Condividi su

16 aprile 2014 • 16:45 • Scritto da Valentina Torlaschi

Un boss in salotto – Da oggi in digital download la commedia con Rocco Papaleo

È ora possibile scaricarsi sulle principali piattaforme VOD come iTunes, Google Play e Chili Tv la nuova commedia diretta da Luca Miniero che, dopo Benvenuti al Sud e al Nord, torna a ironizzare sul rapporto tra settentrione-meridione. Protagonista è Paola Cortellesi, qui signora napoletana che rinnega le proprie origini fino a quando il fratello camorrista Rocco Papaleo le scombussolerà la vita...
Post Image
0

Un-Boss-in-Salotto-Paola-Cortellesi-Rocco-Papaleo-Luca-Argentero-foto-di-Gianni-Fiorito

Uscito nei nostri cinema lo scorso dicembre con un grande successo ai botteghini (siamo oltre i 12 milioni di euro incassati!), Un boss in salotto è da oggi disponibile in digital download per l’acquisto e il noleggio su iTunes, Google Play, Chili, Cubovision, Xbox, PSN.

Il film in questione è la commedia diretta da Luca Miniero meglio noto come il regista dei film-campioni d’incassi Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord. Come nei film precedenti, la storia è ancora incentrata sull’amore-odio tra Nord e Sud giocando con gli stereotipi del nostro paese. La pellicola racconta di Cristina: un’energica meridionale trapiantata in un paesino del Trentino dove è finalmente riuscita a costruirsi una vita e una famiglia “perfetta” insieme al marito, Michele Coso, e ai loro due splendidi figli. Peccato che, convocata in questura, scopra che suo fratello Ciro, che non vede da 15 anni, è implicato in un processo di camorra e… ha chiesto di poter trascorrere gli arresti domiciliari a casa sua. Cristina suo malgrado accetterà e da quel momento i suoi piani e l’ordinatissima routine dei signori Coso verranno letteralmente sconvolti dall’arrivo dello zio Ciro.

Nei ruoli principali troviamo Rocco Papaleo, Paola Cortellesi, Luca Argentero poi Angela Finocchiaro e Alessandro Besentini (Ale del duo con Franz); per altre curiosità, a questo link trovate la pagina Facebook ufficiale del film.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *