L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Equalizer: il vendicatore Denzel Washington e la baby-prostituta Chloë Moretz nel nuovo trailer

Di Valentina Torlaschi

chloe-moretz-denzel-washington-the-equalizer

Ecco un nuovo trailer per The Equalizer, il thriller diretto da Antoine Fuqua che adatta per il cinema una nota serie tv trasmessa nella seconda metà degli anni ’80 e conosciuta in Italia sotto il titolo di Un Giustiziere a New York. Nelle video adrenalinico, oscuro e con una sottile ironia, troviamo Denzel Washington nei panni dell’ex spia in pensione, Robert McCall, che si troverà invischiato con la mafia russa per aver aiutato una giovane prostituta (Chloe Moretz).

Creata da Richard Lindheim e Michael Sloane, la serie originale aveva come protagonista l’attore inglese Edward Woodward nei panni di Robert McCall, un detective privato con un passato da agente segreto per un’organizzazione segreta detta “La Compagnia”. Il suo obiettivo è occuparsi di casi che la polizia non può risolvere, e in ogni puntata affrontata terroristi, poliziotti corrotti e villain di ogni genere. Alla sceneggiatura del film troviamo invece Richard Wenk, già autore dello script dei Mercenari 2.

Insieme a Denzel Washington e Chloe Moretz, nel cast sono poi presenti Melissa Leo e David Meunier. La Leo è un’intelligentissima capa di un’organizzazione spionistica in stile CIA che aveva addestrato a suo tempo anche il detective protagonista interpretato da Denzel Washington mentre  David Meunier è il protettore della baby-prostituta Chloe Moretz.

The Equalizer uscirà in Italia il 23 ottobre, a breve distanza dall’uscita americana. QUI trovate la pagina Facebook italiana mentre QUI la scheda sul sito Warner Bros.

Il film si preannuncia come una delle pellicole più attese dell’anno anche da quando si è diffusa la voce degli entusiastici test screening di qualche tempo fa che hanno ottenuto il punteggio più alto per una pellicola a rating R (vietato ai minori di 17 anni se non accompagnati, ndr.) nella storia della Sony Pictures. Per questo Sony ed Escape Artist hanno già dato il via alla scrittura del sequel, ancora una volta firmata dallo sceneggiatore Richard Wenk (The Mechanic), a ben sette mesi prima dell’uscita della pellicola nelle sale.

Fonte: Huffingtonpost

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Prime clip in italiano per Spiral: L’eredità di Saw 13 Giugno 2021 - 9:00

Il 16 giugno Spiral: L’eredità di Saw, il nuovo capitolo della saga horror Saw lanciata nel 2004 da James Wan, arriverà nelle sale italiane. Nell’attesa possiamo dare un’occhiata alle prime clip.

Black Widow – Nuovi poster per il cinecomic con Scarlet Johansson 12 Giugno 2021 - 21:00

Sono disponibili quattro suggestivi poster di Black Widow targati RealD 3D, Dolby Cinema, Screen X e IMAX. Inoltre, Cate Shortland parla dei riferimenti per il film.

It’a A Sin – Recensione della imperdibile serie LGBTQIA+ inglese divenuta già un cult 12 Giugno 2021 - 20:00

It's a Sin stupisce continuamente e rende di nuovo attuale una pagina di storia troppo raramente ricordata: ecco la nostra recensione della imperdibile (non solo per gli appartenenti al mondo LGBT+) serie inglese!

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.