L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Ghostbusters – 10 cose che forse non sapete sul cult movie diretto da Ivan Reitman #GB30

Di Filippo Magnifico

ghostbusters-30th-anniversary-logo-sony

Ghostbusters, il film diretto nel 1984 da Ivan Reitman, ha compiuto 30 anni. Abbiamo già dedicato il nostro personalissimo articolo di auguri a questo intramontabile cult movie, ma la voglia di parlarne non è passata. Sono talmente tanti gli aneddoti legati alla fantastica avventura del Dott. Peter Venkman (Bill Murray) e dei suoi colleghi Raymond Stantz (Dan Aykroyd), Egon Spengler (il compianto Harold Ramis) e Winston Zeddmore (Ernie Hudson) che si potrebbe discuterne per mesi. Noi ne abbiamo scelti 10…

1- LA STORIA

ghostbusters1

Prima di tutto va detto che il film nasce dalle ceneri di un altro progetto: una trasposizione cinematografica di Guida Galattica per Autostoppisti, il romanzo cult di Douglas Adams. Fu Dan Aykroyd, chiamato dalla produzione per interpretare il personaggio di Ford Prefect, a cambiare le carte in tavola. L’attore aveva un sogno nel cassetto: realizzare una pellicola incentrata sulle avventure di un super gruppo di indagatori dell’occulto. Al regista Ivan Reitman e al resto della produzione l’idea piacque, si decise così di mettere da parte Guida Galattica per Autostoppisti. La storia originale era decisamente ambiziosa e lontana da quella che tutti conosciamo (e amiamo): gli Acchiapafantasmi erano in grado di viaggiare nel tempo e nello spazio, avevano delle tute simili a quelle degli SWAT, una vettura ECTO-1 volante e i mostri giganti contro cui combattere erano più di uno. Per realizzare tutto questo era necessario un budget altissimo, per questo fu chiesto a Dan Aykroyd di ridimensionare la storia, con l’aiuto dell’amico Harold Ramis.

2- IL NOME

ghostbusters-title-card

Ghostbusters non è stata la prima scelta della produzione. La rosa dei nomi comprendeva anche Ghostblasters e Ghoststoppers. Il nome definitivo è stato scelto durante la lavorazione del film, a testimonianza di questo un video dal set che mostra le riprese dello spot realizzato dagli Acchiappafantasmi una volta raggiunta la celebrità (che trovate qui). Per andare sul sicuro Bill Murray, Dan Aykroyd e il compianto Harold Ramis hanno recitato la scena utilizzando i tre nomi, scegliendo successivamente quello giusto.

3- IL CAST

josh-dan-bill

I primi nomi presi in considerazione per i Ghosbusters furono Dan Aykroyd, John Belushi ed Eddie Murphy. Belushi non ha potuto partecipare al film per cause di forza maggiore: la sua morte per overdose nel 1982. Eddie Murphy ha invece preferito interpretare il ruolo di Axel Foley in Beverly Hills Cop, una scelta decisamente felice, dato che stiamo parlando di un grande film, sempre uscito nel 1984 e secondo per incassi solo a Ghostbusters. Anche per questo si è deciso di riscrivere la storia. Il ruolo di Louis Tully era stato inizialmente affidato al compianto John Candy, che fu allontanato per divergenze creative (l’attore voleva che il suo personaggio parlasse con un marcato accento tedesco). La produzione optò dunque per Rick Moranis. Per quanto riguarda Bill Murray, il suo ingresso nel cast è stato possibile solo grazie a determinate condizioni: il finanziamento da parte della Columbia di un remake de Il filo del rasoio, che avesse lui come protagonista. Complicata anche la scelta di un attore per il ruolo del dottor Egon Spengler: non si riusciva a trovare un volto giusto, lo sceneggiatore Harold Ramis decise allora di far suo quel personaggio.

4- LA FRETTA

cstreams

La fretta non è mai positiva, soprattutto quando si parla di produzioni cinematografiche. Eppure, che ci crediate o no, Ghosbusters è stato girato in pochissimo tempo, per rispettare la data di uscita già fissata. Se si tiene conto del risultato finale viene da non crederci, eppure è stato lo stesso Dan Aykroyd a dichiarare che il film è pieno di errori tecnici e di effetti speciali incompleti. Guardando la pellicola in lingua originale, inoltre, ci si rende conto che molte battute sono state ridoppiate dagli attori. Questo perché a causa della fretta si è deciso di seguire poco la sceneggiatura, lasciando ampio spazio all’improvvisazione. Il finale del film è stato inoltre concepito durante la sua lavorazione. Era arrivato il momento di girare quella scena ma non c’erano idee, solo dopo una lunga consultazione si è deciso di far incrociare i flussi ai nostri eroi.

