L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Better Call Saul – 10 cose che sappiamo sullo spin-off di Breaking Bad; inoltre, due nuove immagini!

Di Lorenzo Pedrazzi

bettercallsaul-copertina

Peter Gould e Vince Gilligan, i creatori di Better Call Saul, hanno risposto alle domande dei giornalisti durante il press tour della Television Critics Association, svelando alcuni particolari interessanti sull’atteso spin-off di Breaking Bad dedicato al personaggio di Saul Goodman (Bob Odenkirk).

Ecco una sintesi delle loro rivelazioni, alternate a due immagini ufficiali della serie.

1 – I nomi degli interpreti regolari finora confermati, e dei rispettivi personaggi: Jonathan Banks (Breaking Bad) nel ruolo di “fixer” Mike Erhmantraut, Michael McKean (This is Spinal Tap) nel ruolo di Chuck, Rhea Seehorn (Franklin & Bash) nel ruolo di Kim, Patrick Fabian (Grey’s Anatomy) nel ruolo di Hamlin e Michael Mando (Orphan Black) nel ruolo di Nacho.

2 – Better Call Saul sarà ambientato nel 2002: ovvero, sei anni prima che Saul incontrasse Walter White (Bryan Cranston). In effetti, nonostante gli autori non lo avessero mai rivelato prima d’ora, gli eventi di Breaking Bad si sono svolti nel 2008.

3 – Lo show comprenderà svariati salti temporali: Gilligan ha confermato che, come ha dimostrato Breaking Bad, lui e gli altri autori amano le narrazioni non lineari. «Tutto ciò che è possibile in Breaking Bad, è possibile anche in Better Call Saul.

4 – Saul Goodman, nello spin-off, non si chiamerà ancora Saul Goodman: il personaggio non avrà ancora acquisito il “nome d’arte” di Saul Goodman, ma si chiamerà Jimmy McGill, e sarà un piccolo avvocato che cerca di sbarcare il lunario mentre lavora con Mike. La serie, quindi, seguirà la sua trasformazione in Saul Goodman.

5 – Michael McKean (foto sotto) interpreterà il fratello di Saul: «Quindi abbiamo queste due leggende della commedia che lavorano insieme» ha fatto notare Peter Gould.

2

6 – Lo show non copierà lo stile visivo neo-western di Breaking Bad: gli autori hanno assicurato che Better Call Saul non sarà una copia carbone della serie originale, e che il suo stile visivo si ispirerà ad alcuni classici come Il conformista. Gilligan ha inoltre dichiarato che lui e Gould hanno parlato di Kubrick.

7 – Walter White comparirà solo se la sua presenza avrà un senso: «Se avrà senso lo faremo, se non ne avrà non lo faremo» ha detto Gilligan. «Mi piacerebbe averlo come regista».

8 – C’è qualche possibilità che ritorni Gus Fring (Giancarlo Esposito): il personaggio è molto amato dai fan, e gli autori ritengono che ci sia ancora molto da raccontare su di lui. Al contempo, però, vogliono che lo spin-off si regga sulle sue gambe, senza affidarsi continuamente a figure già note, e inoltre Saul non conosceva Gus direttamente. Comunque sia, prenderanno in considerazione l’idea di farlo tornare.

9 – La ragione per cui lo spin-off è stato rimandato al 2015: «Sono terribilmente lento come sceneggiatore televisivo» ha confessato Gilligan. «Il nostro modo di lavorare è più lento rispetto agli altri show… perché vogliamo riflettere bene su ogni cosa, e pensiamo che questo comporti dei vantaggi».

10 – Torneranno alcuni registi di Breaking Bad: dopo la premiere diretta dallo stesso Gilligan, Michelle MacLaren (Game of Thrones) dirigerà il secondo episodio, Terry McDonough (che diresse la prima puntata con Saul) si occuperà del terzo, Colin Bucksey (per quattro volte alla regia di Breaking Bad) dirigerà il quarto, e Adam Bernstein (Fargo) si occuperà del quinto.

1

Better Call Saul debutterà su AMC nel 2015.

CLICCA QUI per le dichiarazioni di Bryan Cranston sulla sorte di Walter White.

CLICCA QUI per le dichiarazioni di Peter Gould sullo spin-off.

Fonte: Entertianment Weekly

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Heather Graham nella serie tratta da L’ombra dello scorpione 15 Ottobre 2019 - 23:44

CBS All Access produrrà l'adattamento dal capolavoro di Stephen King.

Amanda Seyfried e Lily Collins in Mank, il dramma in bianco e nero di David Fincher 15 Ottobre 2019 - 22:59

Charles Dance, Amanda Seyfried e Lily Collins nel cast di Mank, la pellicola biografica in bianco e nero diretta da David Fincher

Grease: la serie spin-off ordinata da HBO Max 15 Ottobre 2019 - 21:35

Il mondo di Grease tornerà in uno spin-off incentrato sugli studenti della Rydell High

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.

StreamWeek: le ultime miglia di Jesse Pinkman in El Camino 14 Ottobre 2019 - 13:07

El Camino, The Front Runner, Bohemian Rhapsody, Shazam e molto altro nel nuovo episodio di StreamWeek, la nostra guida alle novità proposte dalle varie piattaforme di streaming.

Mortal Kombat, il film (FantaDoc) 10 Ottobre 2019 - 13:45

Quella volta in cui Mortal Kombat ha stracciato Street Fighter grazie alla generosità di Christopher Lambert...