L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Comic-Con 2014 – Jeff Bridges e Brenton Thwaites presentano The Giver

Di Leotruman

The Giver cover_opt

La Weinstein Company non poteva che scegliere la platea del San Diego Comic-Con 2014 per presentare una dei prodotti di punta dell’anno, in uscita tra meno di un mese nelle sale americane. Parliamo di The Giverl’adattamento per il grande schermo del celebre romanzo di Lois Lowry, dove l’uomo è totalmente controllato-annullato dal Potere.

Il cast, particolarmente variegato, è il punto di forza del film: vede recitare insieme veterani come Jeff Bridges e Meryl Streep, la star di True Blood Alexander Skarsgard, la celebre cantautrice americana Taylor Swift, il giovane Brenton Thwaites (visto in Maleficent) e la rediviva Katie Holmes. Il film racconta di un mondo post-apocalittico, unaIl film racconta infatti di un mondo post-apocalittiche che nega agli esseri umani ogni possibilità di decisione, ogni differenza individuale, con la promessa di annullare la percezione del dolore. Peccato che così facendo si dimentichino le passioni e degli altri sentimenti che nega agli esseri umani ogni possibilità di decisione, ogni differenza individuale, con la promessa di annullare la percezione del dolore.

Hanno partecipato al panel Brenton Thwaites (Jonas), il premio Oscar Jeffrey Bridges (il Giver del titolo, il donatore), Odeya Rush (Fiona),l’autrice Lois Lowry, e la produttrice Nikki Silver. Assente purtroppo la divina Meryl. Ecco i punti salienti della conferenza:

rs_560x415-140724141646-1024.the-giver-cast-comic-con-072414

– Il panel si è aperto con un videomessaggio del regista Phillip Noyce (Salt), che è impegnato nell’ultima fase della post-produzione a New York. Lo stesso regista ha utilizzato nel suo intervento i titoli “Hunger Games” e “Divergent”, ma per indicare che il romanzo di The Giver è arrivato prima delle due recenti saghe letterarie e cinematografiche. Purtroppo sappiamo che questo non è sufficiente per garantire il successo cinematografico (vedi Ender’s Game).

– Lowry ha raccontato che nel corso degli anni moltissime persone si erano convinte che alla fine del libro il protagonista Jonas e il bambino morissero (quindi non hanno letto i sequel): il film mostrerà chiaramente cosa accade nel libro. Per lei The Giver è una storia di avventura sostanzialmente, ma è anche una storia che solleva molti quesiti: “Ed è per questo che agli insegnanti piace così tanto, perché pone domande per gli studenti” visto che negli USA è un romanzo particolarmente noto e viene fatto leggere anche nelle scuole.

– Bridges ha raccontato che originariamente voleva dirigere il padre Lloyd Bridges nel film, e avrebbe avuto lui il ruolo del donatore. Jeff Bridges ha spiegato di come lesse il libro la prima volta grazie alla bellissima copertina che attirò la sua attenzione: un bellissimo libro per ragazzi, ma nel quale risuonano molto temi adulti. Credeva sarebbe stato facile realizzare il film, ma il libro è ritenuto controverso perché è stato insegnato in alcune scuole e vietato in altri, e ciò ha spaventato per anni i finanziatori.

the giver

– L’autrice ha mostrato perplessità nei confronti delle critiche al romanzo, ed eventualmente al film (ancor prima che iniziassero le riprese). Le uniche due scene considerate “calde” è quando il padre uccide il bambino, e quando Jonas, che ha dodici anni nel romanzo, fa il bagno ad una donna anziana. “So che eri delusa quando la scena è stata tagliata perché volevi interpretarla!” ha scherzato Bridges con la scrittrice.

– Ci saranno verso la fine del film molti testa a testa tra il donatore e il Vecchio Capo, interpretato da Meryl Streep. Non vediamo l’ora di assistere al confronto tra questi due mostri sacri del cinema!

– La Lowry ha voluto riscrivere il libro perché dopo il film, voleva tornare indietro ed espandere il ruolo del Vecchio capo, proprio come è stato fatto per il film.

– Secondo Odeya Rush il libro è un richiamo ad amare cose che diamo per scontate, dai colori e sensazioni, ai sentimenti e tutto il resto. Thwaites ha detto di essersi immerso facilmente nei panni di Jonas, anche se ha letto la sceneggiatura prima di leggere il libro. “Si fida dei suoi istinti e segue il suo cuore” ha detto il giovane attore, che abbiamo visto in Maleficent nei panni del giovane principe.

– Secondo Bridges una delle tematiche del film è quale prezzo ha il nostro comfort: per cosa vale la pena lottare nella vita? Tutti ad un certo punto penseranno che vivere in un mondo strettamente controllato potrebbe essere più facile, ma in seguito non sarà così.

jeff bridges the giver comic con

– Hanno già pianificato sequel? No, prima vogliono vedere le reazioni a questo primo episodio.

– La Lowry non ha pensato al carattere “distopico” di quel mondo quando ha scritto il libro, mentre aveva preferito focalizzarsi e concentrarsi su personaggi e storia. Solo quando era a metà stesura si rese conto che avrebbe dovuto essere ambientato nel futuro. Non era il genere che aveva in mente quando stava lavorando sul libro.

– Bridges per la sua performance si è basato moltissimo sul libro: prima di girare una scena, tornava indietro a leggere la rispettiva scena del libro.

– Inizialmente erano convinti che i protagonisti dovessero essere pre-adolescenti, poi sono stati suggeriti alcuni cambiamenti che la stessa autrice ha sostenuto, in particolare sull’aumentare l’età dei personaggi (Thwaites e la sua performance la convinsero poi in modo definitivo).

ScreenWeek seguirà le intense giornate del Comic-Con 2014 con aggiornamenti 24 ore su 24! Recuperate tutte le news nella nostra SEZIONE SPECIALE, oppure seguiteci su FacebookTwitter e Instagram.

Fonte: Collider

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Teheran: la serie israeliana di Apple TV+ rinnovata per una seconda stagione 26 Gennaio 2021 - 19:15

La serie di spionaggio interpretata da Niv Sultan tornerà con nuovi episodi

Perché Keira Knightley ha deciso di rinunciare alle scene di nudo 26 Gennaio 2021 - 18:45

Nel corso della sua carriera Keira Knightley ha girato scene di nudo, come molte altre colleghe del resto, ma da quando è diventata madre ha (legittimamente) deciso di inserire una “clausola di non nudità” nei suoi contratti.

Asia Argento e Gaspar Noé doppieranno il film d’animazione Schirkoa 26 Gennaio 2021 - 18:30

Un futuro alternativo distopico nel film diretto da Ishan Shukla e prodotto con la Unreal Engime di Epic Games

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.