5- LO ZAINO PROTONICO

packnames

Tutti quanti siamo abituati a chiamare “Zaino Protonico” (“Proton Pack” nella versione originale) la pesante arma che gli Acchiappafantasmi portano sulle spalle, ma in realtà questo termine non viene mai usato nel film. Quel nome è stato pronunciato per la prima volta in Ghostbusters 2 da Egon Spengler, nella scena ambientata nel tunnel della metro (“Prima di andare oltre io prenderei i nostri zaini protonici!”). Tuttavia il termine era già stato utilizzato nelle bozze della sceneggiatura del primo film. Piccola curiosità: nella versione originale della storia i Ghosbusters non usavano gli zaini protonici per fronteggiare i loro nemici, ma delle “bacchette magiche”.

6- LA CANZONE DI RAY PARKER JR.

Ray+Parker+Jr+ghostbusters45_photo

Se dal canto suo la produzione non hai mai avuto le idee del tutto chiare, lo stesso vale per Ray Parker Jr., che ha composto la famosissima theme song del film. Vittima del cosiddetto “blocco creativo”, il cantante ha composto il brano alle 4:30 del mattino, dopo aver visto in televisione lo spot di una ditta di spurghi e drenaggi che gli aveva fatto venire in mente il video promozionale degli Acchiappafantasmi che compare nel film. È nato così il famosissimo “Who you gonna call?” e anche in questo caso la fretta è stata una caratteristica determinante: non c’era tempo per confezionare al meglio la canzone e Ray si è dovuto rivolgere ad amici per registrare i cori. Ciononostante il brano si è rivelato un grandissimo successo ed è rimasto in cima alla classifica USA per ben tre settimane. Non sono mancati però i problemi: Huey Lewis del gruppo Huey Lewis and the News (che ha composto la theme song di Ritorno al Futuro), lo accusò di aver plagiato la canzone “I Want a New Drug“.

7- LA LOVE STORY TRA EGON E JANINE

gb1_mult_img_screencap29

In verità guardando il film si intuisce che tra i due ci sia del tenero, ma nella versione originale era prevista una vera e proprio storia d’amore tra Egon Spengler (Harold Ramis) e Janine Melnitz, la segretaria dei Ghosbusters interpretata da Annie Potts (il ruolo fu inizialmente proposto a Sandra Bernhard). Successivamente si è deciso di eliminare gran parte di questa sottotrama, anche se alcuni frammenti si possono recuperare grazie alle scene eliminate.

Deleted Scene – Janine and Egon for Ghostbusters on TrailerAddict.

8- NESSUNO VUOLE BENE A WILLIAM ATHERTON

peck

Determinati attori non riescono proprio a staccarsi i loro ruoli di dosso. Ne sa qualcosa William Atherton, che in Ghostbusters interpreta l’odioso funzionario del Dipartimento dell’Ambiente Walter Peck. Il suo ruolo in una commedia di successo non gli ha portato onore e gloria, ma più che altro odio. C’è stata un periodo, infatti, in cui Atherton ha dovuto sopportare pesanti insulti da parte della gente che incontrava per strada e addirittura vere e proprie minacce. Ciononostante ha continuato a fare lo “stronzetto” in altre pellicole, come Trappola di Cristallo e 58 Minuti per Morire.

9- SLIMER

ghostbusters-slimer1

Il fantasma più famoso del film, merito anche del ruolo di punta che ha avuto nella serie animata realizzata successivamente. Nella pellicola però nessuno lo chiama Slimer (il nome gli è stato dato nel cartone, appunto), sul set era conosciuto come Onionhead, mentre Dan Aykroyd lo chiamava simpaticamente Bluto, perché gli ricordava il personaggio interpretato da John Belushi in Animal House.

10- NEW YORK… A LOS ANGELES!

ghostbusters_24796

Nonostante sia considerato tra i cult movie della Grande Mela, Ghostbusters è stato girato solo in minima parte a New York. Per l’esattezza le riprese a Manhattan sono durate tre settimane, mentre il resto dei lavori si è svolto in quel di Los Angeles. L’albergo in cui viene avvistato per la prima volta Slimer, ad esempio, è un misto tra l’Algonquin Hotel di New York (la facciata) e il Millennium Biltmore Hotel di Los Angeles (tutte le scene in interni). Stessa cosa per la caserma dei pompieri diventata il quartier generale degli Acchiappafantasmi: l’esterno è quello della Hook and Ladder #8 di Tribeca, New York, gli interni invece sono di una caserma dei pompieri di Los Angeles, set di altre pellicole come Grosso Guaio a Chinatown e The Mask.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Journal for Jordan: Chanté Adams protagonista del nuovo film di Denzel Washington 23 Ottobre 2020 - 21:15

L'attrice affiancherà Michael B. Jordan nel film biografico

Scream 5: nuove foto dal set, Courteney Cox è di nuovo Gale Weathers! 23 Ottobre 2020 - 20:30

Le riprese di Scream 5 proseguono a Wilmington, nel North Carolina, ed ecco che arrivano nuove foto dal set con Courteney Cox, tornata ad interpretare il ruolo di Gale Weathers.

I mille volti di Sacha Baron Cohen, da Borat a Netflix 23 Ottobre 2020 - 20:05

Sacha Baron Cohen è tornato a interpretare il giornalista kazako Borat su Amazon Prime Video: ecco tutti i diversi volti dell'istrionico attore!

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).