L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

24: Live Another Day – La recensione del nono episodio: 7:00 – 8:00 P.M.

Di Lorenzo Pedrazzi

24-9x9-copertina

Nono episodio per 24: Live Another Day, che copre l’arco temporale fra le sette e le otto della sera: Jack Bauer e Kate Morgan sono alla stretta finale con Margot Al-Harazi, ma un’ulteriore minaccia si profila all’orizzonte…

Attenzione: il seguente articolo contiene SPOILER

Il Presidente James Heller (William Devane) ha ceduto al ricatto di Margot Al-Harazi (Michelle Fairley): aiutato da un recalcitrante Jack Bauer (Kiefer Sutherland), si è piazzato al centro dello stadio di Wembley, dove un drone lo ha fatto saltare in aria con un missile. Ma è andata realmente così? Mentre fa precipitare i droni nel canale della Manica, il figlio di Margot, esaminando il filmato del bombardamento, nota una piccola ripetizione nell’immagine del Presidente, segno che il video è stato manomesso per ingannarli. In effetti, è stata proprio Chloe (Mary Lynn Rajskub) a introdursi nel sistema informatico del drone per manometterlo: il Presidente, quindi, è salvo, e Jack lo affida al suo amico Belcheck per portarlo al sicuro.
Furente per l’inganno, Margot salva l’ultimo drone e lo indirizza verso la stazione ferroviaria di Londra, dove molti cittadini si sono ammassati per fuggire. Il Primo Ministro britannico ordina l’evacuazione, ma potrebbe essere troppo tardi. Nel frattempo Chloe, con l’aiuto di Adrian Cross (Michael Wincott), riesce a risalire al segnale che controlla il drone, e individua la posizione di Margot, dove si precipitano subito Jack, Kate Morgan (Yvonne Strahovski) e una squadra della CIA. Durante il conflitto a fuoco con i terroristi, Jack penetra nell’appartamento dove si nascondono la donna e il figlio, e li uccide entrambi gettandoli dalla finestra (il figlio per autodifesa, la madre – ormai inerme – per vendetta). Recuperato il dispositivo utilizzato per dirottare i droni, gli agenti tornano alla base, ma Kate riceve una telefonata da un suo informatore di Scotland Yard, che le rivela che Jordan Reed (Giles Matthey) è stato trovato morto in un’officina insieme a uno sconosciuto: i due si sono uccisi a vicenda. Lei ed Erik Ritter (Gbenga Akinnagbe) si recano sul posto per controllare, mentre Jack torna alla base della CIA per consegnare il dispositivo. Dopo aver scoperto della morte di Reed, si fa inviare da Kate l’impronta digitale dello sconosciuto, la gira a un suo amico di Langley e scopre che appartiene a un sicario dell’intelligence che faceva capo a Steve Navarro (Benjamin Bratt). Quest’ultimo, nel frattempo, ha rubato il dispositivo per portarlo a Adrian in cambio delle risorse per lasciare il paese, ma Jack si lancia subito al suo inseguimento. Intanto, lo stesso Adrian si reca all’appuntamento con Navarro, insieme all’inconsapevole Chloe…

1

Con una mossa inattesa, 24: Live Another Day chiude la trama di Margot Al-Harazi quando mancano ancora tre puntate al termine della miniserie, spostando l’attenzione sulle macchinazioni di Steve Navarro, Adrian Cross e del loro misterioso committente. Gli sceneggiatori hanno adottato una costruzione insolita, almeno rispetto alla media: all’inizio della serie hanno citato il presunto tradimento del marito di Kate, poi si sono concentrati sulla minaccia di Margot – che resta comunque il nucleo centrale della stagione – e infine hanno lasciato sbocciare il seme di quella sottotrama parallela, svelando il tradimento di Navarro, il coinvolgimento di Cross e l’interesse del committente per il dispositivo utilizzato dai terroristi. In effetti, la vicenda di Margot non poteva reggere sulla distanza dei dodici episodi, mentre la caccia a Navarro potrà garantire la giusta dose di azione e suspense per il gran finale (che, ricordiamolo, potrebbe essere veramente l’ultima avventura di Jack Bauer: gli autori stanno prendendo in considerazione l’idea di passare il testimone a Kate).

3

Al solito, l’episodio è ben ritmato e avvincente, scandito com’è dall’ennesima lotta contro il tempo (il drone sta per bombardare la stazione di Londra) che alita sul collo dei personaggi e li costringe ad agire in fretta, fino al classico salvataggio all’ultimo minuto, quando Jack devia il missile sul Tamigi. Ben piazzato anche il colpo di scena che riguarda Heller, dato per spacciato alla fine dell’episodio precedente, ma soccorso con il solito – e forse un po’ troppo abusato – stratagemma informatico. Di particolare interesse, però, è il modus agendi del protagonista, la cui ambiguità è palese soprattutto per chi osserva da oltreoceano: prodotto di un contesto tendenzialmente reazionario, Jack è ormai estraneo alle regole del “sistema” e della morale corrente, ma ne segue di proprie, più dure e spietate. Così si spiega l’omicidio – puramente gratuito – di Margot, ormai catturata e inerme. Jack la scaraventa fuori dalla finestra senza alcuna giustificazione che non fosse il desiderio di vendetta, senza un processo, ma seguendo invece i moti tumultuosi del suo animo traboccante di rancore. Peraltro, l’omicidio della donna non viene messo in discussione né dai colleghi né dai superiori: nessuno si pone alcuna domanda sulla legittimità di tale azione. Jack ha ormai “oltrepassato il limite”, anche se la grazia presidenziale dovrebbe permettergli – sempre che sopravviva alla fine della miniserie – di tornare dalla sua famiglia, e magari ritirarsi. Nel frattempo, però, è libero di agire come una scheggia impazzita, scevro da imposizioni esterne, pur conservando sempre il bene collettivo come scopo primario: d’altra parte, non è certo il fine ad apparire discutibile, quanto i mezzi da lui utilizzati per perseguirlo.

La citazione: «Beh, non c’è niente di meglio per diffondere il panico che dire alla gente di restare calma.»

Ho apprezzato: il buon ritmo dell’episodio; il colpo di scena del salvataggio di Heller.

Non ho apprezzato: il consueto abuso di stratagemmi informatici.

Potete scoprire, commentare e votare tutti gli episodi di 24: Live Another Day sul nostro Episode39 a questo LINK.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

L’uomo delle castagne – Il teaser della serie danese, su Netflix il prossimo autunno 21 Giugno 2021 - 14:00

L'uomo delle castagne, serie thriller danese basata sull'omonimo romanzo di Søren Sveistrup, arriverà su Netflix in autunno: ecco il primo teaser.

Festa del Cinema di Roma 2021: Premio alla Carriera per Tim Burton e Quentin Tarantino 21 Giugno 2021 - 13:06

Tim Burton e Quentin Tarantino riceveranno il premio alla carriera durante l'edizione 2021 della Festa del Cinema di Roma.

Rick and Morty – Il primo episodio della stagione 5 è disponibile su Youtube 21 Giugno 2021 - 12:00

Adult Swim ha condiviso su Youtube il primo episodio della quinta stagione di Rick and Morty, intitolato Mort Dinner Rick Andre.

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.