L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Cannes 2014, The Rover: la recensione del film di David Michôd con Robert Pattinson

Di laura.c

Rover Robert Pattinson

Uno scenario distopico, che nell’aridità del deserto australiano diventa quasi post apocalittico, senza nemmeno aver bisogno di inventarsi chissà cosa in termini di costumi e ambientazioni. Basta uno squallido bar in mezzo al nulla, una macchina che sbanda a massima a velocità, tre uomini armati inseguiti da un tipo solitario e senza nome, che custodisce il proprio mistero in uno sguardo dal sapore di morte.

rover

L’incipit è forse la parte più interessante di The Rover, nuovo film di David Michôd (cui si deve anche il cinico e apprezzato Animal Kingdom) presentato fuori concorso al Festival di Cannes. Poche scene e subito si crea un’atmosfera inquieta, un’aura funesta di violenza che non esplode subito, ma tiene sospeso lo spettatore fino quasi a farlo distrarre, per poi catturarlo di nuovo con picchi più o meno alti di tensione. Il meccanismo però diventa presto prevedibile e il film subisce un po’ il peso di questo ritmo a calare, solo parzialmente sorretto dalla storia dei personaggi sullo schermo.

o-THE-ROVER-facebookCome dicevamo, The Roverè difatti un inseguimento on the road, ma anche il racconto di (de)formazione di un giovane ragazzo apparentemente un po’ ritardato (Robert Pattinson), che si offre volontariamente come ostaggio al solitario protagonista (Guy Pearce) e poco a poco stringe con lui un legame quasi fraterno, suggellato ovviamente da una buona dose di cadaveri e pallottole.

The-Rover

Per quanto interessante, l’evoluzione di questo rapporto non segue tuttavia un percorso ben marcato e preciso. Non traccia una strada, piuttosto vagabonda in un mondo che si immagina ormai all’anarchia quasi totale e allo sbando, ma che non ha nulla di così diverso da tanti scenari catastrofici già visti in decine di film. Bell’atmosfera dunque è buone interpretazioni, per un’opera che manca di un tantino di originalità. Buona l’interpretazione di un Pattinson mai sopra le righe nonostante la parte delicata, e ormai sempre più agio con il cinema d’autore. Lo dimostra anche la sua doppia presenza qui sulla Croisette, dove sarà domani anche per il film di Cronenberg Maps to the Stars.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Alice in Borderland – Trailer ufficiale per la serie Netflix tratta dal manga di Haro Aso 29 Ottobre 2020 - 8:45

È disponibile il trailer ufficiale di Alice in Borderland, serie fantascientifica tratta dal manga di Haro Aso, in uscita il 10 dicembre su Netflix.

Borat 2: una raccolta fondi per la Baby Sitter “tradita” da Sacha Baron Cohen 28 Ottobre 2020 - 21:45

È stata lanciata una raccolta fondi per Jeanise Jones, scelta dal protagonista Sacha Baron Cohen come baby sitter per la figlia di Borat Tutar.

Creepshow: ecco il cast della stagione 2, c’è anche Marilyn Manson 28 Ottobre 2020 - 21:00

La serie di Greg Nicotero tornerà l'anno prossimo con sei nuovi episodi

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).