L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Arrow, la recensione del 20° episodio: Seeing Red

Di Lorenzo Pedrazzi

roy-seeingred-copertina

Seeing Red, episodio cruciale nella storia di Arrow, prende avvio dalla rabbia incontrollata di Roy, ma poi sfocia in un evento tragico che lascerà una ferita indelebile nella mente e nel cuore di Oliver

Attenzione: il seguente articolo contiene SPOILER

Roy (Colton Haynes) si risveglia nel covo di Freccia Verde, ma il Mirakuru ha preso il controllo su di lui, rendendolo violento, rabbioso e imprevedibile. Nemmeno lo sforzo congiunto di Oliver (Stephen Amell) e Sara (Caity Lotz) riesce a fermarlo: il ragazzo, avvantaggiato da una forza sovrumana, li sconfigge facilmente, e provoca una seria lesione alla gamba di Oliver, costretto a indossare un tutore. Nella fuga, Roy si scontra anche con due poliziotti, uno dei quali resta ucciso. Nel frattempo il Verdant ospita un evento per la campagna elettorale di Moira (Susanna Thompson), e Thea (Willa Holland) approfitta delle telecamere per attirare il suo ex, nella speranza di convincerlo a ragionare. Sara però lo considera irrecuperabile, ed è ormai convinta che sia giusto ucciderlo, ma Oliver si oppone fermamente.
In parallelo, un flashback ambientato sette anni prima ci svela un episodio del passato di Oliver: una ragazza rimane incinta dopo aver trascorso la notte con lui, ma Moira si occupa della faccenda…

2

Roy perde il controllo e scatena la sua furia, ma le vicende davvero importanti sono quelle che ruotano attorno a lui, senza coinvolgerlo direttamente: Seeing Red, infatti, sfrutta la sua scia di violenza per innescare una catena di eventi che sconvolgono la vita di Oliver, imprimendo una svolta decisiva allo show. Il primo di questi è la partenza di Sara: nei contrasti con Oliver circa la sorte di Roy, Sara sente che i loro spiriti sono incompatibili, perché alimentati da emozioni e sensazioni troppo contrastanti (la speranza per Oliver, il disincanto per Sara). «Ci tengo troppo a te, per stare insieme a te» gli dice la ragazza, preoccupata che il suo animo possa corrompere o incupire quello di Oliver. In questa separazione non c’è nulla di sorprendente – era ovvio che la coesistenza di Freccia Verde e Black Canary non sarebbe durata in eterno – ma la sua partenza sembra un po’ troppo forzata e repentina, non adeguatamente “costruita” nel corso degli episodi (anche perché il rapporto tra Oliver e Sara è stato sviluppato con scarsa cura: la serie deve seguire molte linee narrative parallele, e rischia di non poter dedicare il giusto spazio a ciascuna di esse). E poi, Laurel e Quentin? In questa puntata non compaiono, ma una scena d’addio sarebbe stata opportuna.

1

Il vero colpo di scena si verifica però alla fine. Slade rapisce Oliver, Moira e Thea, riproducendo la stessa situazione che, sull’isola, aveva portato alla morte di Shado: una delle due dovrà morire, e la scelta spetterà a Oliver. Ma sua madre lo solleva da questo peso, offrendosi deliberatamente alla lama di Slade, che riconosce il suo coraggio e la uccide. Paradossalmente (e con un certo sadismo da parte degli autori), questa svolta tragica conclude un episodio che aveva segnato il riavvicinamento tra Oliver e Moira, soprattutto dopo che lei gli aveva svelato di conoscere il suo segreto. Peccato però che la sceneggiatura glissi sulle modalità di tale scoperta, limitandosi a dire che Moira lo aveva capito circa un anno prima, nella notte in cui Merlyn era entrato in azione per distruggere i Glades. Anche il flashback relativo al figlio segreto di Oliver serve a rafforzare il sentimento materno e l’istinto protettivo di Moira, che elargisce due milioni di dollari alla madre del bambino per metterla a tacere. Soap opera allo stato puro. Comunque l’episodio, nonostante i suoi limiti, è molto godibile, e pone le basi per il nuovo corso della serie: Sara è partita, Roy attende di essere curato dal Mirakuru, e Oliver giura vendetta su Slade.

La citazione: «Gli hanno iniettato qualcosa. Una droga, non so… ma lo ha reso forte. Tipo, forte come nei fumetti.»

Ho apprezzato: il colpo di scena finale; la reazione di Felicity quando Oliver si inietta la lidocaina nella gamba.

Non ho apprezzato: la partenza repentina di Sara.

Potete scoprire, commentare e votare tutti gli episodi di Arrow sul nostro Episode39 a questo LINK.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Day Shift: Jamie Foxx sarà un cacciatore di vampiri nel film Netflix 20 Ottobre 2020 - 21:30

Il film segnerà il debutto alla regia dello stunt coordinator J.J. Perry e sarà prodotto dal regista di John Wick

Borat 2: Sacha Baron Cohen contro gli anti-abortisti nella nuova clip 20 Ottobre 2020 - 20:45

Borat prende di mira le cliniche anti-aborto in una scena del sequel che arriverà il 23 ottobre

The Flight Attendant: il trailer della serie HBO Max con Kaley Cuoco 20 Ottobre 2020 - 19:46

La star di The Big Bang Theory torna nella serie thriller tratta dal romanzo di Chris Bohjalian

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).