L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Thermae Romae II – La recensione!

Di Redazione SW

maxresdefault_opt (1)

ScreenWeek dal Giappone.

Ritorna Lucius (Abe Hiroshi), l’architetto romano scaturito dalla matita della manga-ka Yamazaki Mari, con i suoi viaggi nel tempo nel Giappone contemporaneo, “la terra degli uomini dalla faccia schiacciata”, ritorna anche la bella Mami (Ueto Aya) aspirante disegnatrice di manga, innamorata del romano e che lo aiuterà nei suoi progetti al servizio dell’imperatore Andriano, la costruzione di terme nel Colosseo per i gladiatori, un complesso acquatico per bambini e una vera e propria stazione termale sul modello delle spa giapponesi. Il film si apre proprio con alcune scene di combattimenti dentro il Colosseo a Roma ed è evidente fin dai primi minuti che si tratta di una pellicola più spettacolare ed in alcune parti anche più violento rispetto al primo film.

thermae_romae2

Lo schema del continuo andirivieni dal passato dell’antica Roma al presente nell’arcipelago nipponico si ripete, così come succede per le varie trovate comiche quando un’idea del presente viene trasposta nell’Impero Romano, l’elettronica sostituita di solito dalla forza lavoro degli schiavi. Memorabili in questo senso sono le scene con la poltrona massaggio, l’aspira odori nel bagno e lo show magico che Lucius cerca di riprodurre nel suo tempo. Nonostante questa ripetizione dello schema narrativo, inevitabile e che è alla base del successo del manga del resto, la pellicola regge abbastanza bene il suo tono umoristico, tutta la prima ora del film è composta e ritmata da questi piccoli episodi, alcuni davvero esilaranti, e la comicità è tutta appoggiata sulla gestualità facciale e sulla corporeità di Abe Hiroshi che in Giappone, ricordiamolo, è fisicamente abbastanza un’eccezione data la sua statura ed i tratti marcati del suo volto. Abe col tempo è davvero migliorato e ha trovato la sua giusta collocazione, se per esempio in Godzilla 2000 del 1999 la sua prestazione certo non brillava ed anzi era troppo “recitata”, in altri ruoli come quando ha interpretato il figlio in Still Walking di Kore’eda Hirokazu dove la sua interpretazione è a 360 gradi sia drammatica che lievemente comica, o ancora nel misconosciuto Survive Style 5+, surreale e fuori dagli schemi, Abe sempra aver trovato il suo equilibrio attoriale. Questo andirivieni comico fra passato e presente scema nella seconda parte quando il lungometraggio vira decisamente di più verso un tono drammatico, sempre punteggiato da scenette surreali naturalmente, e la narrazione principale prende il via. Adriano ha dei problemi con i suoi senatori in quanto convinto pacifista ed è proprio per mantenere la pace che incarica Lucius di costruire una zona termale, ma deve anche vedersela con Ceionio (Kitamura Kazuki), il playboy successore al trono impegnato a battagliare gli invasori barbari.

photo (2)

Thermae Romae 2 è un buon intrattenimento, niente di sublime certo ma forse quasi migliore del primo capitolo e con un bel finale romantico e quasi profondo, abbastanza ben recitato, se si passa lo scoglio della lingua latina parlata nei primi trenta minuti che poi diventa giapponese. Non solo Abe Hiroshi offre una divertente e riuscita performance come si diceva, ma anche i co-protagonisti Ueto Aya, Kitamura Kazuki ed i vecchietti/macchiette scelti per alcune scene, peccato solo per il poco spazio riservato questa volta a Takeuchi Riki, re del V Cinema, assoluto mattarore e star dei film che dagli novanta venivano distribuiti direttamente in video/DVD. La pellicola che è stata girata in Giappone, Cinecittà ed anche in Bulgaria, è uscita nei teatri dell’arcipelago lo scorso week end dove ha debuttato direttamente al terzo posto davanti a Frozen e Detective Conan ma davanti a The-Amazing-Spider-Man-2, con un incasso di circa 5 milioni di dollari. Thermae Romae chiuderà inoltre il sedicesimo Far East Film Festival di Udine il prossimo 3 maggio.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Soul – Nuovo spot per il film Pixar, da Natale su Disney+ 27 Novembre 2020 - 8:45

È disponibile il nuovo spot di Soul, attesissimo film Pixar che uscirà il giorno di Natale su Disney+, diretto da Pete Docter e Kemp Powers.

Attack on Titan – La stagione 4 su Prime Video e VVVVID dall’8 dicembre, in simuldub dal 19 27 Novembre 2020 - 0:07

Attack on Titan The Final Season dall'8 dicembre in simulcast e dal 19 in simuldub (doppiata in italiano) su Prime Video e VVVVID. I produttori spiegano perché hanno cambiato lo studio, le foto delle statue erette nella città natale dell'autore del manga Hajime Isayama. Prime immagini del MAPPA Showcase exhibition. Goblin Slayer, Made in Abyss, Sword Art Online: Alicization - War of Underworld doppiate in italiano da gennaio su Prime Video e VVVVID.

Warner Bros. porterà Wonder Woman, The Suicide Squad e Tom & Jerry al CCXP 26 Novembre 2020 - 21:30

Anche la Comic Con Experience di San Paolo (Brasile) quest’anno si terrà in maniera virtuale a causa della pandemia di Covid-19. Warner Bros. porterà Wonder Woman 1984, The Suicide Squad e Tom & Jerry.

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?