L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Welcome to New York – Strauss-Kahn vuole denunciare il film di Ferrara per diffamazione

Di Marlen Vazzoler

welcome-to-new-york-depardieu

La Wild Bunch la compagnia che ha prodotto il film di Abel Ferrara, Welcome to New York presentato in anteprima in questi giorni al Festival di Cannes, nelle vesti del suo co-fondatore Vincent Maraval ha dichiarato di non essere preoccupata di essere citata in tribunale a causa dei chiari parallelismi tra il protagonista del film, Devereaux (Gérard Depardieu) e l’ex capo del fondo monetario internazionale Dominique Strauss-Kahn, accusato nel maggio del 2011 di aver assalito sessualmente l’impiegata di un albergo newyorkese. Maraval ha anche detto che se qualcuno vuole ‘Farci pubblicità, è il benvenuto’, il film è stato creato sotto la legge americana ed è stato ben vagliato dagli avvocati.
Ma sembra che il suo commento sia stato preso alla lettera visto che questa mattina sulla radio francese Europa 1, il legale di Strauss-Kahn, Jean Veil, ha dichiarato che il suo cliente ha dato istruzioni ai suoi avvocati di

“presentare una causa per diffamazione per le accuse di stupro e le insinuazioni che sono presenti in tutto il film”.

La causa dovrebbe essere compilata nei prossimi giorni, inoltre su raccomandazione dei suoi amici, Strauss-Kahn non ha visto e non vedrà il film per ‘proteggere se stesso’.

welcome-to-new-york-ferrara

Inoltre l’uomo è d’accordo con l’ex moglie, la giornalista francese Anne Sinclair, che la scorsa domenica ha pubblicato un editoriale nella versione francese del Huffington Post in cui ha definito la pellicola antisemita. Nel pezzo viene espresso il suo disgusto per altri aspetti del film: la nudità di Depardieu, il dialogo scadente, come le donne vengono rappresentate e in particolare per lo scontro tra Devereaux e Simone, verso la fine della pellicola, quando le accuse contro il protagonista vengono ritirate e lui accusa la moglie di essere ossessionata dai soldi e dal potere.

“Le allusioni alla mia famiglia durante la guerra sono degradanti e diffamatorie. Dicono il contrario di quello che è successo. Non ho mai pensato che avrei dovuto difendere oggi la loro memoria di fronte a dei così chiari attacchi antisemiti”.

La Sinclair è la nipote di un noto mercante d’arte fuggito dai nazisti, Paul Rosenberg, spogliato della sua nazionalità francese dal governo di Vichy.
Oggi Ferrara ha risposto alle accuse antisemite al AFP:

“Spero di no. Sono stato cresciuto da una donna ebrea”, ha poi spiegato di non aver diffamato il padre della Sinclair. “Non era un collaboratore, è stato quasi ucciso dalla Gestapo. Era completamente l’opposto, è stato quasi ucciso come sei milioni di ebrei”.

Welcome to New York è in concorso al Festival di Cannes.

Fonti Deadline, the times of Israel

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Lily James è Pamela Anderson in Baywatch nelle nuove foto di Pam and Tommy 15 Maggio 2021 - 16:00

La trasformazione di Lily James in Pamela Anderson si conferma impressionante: ecco le nuove foto dell'attrice in Pam and Tommy, con il look di Baywatch.

ABC cancella Rebel, Mixed-ish e American Housewife 15 Maggio 2021 - 15:00

La serie ispirata alla vita di Erin Brockovich non tornerà per una nuova stagione, così come lo spin-off di Black-ish

Secret Invasion – Svelati i registi della serie Marvel per Disney+ 15 Maggio 2021 - 14:00

Thomas Bezucha e Ali Selim dirigeranno vari episodi di Secret Invasion, serie dei Marvel Studios ispirata al fumetto di Brian Michael Bendis e Leinil Yu.

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.