Maps to the Stars – La recensione dal Festival di Cannes

Maps to the Stars – La recensione dal Festival di Cannes

Di Andrea D'Addio

Maps to the Stars Robert Pattinson Foto Dal Film 01

L’unico momento memorabile di Maps To The Stars è posto all’inizio, quando si scopre che Robert Pattinson, colui che in Cosmpolis, precedente film di David Cronenberg, girava per New York sui sedili posteriori della sua limousine, qui interpreta uno chauffeur che porta in giro le star. Trattasi di scelta di casting, non certo di sceneggiatura o regia. E questo la dice lunga sul grado di ispirazione del cineasta canadese che per raccontare le storture e gli eccessi di Hollywood e dintorni pesca qua e là dalla sua filmografia passata copiando di fatto sé stesso (anche se la sceneggiatura non è sua, ma di Bruce Wagner). Non si tratta di un film noioso, anzi, la proiezione è godibile (la tensione sale gradualmente nel corso della storia) e rispetto a Cosmopolis siamo finalmente tornati all’interno di un universo che Cronenberg sa maneggiare bene (del resto è il suo). Manca però il guizzo, quel passo in avanti che attendiamo da La Promessa dell’Assassino (2007), vero suo ultimo grande film.

La trama. Siamo a Los Angeles dove seguiamo le vicende di un celebre fisioterapista televisivo, di suo figlio baby star del cinema, di un’attrice figlia d’arte ossessionata dal fantasma della madre e di una ragazza appena arrivata in California con il viso deturpato da un’ustione di cui è rimasta vittima da giovanissima. Sono vite in qualche modo incrociate le une alle altre, alcune da un segreto, altre da semplici rapporti professionali. In ogni caso sono tutte persone toccate da eventi accaduti in passato, misteri che improvvisamente ritornano ad affollargli la mente come degli incubi.

maps_to_the_stars-620x412

Molto vicino, se non vicinissimo, a Inseparabili (solo che qui non si parla di gemelli), con evocazioni varie da Crash (la deturpazione) e Spider (il malsano e morboso rapporto tra genitori e figli), Maps to the Stars utilizza l’ambientazione hollwyoodiana (ripresa anche nel titolo) più come un pretesto narrativo che come cuore vitale del racconto. Non è il mondo del cinema causare gli eccessi vissuti dai vari personaggi, ma relazioni che non dovevano continuare e abusi che avrebbero segnato negativamente l’infanzia di chiunque. Nulla da dire sul cast: da Julianne Moore a Mia Wasikowska passando per John Cusack e la giovane rivelazione Evan Bird tutti risultano adatti e in parte. Piccola nota a parte per Sarah Gadon, qui nei panni di un fantasma, una piccola interpretazione che conferma come Cronenberg ne voglia fare una sua musa (era sia in A Dangerous Method che in Cosmpolis che in Antiviral del figlio Brandon).

Maps To The Star arriverà nelle nostre sale il 21 maggio 2014.

Screenweek è presente anche quest’anno alla 67esima edizione del Festival di Cannes. Rimanete sintonizzati sulle nostre frequenze per tutti gli aggiornamenti dal Festival di Cannes e seguiteci sui social network (FacebookTwitterInstangram) tramite l’hashtag #SWCannes.

LEGGI ANCHE

Gli studios ignorano le richieste sui protocolli sull’aborto dei creatori 11 Agosto 2022 - 18:03

Disney, Netflix, AppleTV+, NBCUniversal, Amazon, Warner Bros, Discovery e AMC Networks hanno risposto alla richiesta di rettificare il piano di sicurezza sull'aborto di più di mille creatori di Hollywood.

Cenerentola: il trailer del musical Amazon con Camila Cabello 3 Agosto 2021 - 20:20

La rilettura della classica fiaba arriverà su Amazon Prime Video il 3 settembre

Anche Zendaya reciterà nel Dune di Denis Villeneuve 30 Gennaio 2019 - 22:44

La giovane attrice lanciata da Spider-Man: Homecoming raggiungerà un cast davvero stellare!

Contest Scanner – Gioca e Vinci con L’estate addosso, Pets e Alla ricerca di Dory 11 Settembre 2016 - 17:00

Ecco i migliori concorsi / contest / giveaway legati al mondo del cinema e della televisione comparsi nel web negli ultimi giorni...

Dune – Parte Due, cosa e chi dovete ricordare prima di vederlo 27 Febbraio 2024 - 11:57

Un bel ripassino dei protagonisti e delle loro storie, se è passato un po' di tempo da quando avete visto Dune.

City Hunter The Movie: Angel Dust, la recensione 19 Febbraio 2024 - 14:50

Da oggi al cinema, per tre giorni, il ritorno di Ryo Saeba e della sua giacca appena uscita da una lavenderia di Miami Vice.

X-Men ’97: che fine ha fatto Xavier (e perché ora c’è Magneto con gli X-Men)? 16 Febbraio 2024 - 10:44

Come si era conclusa la vecchia serie animata degli anni 90? Il Professor Xavier era davvero morto? (No)

L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI