L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Oscar a La Grande Bellezza, l’Italia torna a vincere dopo 15 anni! [VIDEO]

Di Valentina Torlaschi

La grande bellezza Oscar sorrentino

«Grazie a Toni e Nicola, grazie agli attori e ai produttori. Grazie alle mie fonti di ispirazione: i Talking Heads, Federico Fellini, Martin Scorsese, Diego Armando Maradona. Grazie a Napoli e a Roma, e alla mia personale grande bellezza, Daniela e i nostri due figli. E Grazie ai miei genitori, questo premio è per loro». Queste le parole di Paolo Sorrentino con l’Oscar in mano sul palco del Kodak Theatre: un ringraziamento al suo attore Toni Servillo, al suo produttore Nicola Giuliano, alla sua famiglia e a quei luoghi e persone di spettacolo che lo hanno nutrito di creatività.

Sono mesi che raccoglie premi in giro per il mondo, sono settimane che i bookmakers lo danno per favorito, sono giorni che la stampa internazionale parla solo di lui come probabile vincitore. Le possibilità di trionfo erano altissime, ma solo ora è arrivata la certezza: La Grande Bellezza vince l’Oscar come Miglior Film Straniero. Estremamente felici per lui, anche perché siamo tra quelli che il film lo hanno amato molto, e non senza una certa emozione, possiamo scrivere che Paolo Sorrentino ha impugnato la prestigiosa statuetta dorata dell’Academy: il premio più importante del mondo del cinema.

Grazie alla raffinata, sontuosa e decadente pellicola con protagonista Toni Servillo, una spietata e nostalgica fotografia del nostro Paese in piena decadenza, il cinema italiano può annoverare il suo 11° Oscar; l’ultima volta risaliva al 1999, ormai 15 anni fa, con La vita è bella di Roberto Benigni.

Insieme al regista napoletano erano presenti in sala a condividere la gioia di questo premio durante l’elegante cerimonia di premiaizone al Dolby Theatre di Los Angeles l’amico e attore feticcio Toni Sarvillo, gli storici produttori della Indigo Film (Nicola Giuliano e Francesca Cima; coloro che lo hanno scoperto, sostenuto e accompagnato nella fama internazionale), la moglie Daniela D’Antonio e il direttore della fotografia Luca Bigazzi.

Come previsto, La Grande Bellezza ha avuto la meglio sugli altri quattro candidati: il danese Il sospetto di Thomas Vinterberg, il belga ALABAMA MONROE – Una storia d’amore di Felix van Groeningen
, il palestinese Omar di Hany Abu-Assad, il cambogiano The Missing Picture di Rithy Panh.

Di seguito il video della premiazione (con la statuetta consegnata da Ewan McGregor e Viola Davis) per rivivere l’emozione di un grande momento per quel cinema italiano che ha mostrato coraggio e bellezza. Per un film che ha puntato in alto, che non ha avuta paura della complessità, che ha avuto fiducia nell’intelligenza degli spettatori del suo paese. Ancora complimenti.

La Grande Bellezza è stato presentato per la prima volta al Festival di Cannes a maggio 2013. Sulla Croisette, il film è stato accolto tra gli applausi dalla stampa internazionale; più fredda, invece, la risposta della critica italiana dove ancora oggi sono in molti a non averlo apprezzato. Da Cannes, Sorrentino torna a casa a mani vuote: la giuria presieduta da Spielberg premia infatti La vita di Adele. Dopo il festival sulla Costa azzurra, La Grande Bellezza esce subito nei cinema italiani dove, nonostante sia un film complesso e dai tempi dilatati (per quanto di gran fascino visivo), ottiene un’ottima risposta del pubblico. L’incasso al boxoffice nostrano è ormai arrivato a quasi 7 milioni di euro: un gran risultato per un film non-commedia. Ma è soprattutto all’estero che la pellicola di Sorrentino sorprende: al pubblico e alla critica inglese, in particolare, il film piace tantissimo. A dicembre, iniziano poi ad arrivare anche i primi premi internazionali: si inizia con gli EFA (gli ‘Oscar europei’), poi  i prestigiosi Golden Globe, e ancora la pioggia di candidature ad altri importanti premi internazionali come i BAFTA (poi vinto), i GOYA, i César, nonché i numerosi riconoscimenti della critica mondiale (si veda i New York Film Critics Circle Awards, i National Society of Film Critics Awards USA, i Los Angeles Film Critics Association Awards). E, infine, appunto, l’Oscar.

Di seguito la trama del film:

Jep Gambardella (Toni Servillo), 65 anni, è uno scrittore e giornalista di valore ma, ormai cinico e disincantato nei confronti della vita e della cultura italiana, si è adagiato su una (bella) vita fatta di feste, ricevimenti, mondanità varie. In queste occasioni assiste, divertito e malinconico, alla sfilata di un’umanità vacua e volgare. Alle sue spalle, scorrono le immagini di una Roma magnifica e decadente.

Oltre a Toni Servillo, nel cast de La Grande Bellezza troviamo inoltre: Sabrina FerilliCarlo VerdoneGiorgio PasottiIsabella FerrariRoberto HerlitzkaAnita Kravos. Uscito nelle sale cinematografiche lo scorso maggio, il film è ora disponibile in Home Video.

Cliccate sulla nostra SEZIONE SPECIALE dedicata alla Awards Season o la nostra pagina Facebook per recuperare tutte le news su Oscar e premi vari.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Il mondo intero ci guarda: nuovo spot e poster per The Falcon and the Winter Soldier 15 Aprile 2021 - 13:00

Sam e Bucky affrontano John Walker nel nuovo spot di The Falcon and the Winter Soldier, mentre un poster grafico riunisce i protagonisti.

The Season of Passage: Mike Flanagan dirigerà l’horror ambientato su Marte 15 Aprile 2021 - 12:30

Il regista di Doctor Sleep collaborerà ancora una volta con Christopher Pike dopo la serie Netflix The Midnight Club

Venezia 78: A Roberto Benigni il Leone d’Oro alla carriera 15 Aprile 2021 - 12:25

Il primo recipiente del Leone d’Oro alla carriera della 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia è Roberto Benigni

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.