Cannes 2014 – Mr. Turner, la recensione del film di Mike Leigh sul pittore William Turner

Cannes 2014 – Mr. Turner, la recensione del film di Mike Leigh sul pittore William Turner

Di Andrea D'Addio

mr turner mike leigh

Difficile immaginare che il genio artistico risieda in persone dalla vita e dai pensieri ordinari. Chi è, o è stato, un artista capace di tracciare con successo un percorso mai calcato da nessun altro prima di lui/lei deve essere per forza una persona originale. William Turner era sicuramente uno di loro. E a tutti i produttori a cui sarà stato chiesto di realizzare un film dedicato alla sua figura, ma risposta sarà probabilmente stata “certo, perché non ci ho pensato prima?”.

Sembra una domanda retorica, ma la risposta, sorprendente, la si trova in Mr. Turner, la pellicola firmata da Mike Leigh presentata in concorso al Festival di Cannes. William Turner, uno dei più importanti pittori del diciottesimo secolo, non ebbe una vita così interessante da farne un film o almeno non uno dalla struttura classica, di quelli che seguono cronologicamente alcune tappe della vita del protagonista fino alla sua morte.

Non c’è un intreccio, non c’è vera maturazione del personaggio (giusto qualche cosa di accennato), non ci sono strappi o momenti che facciano salire l’attenzione dello spettatore se non qualche fugace fiammata destinata a spegnersi dopo pochi secondi. Turner era un uomo burbero, solitario, che – almeno cinematograficamente – comunicava più con i grugniti che con le parole. La sua vera forma espressiva era la pittura, la sua ossessione, ciò per cui sarebbe stato capace di farsi legare all’albero maestro di un veliero durante una tempesta solo per poterne riversare successivamente impressioni ad olio. Rendere la magia dei suoi quadri sul grande schermo è difficile, se non impossibile, significa nobilitare l’immagine statica attraverso il medium delle immagini dinamiche per eccellenza, ovvero il cinema.

Non potendo davvero mostrare sul grande schermo la rappresentazione reale del genio, ovvero i suoi dipinti, manca quel collegamento visivo necessario che faccia pensare che tutto ciò che si sta guardando, ovvero gli sguardi rivolti al paesaggio, le passeggiate e i vari dialoghi che non portano da nessuna parte, meritino di essere osservati e ascoltati. Due ore e quaranta minuti di biopic così sono davvero troppe anche se a raccontarle è la mano sicura e curata fin nei minimi dettagli di Mike Leigh e a trainare il tutto ci sia la splendida interpretazione di Thimothy Spall (il Peter Pettigrew di Harry Potter). Alcune immagini sono molto belle, si nota il desiderio del regista inglese di rifarsi, anche solo idealmente, ai colori e alle suggestioni di Turner, ma non è abbastanza per innalzare il tutto su di un piano di interesse più alto di quello che si può provare a prescindere verso la vita di un pittore di cui, esclusi gli inglesi, si è sempre parlato e visto poco.

Screenweek è presente anche quest’anno alla 67esima edizione del Festival di Cannes. Rimanete sintonizzati sulle nostre frequenze per tutti gli aggiornamenti dal Festival di Cannes e seguiteci sui social network (FacebookTwitterInstangram) tramite l’hashtag #SWCannes.

LEGGI ANCHE

Werner Herzog sarà uno dei doppiatori del film animato a mano diretto da Bong Joon-ho 17 Aprile 2024 - 18:45

Werner Herzog sarà uno dei doppiatori del lungometraggio animato diretto da Bong Joon-ho, ancora senza un titolo.

Estranei, il film di Andrew Haigh dal 24 aprile su Disney+ 17 Aprile 2024 - 18:00

Estranei, il film diretto da Andrew Haigh e interpretato da Andrew Scott e Paul Mescal, sarà disponibile in streaming dal 24 aprile in esclusiva su Disney+.

Cannes 2024: Palma d’Oro onoraria allo Studio Ghibli 17 Aprile 2024 - 16:39

Per la prima volta il Festival di Cannes non onorerà una singola persona ma un gruppo, stiamo parlando dello Studio Ghibli che riceverà la Palma d’Oro onoraria.

Cattiverie a domicilio, la recensione del film di Thea Sharrock 17 Aprile 2024 - 15:00

Olivia Colman e Jessie Buckley si sfidano in Cattiverie a domicilio, commedia sul valore liberatorio del turpiloquio.

X-Men ’97 – Episodio 3: omaggi e citazioni 28 Marzo 2024 - 8:31

Curiosità, riferimenti, easter egg e omaggi ai fumetti nel terzo episodio di X-Men '97.

Kong contro Mechani-Kong: l’altro King Kong giapponese – Godzillopedia capitolo 4 26 Marzo 2024 - 8:00

Il secondo film della giapponese Toho dedicato a King Kong: Kong contro Mechani-Kong.

X-Men ’97 è una bomba (la recensione senza spoiler dei primi tre episodi) 20 Marzo 2024 - 8:01

X-Men '97 è la migliore cosa che potesse capitare a un vecchio fan dei mutanti Marvel, animati, a fumetti o entrambe le cose.

L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI