L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Interstellar verrà proiettato in formato 70mm IMAX in 50 schermi sparsi in tutto il mondo

Di Marlen Vazzoler

nolan digitale interstella imax

Negli ultimi sei anni anche i cinema IMAX si sono adeguati sempre di più alla proiezioni di film in digitale, dall’aprile del 2012 la compagnia ha cominciato a testare il sistema di proiezione laser a 4K e per il 2015 è previsto l’arrivo di un nuovo sistema. A questo punto il numero di cinema che saranno in grado di proiettare i film in pellicola è notevolmente diminuito, come verrà a questo punto distribuito l’ultimo film di Christopher Nolan, Interstellar?

Il presidente di IMAX Entertainment, Greg Foster, ha detto che una cinquantina di cinema in tutto il mondo saranno in grado di proiettare il film, nel formato IMAX 70mm.

“Saranno all’incirca 50 (sale). Non abbiamo ancora una lista dei cinema, ma la faremo relativamente presto. È molto importante per Christopher Nolan e Christopher Nolan è molto importante per noi ed i nostri partner. Questo è un numero globale. I nostri partner alla Paramount e alla Warner Bros., che hanno finanziato il film, sono stati incredibili su questo punto ma questo faceva parte dell’accordo. Il nostro lavoro è… pensatelo come un menu. In un menu IMAX trovi l’antipasto, l’insalata, il pesce, la carne, i vegetariani. Dobbiamo essere in grado di fornire tutto quello che vuole il nostro cliente. Non possiamo dire, ‘Puoi far parte dell’IMAX, solo se prendi una bistecca’, ecco come è formato questo processo. Abbiamo cineprese 2D, abbiamo cineprese 3D, abbiamo digitali 2D, abbiamo digitale 3D. Lasciamo che il regista decida come vuole fare il film, e il nostro compito è quello di dargli gli strumenti in modo da poter girare il film che sognano, come vogliono che venga mostrato”.

In tutto il mondo i cinema IMAX sono circa 800/900 sale, chissà se l’Italia riuscirà ad entrare in quella lista.

La pellicola, co-scritta da Christopher Nolan e basata su di un idea originale del fratello Jonathan Nolan, farà il suo ingresso nelle sale italiane il 6 novembre 2014. La storia si ispirerebbe alle teorie scientifiche di Kip Thorne, un fisico teoretico specializzato in studi gravitazionali e astrofisici alla California Institute of Technology, che sta lavorando come consulente al film ed è produttore esecutivo con Jake Myers e Jordan Goldberg.

Il cast comprende nomi come Anne Hathaway (Les Miserables, The Dark Knight Rises), Bill Irwin, Casey Affleck, Mackenzie Foy (la piccola protagonista di The Twilight Saga: Breaking Dawn – Parte 1 e 2) e Michael Caine. Per maggiori informazioni potete consultare le nostre News dal Blog o la scheda del film sul sito Warner Bros. Vi ricordiamo inoltre che QUI trovate la pagina facebook italiana.

Fonte Collider


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Blacklist: Megan Boone lascerà la serie a fine stagione 8 15 Giugno 2021 - 19:00

Per l'agente FBI diventata villain Elizabeth Keen la stagione 8 sarà l'ultima

Love Child: Rachel Weisz e Colin Farrell nel nuovo film di Todd Solondz 15 Giugno 2021 - 18:15

La dark comedy ambientata in Texas sarà una variazione sul tema del mito di Edipo

The Marvels – Anche Park Seo-joon (Parasite) nel cast 15 Giugno 2021 - 17:30

Pare che l'attore sudocoreano Park Seo-joon, apparso anche in Parasite, sia entrato nel cast di The Marvels, sequel di Captain Marvel.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.