Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2014/06/hunger-games-salute-thailand-00.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Il saluto di Hunger Games contro il colpo di stato in Thailandia

Il saluto di Hunger Games contro il colpo di stato in Thailandia

Di Marlen Vazzoler

hunger-games-salute-thailand-00

Il saluto a tre dita di Katniss, diventato un simbolo contro l’oppressione di Panem nei film di Hunger Games, in questi giorni è stato adottato da chi sta protestando contro il colpo di stato del governo thailandese, avvenuto una decina di giorni fa. L’esercito guidato dal generale Prayuth Chan-ocha ha preso il controllo del paese ed ha sospeso la costituzione dopo il fallimento delle trattative tra le fazioni rivali che da sei mesi si stanno dando battaglia. Uno scontro questo che ha provocato 28 morti e più di 700 feriti dallo scorso novembre.

Questo è il diciannovesimo colpo di stato del paese, negli ultimi 82 anni.

Ai civili è stato detto di continuare le loro vite come al solito ma… le barricate che hanno cominciato a spuntare a Bankok, l’atteggiamento aggressivo adottato per bloccare delle dimostrazioni sul nascere, l’oscurazione della CNN, della BBC, della HBO e del Disney Channel, hanno portato alla realizzazione di un piccolo flashmob organizzato da Sombat Boon-ngamanong, leader dei Red Sunday, tenutosi dentro e fuori il centro commerciale Terminale 21 all’intersezione di Asoke a Bankok, questa domenica.

Sombat che ha chiesto alla gente di alzare ‘3 dita, 3 volte al giorno‘ alle 9, 13 e 15 in luoghi pubblici sicuri dove la polizia e i militari non sono presenti, ha spiegato che

“Alzare le tre dita è diventato un simbolo per richiedere i fondamentali diritti politici”.

Un centinaio di persone, protestanti appartenenti a diverse fazioni e un gruppo di attivisti individuali, si sono presentati all’una con dei striscioni contro il colpo di stato e prima di finire la manifestazione un’ora dopo, hanno fatto il saluto a tre dita. La gestione del Terminal 21 è stato costretto a chiudere il centro commerciale e a ordinare ai clienti di uscire, mentre nelle vicinanze decine di poliziotti e soldati con l’elmetto e scudi antisommossa prendevano posizione. Nelle strade erano stati parcheggiati due camion dell’esercito e un Humvee su cui era stata montata una mitragliatrice, ma i fischi della folla hanno provocato il loro allontanamento.

Venti minuti dopo l’inizio del ritrovo la polizia e i militari si sono mossi all’interno. La manifestazione è continuata senza incidenti anche se c’è stato un piccolo impasse che ha visto coinvolti due poliziotti in borghese, circondati dalla folla perché stavano cercando di trattenere uno dei manifestanti. Ma dopo diversi minuti di urla, il contestatore è stato liberato.

I militari hanno dichiarato che stanno monitorando la protesta silenziosa del saluto a tre dita e che arresteranno i gruppi di persone che rifiuteranno di abbassare le loro braccia. Il colonnello Weerachon Sukhondhapatipak, il portavoce della giunta a capo del colpo di stato, ha detto all’AP:

“È un ovvia forma di resistenza, dobbiamo controllarla in modo che non causi disordini nel paese”.

Secondo alcuni protestanti il saluto a tre dita rappresenta i tre valori della rivoluzione francese: libertà, eguaglianza, fraternità. Per altri vuol dire libertà, elezioni e democrazia.


Weerachon spiega:

“Sappiamo che proviene dal film, e diciamo che rappresenta la resistenza contro le autorità. Se un singolo individuo alza le tre dita in aria, non lo arresteremo. Ma se è un ritrovo politico di cinque o più persone, allora dovremmo prendere qualche azione. Se persisteranno, dovremmo fare un arresto”.

Riuscirà questo piccolo gesto a fare breccia in questo ennesimo colpo di stato thailandese?

Ricordiamo che Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1 uscirà il 20 novembre in Italia. A questo link trovate la pagina Facebook ufficiale italiana.   #IlCantoDellaRivolta #HungerGames #ilfuocoillumineraloscurita

Fonti Guardian, bangkokpost, wsbtv

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Venezia: a Walter Hill il premio Cartier Glory to the Filmmaker 12 Agosto 2022 - 14:00

Il regista, che presenterà fuori concorso il suo western Dead for a Dollar, riceverà il premio alla carriera sponsorizzato da Cartier

The Punisher: Rob Zombie e Walter Hill avrebbero potuto dirigere il sequel con Thomas Jane 12 Agosto 2022 - 13:15

La star del Punisher del 2004 ha rivelato che i due registi sono stati presi in considerazione, e Hill voleva scrivere e dirigere

The Batman: il sequel non ha ancora ricevuto il via libera 12 Agosto 2022 - 12:30

Il sequel di The Batman è ancora in fase di sviluppo e non ha ancora ricevuto il via libera.

The Sandman: i fan del fumetto possono dormire sonni tranquilli (recensione senza spoiler) 5 Agosto 2022 - 9:01

Neil Gaiman aveva ragione a proposito della trasposizione fedele. Ma The Sandman può piacere anche a chi il fumetto non l'ha mai letto?

Prey: il film “Predator contro i Comanche”, fortunatamente, fa il suo 3 Agosto 2022 - 18:01

E ci riesce ribaltando in continuazione i concetti di preda e predatore. Le nostre impressioni sul prequel di Predator, in uscita il 5.

MCU, perché è molto importante aver annunciato due nuovi film degli Avengers 25 Luglio 2022 - 10:06

Quello che mancava nell'MCU: una nuova pianificazione, per i prossimi tre anni, con due film degli Avengers in chiusura.