L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Box Office Japan – Pokémon e Maleficent davanti all’ultimo Ghibli

Di Redazione SW

pokemon

Fine settimana ricco di avvenimenti e altamente significativo quello appena passato al botteghino giapponese, un weekend lungo in verità, di ben tre giorni, vista la festa nazionale del 21 luglio che corrisponde anche al primo giorno di vacanze per gli studenti. Quindi doppiamente importante in quanto “la battaglia” al box office rappresenta la prima sfida del periodo estivo, due mesi che da sempre, fin dagli anni settanta quando primeggiava l’annuale film di Godzilla, sono molto importanti per le case di produzione giapponesi. Da alcuni decenni a questa parte la parte del leone durante il periodo estivo l’hanno fatta i lungometraggi animati dello Studio Ghibli, naturalmente quelli diretti da Miyazaki Hayao ma non solo, una sorta di tradizione che si apre ogni anno in televisione con la programmazione dei più famosi film Ghibli. Anche quest’anno non è stato da meno con Arrietty il mondo segreto sotto il pavimento andato in onda il venerdì della scorsa settimana in prime time, il giorno prima dell’uscita nelle sale di When Marnie Was There l’ultimo lavoro Ghibli ma il primo dell’epoca post-Miyazaki.

When-Marnie-Was-There

Tutto come al solito quindi se non che oggi sono stati rivelati gli incassi del weekend ed è con una certa sorpresa, non per tutti però, che il lungometraggio di Yonebayashi si è classificato “solo” al terzo posto dietro all’annuale film sui Pokémon e a Maleficent. Ricordiamo che Arrietty, il debutto di Yonebayashi nel 2010 anch’esso uscito in luglio, era schizzato al primo posto con un incasso di circa 10 milioni di dollari. Era un po’ nell’aria comunque, la matita appesa al chiodo da parte di Miyazaki, ma soprattutto una pubblicità che è cominciata piuttosto in ritardo rispetto agli altri lungometraggi Ghibli non hanno permesso di dare la visibilità necessaria al film, che non solo chi scrive ma anche molti commentatori ed esperti più autorevoli hanno definito uno dei più bei lavori usciti dallo studio giapponese di recente ed un modo molto convincente di ripartire per lo Studio Ghibli. Forse ha pesato molto l’assenza in cabina di produzione e di distribuzione di Suzuki Toshio, figura ritenuta importante certo ma forse da sempre sottovalutata, l’anno scorso per pubblicizzare i due film di Miyazaki e Takahata era spesso in televisione anche in programmi assai popolari ma di scarsa qualità, insomma uno che non aveva paura di sporcarsi le mani e “farsi il mazzo”. Molto del successo prettamente economico e di diffusione dei lavori di Miyazaki, Takahata e dello studio in generale si deve probabilmente a lui.

QUI la nostra recensione in anteprima di When Marnie Was There

suzuki21
(Miyazaki hayao e Suzuki Toshio)

Pokémon the Movie: Diancie and the Cocoon of Destruction invece si è piazzato al primo posto per numero di spettatori nei due giorni (360.000) dal 1998 questo è il lungometraggio numero diciasette dedicato ai popolari personaggi creati da Tajiri Satoshi per la Nintendo. L’incasso nei due giorni secondo quanto riportato dal portale giapponese eiga.com è stato di circa 4 milioni di dollari, comunque “solo” l’ottanta percento rispetto al film di Pokémon dell’anno scorso, mentre sono quasi 5 i milioni guadagnati da Maleficent con 350.000 biglietti venduti (guadagni dovuti al 3D) e quindi se guardiamo gli incassi il film della Disney resta ancora al primo posto a due settimane dal debutto. Meleficent primo o Pokémon primo resta il fatto che per lo Studio Ghibli si tratta di una delusione, in parte stemperata dalla buona accoglienza di critica, ma che farà riflettere tanto più che ora Godzilla è alle porte, esce lo ricordiamo venerdi prossimo, con un battage pubblicitario che preannuncia un dominio al botteghino, almeno per le prime settimane. Il bel When Marnie Was There rischia quindi di venire penalizzato e di non incassare quanto meriterebbe, almeno secondo principi di qualità, insomma se da un lato, quello prettamente artistico, la nuova era per lo Studio Ghibli inizia decisamente bene e con le giuste premesse, dal punto di vista commerciale rischia di partire con il piede sbagliato e di far crollare tutto. C’è di che riflettere, l’addio di Miyazaki e Suzuki, l’età avanzata per Takahata, il successo quasi inspiegabile di Frozen, insomma il quadro non è di facile lettura, speriamo solo che questa falsa partenza non si ripercuota sul futuro del glorioso studio giapponese che tanto ha dato all’animazione mondiale.

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Outside the Wire: la recensione dell’action Netflix con Anthony Mackie 18 Gennaio 2021 - 11:36

Una guerra futura e un androide incaricato di fermarla nel film diretto da Mikael Håfström

Top Streaming: da Lupin a Soul, le serie tv e i film più visti negli ultimi sette giorni 18 Gennaio 2021 - 11:30

Quali sono i film e le serie tv più visti su Netflix e Disney+ negli ultimi sette giorni? Ecco le Top 10 divise per film e serie tv.

Spider-Man 3 – Tom Holland e Zendaya nelle nuove foto dal set 18 Gennaio 2021 - 10:45

Tensione fra Peter e MJ? Tom Holland e Zendaya hanno girato una scena di Spider-Man 3 in cui sembra che il rapporto tra i due non sia idilliaco: ecco le foto dal set.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.