L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Angelina Jolie “La perdita delle ali di Maleficent è una metafora per lo stupro!”

Di Marlen Vazzoler

angelian-jolie-Global-Summit-To-End-Sexual-Violence-In-Conflict-00

L’inviata speciale delle Nazioni Unite, Angelina Jolie, martedì ha aperto il Global Summit To End Sexual Violence In Conflict a Londra. L’attrice sta presentando la conferenza di quattro giorni con il suo frequente collaboratore William Hague, il segretario degli esteri inglese. Davanti al pubblico proveniente da più di 100 paesi, l’attrice ha spiegato:

“È un mito che lo stupro sia una parte inevitabile del conflitto. Non c’è nulla di inevitabile a questo proposito. Si tratta di un’arma di guerra rivolta contro i civili. Non ha niente a che fare con il sesso, tutto a che fare con il potere. È fatto per torturare e umiliare delle persone innocenti e spesso dei bambini molto piccoli. Ho incontrato dei sopravvissuti dall’Afghanistan alla Somalia e sono proprio come noi, con una differenza fondamentale: viviamo in paesi sicuri, possiamo andare dai medici quando siamo feriti, possiamo rivolgerci alla polizia quando subiamo un torto, e le istituzioni ci proteggono. Vivono in campi profughi o su strade bombardate in zone dove non c’è legge, nessuna protezione e nemmeno la speranza della giustizia. Lottano per mantenere i loro figli al sicuro, e se ammettono di essere state violentate, è probabile che subiscano più violenza e rifiuto sociale”.

Il tema dello stupro, ha svelato la Jolie in diretta radio nel programma Woman’s Hour della BBC, è presente anche nel suo ultimo film Maleficent, nella scena in cui Stefan la droga e la deruba delle sue ali.

“Eravamo molto consce, la scrittrice [Linda Woolverton] e io, sul fatto che fosse una metafora di uno stupro. Questa sarebbe stata la cosa che le avrebbe fatto perdere la vista. A un certo punto, la domanda era come avrebbe potuto riottenerla?”

angelian-jolie-Global-Summit-To-End-Sexual-Violence-In-Conflict-01

Anche se questa è una versione estrema della Disney, una versione divertente, spiega la Jolie al cuore del film

“Troviamo l’abuso e come quello che è stato abusato può scegliere di abusare degli altri o di superarlo e di rimanere una persona amorosa e aperta”.

La domanda che è stata posta in questa bellissima trama, spiega l’attrice era

“’Cosa potrebbe rendere una donna così oscura? Perdere tutti i sensi della sua maternità, della femminilità, e la sua tenerezza?’”

In una passata intervista la Woolverton aveva spiegato che il film è una reinvenzione non solo un nuovo racconto della classica storia della Bella Addormentata.

“Abbiamo creato un passato per lei che ha portato al momento in cui maledice Aurora, e poi ci porta dopo quel momento dal punto di vista di Malefica”.

Diretto da Robert Stromberg, al suo esordio dopo una lunga carriera come scenografo (due volte premio Oscar per Avatar e Alice in Wonderland) Maleficent vede nel cast, oltre ad Angelina Jolie, anche Elle Fanning, Sharlto Copley, Sam Riley, Imelda Staunton, Juno Temple e Lesley Manville. Il film ha fatto il suo ingresso nelle sale italiane mercoledì 28 maggio 2014 ed è ancora nelle nostre sale. A questo link trovate anche la pagina Facebook Italiana del film.

Fonti Daily Mail, EOnline

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Netflix verso l’Oscar: Chadwick Boseman sarà proposto come Migliore Attore per Ma Rainey’s Black Bottom 22 Ottobre 2020 - 17:30

Netflix prosegue la sua corsa verso gli Oscar e ha un nome pronto per la categoria Migliore Attore Protagonista: si tratta del compianto Chadwick Boseman, per la sua intensa interpretazione in Ma Rainey's Black Bottom.

La sigla di Dawson’s Creek che tutti ricordiamo non c’è più, ma nessuno se n’è mai accorto 22 Ottobre 2020 - 17:19

Il brano I Don't Want to Wait di Paula Cole è stato rimpiazzato per questioni di diritti

Uncharted: Tom Holland è Nathan Drake nella prima immagine ufficiale! 22 Ottobre 2020 - 17:05

Proseguono le riprese di Uncharted ed ecco che arriva la prima immagine ufficiale del protagonista Tom Holland nel ruolo di Nathan Drake.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).