L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
È morto Gordon Willis, il direttore della fotografia de Il Padrino

È morto Gordon Willis, il direttore della fotografia de Il Padrino

Di Valentina Torlaschi

Gordon Willis morto direttore fotografia Il Padrino

Dal bianco e nero raffinatissimo di Manhattan per Woody Allen ai colori “lowkey” della saga de Il padrino per Francis Ford Coppola, il lavoro di luci e ombre del direttore della fotografia Gordon Willis ha segnato la Storia del Cinema. Ma ora Gordon Willis se ne è andato, all’età di 82 anni.

Nato a New York, dove il padre lavorava come truccatore per la Warner Bros., Willis aveva sin da subito deciso di buttarsi nel mondo del cinema ma se inizialmente aveva provato la carriera da attore, gradualmente si rese conto che il suo posto era dietro la macchina da presa. In particolare nella cura delle luci, nella direzione della fotografia. Una passione che però dovette accantonare per un po’ in quanto da ragazzo venne chiamato a combattere nella guerra in Corea: ma anche lì riuscì a lavorare al suo sogno facendosi affidare al reparto “Air Force Photographic and Charting Service” dove in 4 anni si cimentò come operatore di documentari e fotografo raffinando la sua tecnica. Al ritorno in America fece ancora un po’ di gavetta come assistente-operatore e poi come operatore fino al debutto come vero e proprio direttore della fotografia con End of the road (1970) di Aram Avakian.

Il padrino

Ben presto si fece apprezzare per il suo originale “tocco” che consisteva nel “togliere piuttosto che nell’aggiungere”, illuminare insomma il meno possibile la scena; da lì, gli venne affibbiato dall’amico-collega Conrad Hall il soprannome di “principe delle tenebre“. Tra i film più noti a cui lavorò: Klute di Alan J. Pakula, Perché un assassinio (1974), Tutti gli uomini del presidente (1976), Io e Annie (1977) e Manhattan (1979) di Woody Allen. Il sodalizio Allen-Willis durò quasi 10 anni per un totale di 8 film. Ma è di certo la collaborazione con Coppola il punto più alto della carriera di Gordon Willis che firmò appunto la fotografia della trilogia de  Il padrino ispirandosi alla luce di pittori come Vermeer, Sargent e Rembrandt.

Nel suo lungo percorso artistico Gordon Willis ricevette due candidature agli Oscar per Zelig e Il padrino – Parte III e poi l’Oscar onorario nel 2010.

Fonte: Empire

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Disney: Bob Chapek parla del futuro del cinema, cosa cambierà? 2 Marzo 2021 - 16:00

Parlando durante una conferenza, il CEO Disney Bob Chapek ha detto che un ritorno alle window cinematografiche pre Covid sembra sempre più improbabile.

Green Lantern: le riprese della serie HBO Max in aprile? 2 Marzo 2021 - 15:15

La serie di Marc Guggenheim e Seth Grahame-Smith potrebbe entrare in lavorazione prima del previsto

Thor: Love and Thunder – Foto e video dal set con Matt Damon, Sam Neill, Luke Hemsworth e [SPOILER] 2 Marzo 2021 - 14:30

Matt Damon, Sam Neill e Luke Hemsworth torneranno in Thor: Love and Thunder, dove metteranno in scena gli eventi di Ragnarok.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.