L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

TriBeCa 2014 – Kevin Spacey: “Da Riccardo III l’ispirazione per il mio Frank Underwood”

Di Leotruman

now-in-the-wings-on-a-world-stage-poster_opt

Articolo a cura di Chiara Isabella Spagnoli Gabardi.

Il Tribeca Film Festival ha accolto ‘NOW: In the Wings on a World Stage, il documentario dove Jeremy Whelehan cattura la tournée teatrale che glorifica l’irriproducibilità della performance sul palcoscenico. “Now”, ovvero “ora” n’è l’epitomo. Non solo viene evocato l’incipit del dramma “Now is the winter of our discontent” (“Ora l’inverno del nostro scontento”), ma viene rimarcata la fuggevolezza della rappresentazione teatrale. Anche le ali, “Wings”, hanno un significato ambivalente: rappresentano le quinte e al contempo evocano le fazioni, dal momento che gli interpreti hanno formazioni teatrali differenti.

Questa è l’atmosfera che si respira attraverso la tournée durata 10 mesi, che ha coinvolto le vite di 20 attori britannici e statunitensi, tra cui Kevin Spacey, nonché tutta la troupe che ha lavorato dietro le quinte. Il film permette di osservare l’intera ed effimera mise en scène, e di condividere le riflessioni degli interpreti erranti, mentre si trovano a confronto con il pubblico dei diversi paesi in cui approda il dramma Shakespeariano, nell’arco di 200 rappresentazioni tenutesi in una dozzina di città.

Kevin-spacey-76_Backstage_KS_Ghadaffi

Il progetto stava molto a cuore a Kevin Spacey, come lui stesso ha rimarcato:

Ho lavorato a questi 90 minuti nell’arco degli ultimi anni. Il film rivela cosa significa essere un attore all’interno di una compagnia, le prove generali, le trasferte, dall’Old Vic di Londra al Brooklyn Academy of Music, attraversando l’anfiteatro di Epidauro, il deserto di Doha, la Grande Muraglia Cinese, Istanbul, Sydney, Napoli e San Francisco. C’è una moltitudine di sfide che si affrontano in ogni nuova città in cui si approda. Ci sono tante lacrime e tante risate. Si diventa una famiglia nel momento in cui condividiamo momenti indimenticabili, mentre esprimiamo la nostra disciplina attraverso tre continenti.”

Dal momento che la popolare serie televisiva ‘House of Cards, che vede protagonista Kevin Spacey nei panni del cinico Frank Underwood, è da poco disponibile con la seconda stagione su Netflix (in Italia la prima su Sky Atlantic), la co-protagonista Robin Wright ha voluto supportare il collega alla première del documentario, mostrandosi al suo fianco sul red carpet. Spacey ha spiegato che calarsi nei panni del Riccardo III ha fortemente contribuito alla costruzione del personaggio di Frank Underwood:

“La tecnica Shakespeariana è dotata di sottili distinzioni. I monologhi dell’Amleto sono indirizzati al pubblico in maniera contemplativa, mentre nel Riccardo III c’è una complicità che s’instaura con lo spettatore, guardandolo dritto negli occhi. Questa tecnica l’ho utilizzata in ‘House of Cards’ quando il mio sguardo era rivolto alla macchina da presa.”

spacey-wright-0421114sp

L’attore due volte premio Oscar chiosa incoraggiando le persone a tornare a teatro:

“Mi auguro che questo possa far capire al mio pubblico quanto mi stia a cuore il teatro, e chi ha amato i grandi attori cinematografici non potrà dimenticare che hanno imparato la loro arte proprio sul palcoscenico, mi riferisco a stelle come Fred Astaire, Bette Davis, Katherine Hepburn, Marlon Brando e Al Pacino. Da sempre il teatro è la fonte dalla quale il cinema attinge i migliori talenti.” Indubbiamente il documentario di Jeremy Whelehan ha consacrato l’appartenenza di Kevin Spacey a questa costellazione di talenti.”

now-in-the-wings-on-a-world-stage-poster

Potete seguire e commentare tutti gli episodi di House of Cards sul nostro Episode39.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Green Knight – Il poster ufficiale del fantasy di David Lowery 16 Giugno 2021 - 8:45

Sir Gawain leva la scure al cielo nel poster ufficiale di The Green Knight, l'attesissimo fantasy di David Lowery che uscirà il 30 luglio nelle sale americane.

BEASTARS: La stagione 2 dal 15 luglio in tutto il mondo su Netflix 16 Giugno 2021 - 0:53

La stagione 2 di Beastars ha una data di uscita! La serie, basata sull'omonimo manga, arriverà il 15 luglio in tutto il mondo su Netflix.

Box Office Giappone: Mobile Suit Gundam: Hathaway debutta al 1° posto, Evangelion supera i ¥9miliardi 15 Giugno 2021 - 21:57

Iniziata la 'Last run' di Evangelion 3.0+1.0: Thrice Upon a Time che infrange la soglia dei ¥9miliardi, mentre Detective Conan: The Scarlet Bullet sorpassa Detective Conan: Crimson Love Letter. Al primo posto al box office giapponese Mobile Suit Gundam: Hathaway in arrivo su Netflix

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.