L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Whiplash, la recensione del migliore film visto finora a Cannes

Di Andrea D'Addio

Whiplash-5547.cr2

Girare un film su di un giovane batterista jazz che cerca di “diventare il migliore” come se si parlasse di Rocky e del pugilato. Il suo nemico? Nessun Apollo Creed, ma un professore che dopo averlo voluto nella sua orchestra comincia a metterlo al centro di una serie di angherie e stress che rischiano di spingerlo alla depressione, a meno che lui non tiri davvero fuori tutto il carattere e la forza di emergere che appartengono ai più grandi…

Riuscire a fare apparire la musica come qualsiasi altro sport dove oltre all’impegno servono dedizione e determinazione non era facile. Un pugile può vincere un match, ma cosa può fare un musicista che suona in una band per mostrare al pubblico di non essere solo uno molto bravo, ma il più bravo? Damien Chazelle, qui al suo primo film da regista dopo che sullo stesso soggetto aveva basato un corto, riesce nell’impresa di rendere la musica più viva che mai, ogni piatto di batteria diventa un movimento, ogni goccia di sudore lasciata sulle bacchette il simbolo di un’intensità che non è solo quella dell’assolo, ma diventa tensione narrativa. Suono ed immagine vanno di pari passo evitando la trappola del videoclip per ergersi a grande cinema. Da dove arriva l’eccellenza se non dal superare quelli che pensiamo siano i giusti limiti di un’opera artistica? La risposta, retorica, trova conferma sia nella sviluppo della trama (Chazelle evita tutti i luoghi comuni, niente happy end amoroso e sincera antipatia per chi non ha talento o non si impegna abbastanza per emergere) che con quel finale che ci si aspetterebbe finisca prima, ma che invece continua, insiste e ci tiene sul filo del rasoio senza lasciarci capire dove si stia andando per poi ritirare tutto sù come un direttore d’orchestra fa stringendo con il pugno. Il risultato? Come ad un concerto di cui ci si ricorderà a lungo viene voglia di alzarsi in piedi ed applaudire. Così del resto è accaduto a Cannes durante le varie proiezioni dedicate a stampa e pubblico del festival (sezione Quinzaine des réalisateurs), una standing ovation che ha commosso sia il giovane regista che il grande J.K. Simmons, tanto terribile sullo schermo nei panni del professore quanto grande è la sua interpretazione. Whiplash aveva vinto anche al Sundance Film Festival (migliore film drammatico) e non c’è dubbio che si leverà altre soddisfazioni durante i prossimi mesi.

Screenweek è presente anche quest’anno alla 67esima edizione del Festival di Cannes. Rimanete sintonizzati sulle nostre frequenze per tutti gli aggiornamenti dal Festival di Cannes e seguiteci sui social network (FacebookTwitterInstangram) tramite l’hashtag #SWCannes.

Whiplash non ha ancora una distribuzione né americana né italiana. Qui sotto anche una clip del film:


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Star Wars: Galactic Starcruiser, un’esperienza unica al mondo dal 2022 a Walt Disney World 4 Agosto 2021 - 21:30

Due giorni e due notti a bordo di un'astronave da crociera, un'esperienza immersiva come mai prima d'ora per i fan di Star Wars

Annette: il trailer del musical di Leos Carax con Adam Driver e Marion Cotillard 4 Agosto 2021 - 20:45

Il film uscirà in USA su Amazon Prime Video, mentre arriverà in Italia al cinema da I Wonder Pictures, Koch Media e Wise Pictures il 20 agosto

Wednesday: Eva Green sarà Morticia Addams nella serie Netflix di Tim Burton? 4 Agosto 2021 - 20:00

La serie su Mercoledì de La famiglia Addams sarà anche interpretata da Jenna Ortega

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.