L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Sandra Bullock confermata come la super-venditrice di Tupperware nel nuovo film di Tate Taylor

Di Valentina Torlaschi

Sandra Bullock tupperware

Sandra Bullock è pronta a diventare la “regina dei Tupperware“, ossia Brownie Wise. L’occasione sarà il film, ancora senza un titolo, basato sul libro Tupperware Unsealed scritto da Bob Kealing e che racconta come i Tupperware, gli ormai leggendari barattoli di plastica inventati da Earl Silas Tupper per la conservazione del cibo, spopolarono negli anni cinquanta quando una esecutive alla vendite, Brownie Wise, ebbe l’idea di dare vita a delle feste casa per casa delle clienti. Gli incontri cominciarono a diffondersi in tutta la nazione e Wise divenne così popolare che apparve nel 1954 sulla copertina di Business Week, per la prima volta dedicata a una donna.

Purtroppo il suo successo fu molto ostacolato: negli anni la Wise si scontrò molteplici volte con Tupper ma le loro differenze divennero inconciliabili quando la donna divenne una celebrità. Nel 1958 Tupper costrinse la Wise ad andarsene e cercò di cancellarla dai registri della compagnia. La donna non si riprese mai da questa azione e morì nel dimenticatoio nel 1992. Wise fu una delle prime vittime del sessismo che fu combattuto dopo la seconda guerra mondiale, in America.

Di questo film si parla ormai da diversi mesi ma ora sembra che il progetto possa presto concretizzarsi: la Sony si è infatti assicurata i diritti della pellicola confermando la Bullock nei panni della protagonista e Tate Taylor (The Help) in quelli del regista e sceneggiatore. Nell’annunciare il proprio coinvolgimento nella produzione, il presidente Sony Hannah Minghella ha dichiarato:

Tate Taylor è il regista e lo sceneggiatore perfetto per una storia del genere: siamo sicuri che riuscirà a catturare il clima dell’epoca, di quell’America provinciale degli anni ’50 così restrittiva ma anche romantica. Per quel che riguarda Sandra Bullok, be’, non c’è nessuno che meglio di lei possa cogliere la complessità della figura di Brownie Wise: hanno lo stesso coraggio e lo stesso spirito indipendente

Al momento non sono state ancora rivelate le tempistiche di lavorazione: vi terremo aggiornati. Voi cosa ne pensate di questo progetto? Sembra che nei prossimi anni la figura della “casalinga geniale imprenditrice” riempirà i grandi schermi: vi ricordiamo infatti che si sta sviluppando anche il progetto di un film su Joy Mangano, aka l’inventrice di una scopa geniale tipo il Mocio Vileda, con protagonista Jennifer Lawrence.

Fonte: The Wrap


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Only Murders in the Building: nuovo trailer per la serie Star con Steven Martin e Martin Short 27 Luglio 2021 - 20:30

Insieme a Selena Gomez, interpreteranno tre podcaster che decidono di risolvere un delitto. dal 31 agosto su Disney+ Star

Nuove aggiunte al film autobiografico di Spielberg, tra cui Judd Hirsch 27 Luglio 2021 - 19:30

Il cast di The Fabelmans si arricchisce di quattro nuovi interpreti veterani

Batman Unburied: Winston Duke e Jason Isaacs saranno Bruce Wayne e Alfred nel podcast 27 Luglio 2021 - 18:45

Il podcast nasce da un'idea di David Goyer e vedrà Bruce Wayne nell'insolito ruolo di patologo forense. In arrivo su Spotify

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.