L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Agents of S.H.I.E.L.D. – La recensione del 17° episodio: Turn, Turn, Turn

Agents of S.H.I.E.L.D. – La recensione del 17° episodio: Turn, Turn, Turn

Di Lorenzo Pedrazzi

hydra-copertina

Turn, Turn, Turn, il cross-over tra Agents of S.H.I.E.L.D. e Captain America: The Winter Soldier, è un episodio coraggioso e ricco di suspense, che stravolge completamente lo status quo della serie. Siete pronti per un bel colpo di scena?

Attenzione: il seguente articolo contiene SPOILER.

Coulson (Clark Gregg) tiene sotto tiro Melinda May (Ming-Na Wen), ma lei sostiene di non essere una traditrice: semplicemente, le sue comunicazioni criptate erano volte ad aggiornare Nick Fury sulle condizioni di Coulson in seguito alla somministrazione del farmaco GH-325, che lo ha letteralmente riportato in vita dopo lo scontro con Loki. Nel frattempo, però, l’aereo è stato dirottato verso l’Hub, dove Victoria Hand (Saffron Burrows) attende gli agenti per ucciderli, mentre l’Hydra ha rivelato le sue infiltrazioni all’interno dello S.H.I.E.L.D., provocando una guerra fratricida nei ranghi dell’organizzazione. Al gruppo di Coulson si aggiunge John Garrett (Bill Paxton), appena sfuggito all’attacco di due droni: tutti insieme, dovranno combattere gli uomini di Hand e scoprire la vera identità del Chiaroveggente. Intanto, nell’Hub, Antoine Triplett (B.J. Britt) e Jemma Simmons (Elizabeth Henstridge) vengono accerchiati dai nemici…

3

Siamo arrivati al diciassettesimo episodio, e nulla sarà più come prima: Agents of S.H.I.E.L.D. raggiunge il punto di non ritorno, premiando la pazienza di tutti gli spettatori che, nella prima metà della stagione, ne hanno sopportato i balbettii, le incertezze, la carenza di personalità, per poi scoprire che la serie Marvel aveva soltanto bisogno di tempo per trovare la propria strada. E ora l’ha trovata. Turn, Turn, Turn è anzitutto un valido spin-off di Captain America: The Winter Soldier, poiché ne sfrutta il contesto narrativo per raccontare una storia che si svolge in parallelo, subendone gli effetti per mezzo di quella continuity che la Casa delle Idee cominciò a costruire nel 2008, quando uscì il primo Iron Man. L’evoluzione dello show trova quindi una collocazione pienamente sensata all’interno dell’universo cinematografico Marvel, come il singolo tassello di un grande mosaico: Capitan America ha distrutto lo S.H.I.E.L.D., ormai inquinato dalle infiltrazioni dell’Hydra, e la squadra di Coulson viene coinvolta in una battaglia che non offre punti di riferimento, perché il nemico può nascondersi ovunque. L’episodio è un continuo capovolgimento di prospettive, e conserva la sua ambiguità fino al sorprendente epilogo. Ogni personaggio è sospettato di tradimento: all’inizio May, poi Triplett, poi Victoria Hand, persino Coulson stesso, e non è mai chiaro di chi ci si possa veramente fidare. Nel corso della puntata constatiamo però che Victoria non è affatto una sostenitrice dell’Hydra, poiché il traditore è un altro…

1

Con un colpo di scena ben piazzato, scopriamo che il Chiaroveggente in realtà è John Garrett, da tempo affiliato all’Hydra, e Bill Paxton è bravo a mostrare questa transizione da eroe ad antagonista, mutando il suo sorriso ironico in un ghigno sadico nello spazio di pochi secondi. Sconfitto e catturato proprio mentre Cap e Falcon abbattono gli helicarrier a Washington, Garrett viene preso in custodia da Victoria Hand e Grant Ward per essere trasportato al Frigo, dove lo attende la cella più remota di tutta la struttura… ed è proprio qui che Maurissa Tancharoen e Jed Whedon collocano una svolta coraggiosa e dirompente, anche se forse intuibile da alcuni sguardi di Ward: l’agente, sull’aereo per il Frigo, estrae la pistola e uccide sia le guardie sia Victoria Hand, infine libera il suo vecchio mentore. È un notevole stravolgimento dello status quo della serie: uno dei protagonisti, l’uomo d’azione del gruppo, diventa all’improvviso uno spietato avversario. Dubito però che tale cambiamento sia stato repentino: suonerebbe troppo insensato, considerando l’influenza che Skye pareva esercitare su di lui. No, è più probabile che Ward fosse un traditore sin dall’inizio, e che avesse giustiziato a sangue freddo il povero Thomas Nash proprio per questa ragione: voleva evitare che svelasse la vera identità del Chiaroveggente.

2

Da questo momento, quindi, tutto cambia: la squadra di Coulson dovrà operare clandestinamente (dato che lo S.H.I.E.L.D. non esiste più), mentre l’Hydra rappresenterà ancora una minaccia concreta, come dimostra la schermata finale dell’episodio che, invece del solito logo dello S.H.I.E.L.D., mostra quello dell’organizzazione post-nazista. Fra spettacolari scene d’azione e una suspense costante, Turn, Turn, Turn porta a compimento un percorso di crescita che ha reso Agents of S.H.I.E.L.D. una serie solida e divertente, ben collocata nel suo universo narrativo di riferimento, ma anche in grado di offrire colpi di scena audaci e spiazzanti. Da seguire, soprattutto per gli appassionati.

La citazione: «Fuori dall’ombra. Dentro la luce. Hail Hydra.»

Ho apprezzato: il rapporto dialogico con Captain America: The Winter Soldier; il clima di tensione costante; Bill Paxton; il colpo di scena finale.

Non ho apprezzato: nulla di rilevante.

Potete scoprire, commentare e votare tutti gli episodi di Agents of S.H.I.E.L.D. sul nostro Episode39 a questo LINK.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Women Talking: Rooney Mara e Claire Foy con Frances McDormand nel film di Sarah Polley 16 Giugno 2021 - 21:30

Ecco il cast dell'adattamento di Donne che parlano, il romanzo di Miriam Toews incentrato su una serie di violenze sessuali in una remota comunità religiosa

Dopo Loki, tutte le serie originali Disney+ usciranno il mercoledì 16 Giugno 2021 - 20:45

Il successo del primo episodio di Loki ha spinto la piattaforma a cambiare strategia per quanto riguarda il lancio delle sue serie originali

Too Hot To Handle: il trailer della stagione 2, dal 23 giugno su Netflix 16 Giugno 2021 - 20:44

Too Hot to Handle tornerà su Netflix il 23 giugno con la stagione 2. Ecco il trailer ufficiale!

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.