L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

300: L’Alba di un Impero – La recensione in anteprima

Di Leotruman

300 L'Alba di un Impero spot trailer

Uscito nel 2007, il primo 300 è una di quelle pellicole che hanno segnato la prima decade del terzo millennio, lanciando definitivamente la carriera del regista tutto cuore e muscoli: Zack Snyder. Fu cult movie sin da subito, attirando in sala il pubblico in un modo tanto trasversale quanto anomalo (per età, genere, orientamento sessuale e politico…). Imperfetto, ma molto potente, qualcosa che sin da subito si capì che sarebbe durato nel tempo.

A distanza di sette anni Frank Miller non è ancora riuscito a completare la graphic novel prequel Xerses (rimandata più volte, uscirà nel corso di quest’anno), ma ha collaborato nuovamente con Snyder, Kurt Johnstad e il nuovo regista Noam Murro per portare sullo schermo questo atteso follow-up: 300: L’Alba di un Impero.

Il nuovo kolossal completa il fratello gemello mostrandoci quando avvenuto prima, durante e dopo la Battaglia delle Termopili degli Spartani. Come è nato il Dio Re Serse e cosa anima la sua sete di potere e vendetta? Come ha fatto Leonida con il suo sacrificio ad unire l’intera Grecia per contrastare l’immenso esercito persiano? Queste sono solo alcune delle domande che hanno risposta nel corso della pellicola.

300

Molto interessante come nel prologo iniziale ci venga mostrata l’offesa iniziale, il vero motivo che ha spinto Serse a covare una spietata vendetta contro il popolo greco. Ancor più interessante come da un lato vediamo la sua trasformazione in Dio, e dall’altro scopriamo quanto sia terribilmente “umano” e manovrabile come una marionetta. È infatti la perfida Artemisia (Eva Green), la figlia che il compianto Re Dario avrebbe voluto, ad aver instillato in Serse il seme della follia e della brama di terre e potere, trasformandolo in un pericoloso giocattolo che nemmeno lei stessa riuscirà più a comprendere.

Mentre Serse è impegnato a nord con gli Spartani, Artemisia affronta in mare il generale Temistocle (Sullivan Stapleton), a capo della flotta Ateniese. Coraggioso e forte quanto Leonida, meno impulsivo e più razionale sul campo di battaglia: sarà lui la figura chiave che riuscirà ad unire le città stato greche, compresa Sparta ora governata dalla Regina Gorgo (Lena Headey ormai sempre più Cersei Lannister), nella lotta contro l’apparentemente insormontabile nemico. Una battaglia di testa, di cuore, di ritrovata fratellanza.

È bello come sia stato perfettamente rispettato lo stile visivo del primo film, trasformando 300 e 300 – L’Alba di un Impero in un bel dittico. Due lati della stessa medaglia, due modi diversi di affrontare una storia appassionante popolata di personaggi solidi, in particolare quelli femminili in questo secondo episodio: Artemisia (una pazzesca Eva Green) e Gorgo, in contrapposizione al tormentato Temistocle, così simile e diverso (giustamente) rispetto a Leonida.

300 L'Alba di un Impero copia

Molto più violento del primo, sangue digitali a ettolitri, slow motion come se non ci fosse un domani: è questo che volevamo ritrovare sul grande schermo, in scene d’azione coreografate in modo perfetto (in questo caso parliamo di battaglie navali, e non solo), sorprendenti e godibili, unite ad un 3D che non sarà indispensabile ma di certo non guasta a livello visivo e potenzia ulteriormente la visione.

Non tutto è perfetto, come nel primo episodio, ma il film ha grinta da vendere, diverte (anche con un pizzico di ironia) ed è coatto quanto basta per non dare mai fastidio. Una domanda sorge spontanea: il film è tratto da Xerses, ma Serse lo vediamo pochissimo in questo secondo capitolo, così come “l’Alba di un Impero” viene subito liquidata nel bel prologo iniziale. Questo è a sorpresa il 300 di Artemisia: visto il finale, un po’ troppo sbrigativo in particolare proprio riguardo al destino del Dio Re, dobbiamo aspettarci l’arrivo di un terzo episodio, con un epica battaglia finale?

Lo scopriremo presto, o magari tra sette anni, ma nell’attesa chiudete i libri di storia e gustatevi sul grande schermo questo nuovo 300.

Voto: 7

300: L’Alba di un Impero arriverà nelle sale domani, in 2D e 3D. Per maggiori informazioni potete consultare le nostre News dal Blog e la scheda film sul sito ufficiale di Warner Bros. Vi ricordiamo inoltre che qui trovate la Pagina Facebook Ufficiale del film e qui l’ultimo trailer rilasciato. #300IT


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Tower of Terror: Scarlett Johansson nel film basata sull’attrazione Disney 23 Giugno 2021 - 21:30

La torre a caduta libera dei parchi Disney sarà l'ennesima attrazione a diventare un film. Lo sta scrivendo Josh Cooley, regista di Toy Story 4

Q-FORCE: il trailer della serie Netflix su un team di superspie LGBTQ 23 Giugno 2021 - 20:45

Netflix ha diffuso il trailer di Q-Force, nuova serie animata composta da 10 episodi di mezz’ora, in arrivo sulla piattaforma di streaming il prossimo 2 settembre.

Turner e il Casinaro: il trailer della nuova serie targata Disney+ 23 Giugno 2021 - 20:29

Il 21 luglio Turner e il Casinaro, la serie ispirata al film con Tom Hanks, farà il suo debutto su Disney+. Possiamo avere un assaggio grazie al trailer.

Ewoks, (maledetti) Ewoks ovunque 22 Giugno 2021 - 9:56

La storia degli Ewoks di Star Wars, quei maledetti orsacchiotti tanto amati da George Lucas, che sono sbarcati in massa - con film e serie animata - su Disney+.

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)