L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Dragon Trainer 2 – La recensione dal Festival di Cannes

Di Andrea D'Addio

Dragon Trainer 2 Poster USA 02

A distanza di quattro anni con Dragon Trainer 2 ritorna l’isola di Berk, lì dove un tempo draghi e vichinghi si facevano la guerra ed ora oasi di felice di comune convivenza grazie al legame stretto tra Hiccup e Sdentato. Tutto sembra andare per il meglio tanto che Stoick ha deciso di farsi da parte e di lasciare il comando del villaggio a suo figlio che però non si sente pronto. Nuovi pericoli però vengono dal passato, da un vecchio maestro di draghi pronto a tutto pur di spezzare l’idillio creatosi e conquistare il mondo. Con lui c’è un imponente esercito e una mostruosa creatura dai poteri molto speciali….

Se il primo Dragon Trainer metteva di fronte umani e draghi, stavolta lo scontro è fra draghi e draghi. Da un punto di vista narrativo l’aspetto drammatico della vicenda ruota ancora una volta intorno all’amicizia, il diventare adulti e l’unità della famiglia. Come nel precedente episodio non manca una tragicità da “Re leone”, oltre a ricorrere il tema della mutilazione (se da una parte Hiccup è senza un piede e Sdentato senza una parte di coda, anche il nemico di turno non è integro). Ben dosati ancora una volta sono i vari momenti commoventi della vicenda, ben concentrati all’inizio e a metà del racconto prima di arrivare allo spettacolare finale. Si ride e sorride come al solito, ma soprattutto ciò che sorprende è come nulla sembri tirato via a forzam un rischio sempre alto quando si parla di sequel (e questo non sarà il solo, ci sarù un terzo capitolo in uscita nel 2016). Sia i personaggi che lo sviluppo della storia segue una coerenza di fondo invidiabile se si pensa che all’epoca del primo Dragon Trainer non si pensava di farne una saga.

HOW TO TRAIN YOUR DRAGON 2    Hiccup   Astrid  Clip   YouTube

Da un punto di vista visivo non c’è dubbio che Dean DeBlois, il regista, sappia come sfruttare al meglio il 3D: alcune sequenze di insieme con i draghi risultano davvero impressionanti e rendono l’intero spettacolo ancora più godibile. A distanza di qualche passo falso, la Dreamworks è tornata a realizzare un ottimo film. Non si può che esserne lieti.

QUI trovate le foto della presentazione a Cannes di oggi.

Dragon Trainer 2 uscirà in America il 13 giugno 2014, mentre verrà proposto in anteprima italiana al Taormina Film Festival, che si terrà dal 14 al 21 giugno. In cantiere c’è già un terzo lungometraggio, Dragon Trainer 3, la cui uscita è prevista per il 18 giugno 2016. A questo link trovate la pagina Facebook ufficiale.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

George Clooney e Julia Roberts di nuovo insieme in Ticket to Paradise 26 Febbraio 2021 - 20:45

Le due star interpreteranno una coppia divorziata in viaggio verso Bali per impedire alla figlia di commettere il loro stesso errore

Wandavision: La spiegazione della scena dopo i titoli di coda dell’episodio 8 26 Febbraio 2021 - 20:05

Anche nell'episodio 8 di WandaVision è presente una scena dopo i titoli di coda: ecco i possibili significati nascosti che potrebbe contenere!

Rebel: il trailer della serie su Erin Brockovich 26 Febbraio 2021 - 20:01

La ABC ha diffuso il trailer di Rebel, la serie ispirata alla vita di Erin Brockovich con protagonista Katey Sagal.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.