il trailer della seconda stagione della serie For All Mankind, in arrivo il 19 febbraio sulla piattaforma di streaming.

Mortal Kombat: le prime immagini ufficiali con Sub-Zero e il resto dei personaggi 15 Gennaio 2021 - 18:29

Ecco le prime immagini ufficiali di Mortal Kombat, la nuova trasposizione della saga videoludica, in arrivo nei cinema americani (quelli aperti, ovviamente) e su HBO Max il 16 aprile 2021.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.