Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2014/02/MUAHS-Awards-johnny-depp.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
MUAHS Awards – Premiati Dallas Buyer Club, Jackass: Nonno Cattivo e Dietro i Candelabri

MUAHS Awards – Premiati Dallas Buyer Club, Jackass: Nonno Cattivo e Dietro i Candelabri

Di Marlen Vazzoler

MUAHS-Awards-johnny-depp

Dopo una pausa di dieci anni sabato sera al Paramount Studios Theater si è tenuta l’undicesima edizione del Makeup Artists and Hairstylists Awards (MUAHS Awards), alla quale hanno partecipato 500 ospiti. Quattordici le categorie tra cinema, televisione e teatro che sono state premiate nel corso della serata condotta da Tom Arnold. A Johnny Depp è stato consegnato il Guilds Distinguished Artisan Award dal truccatore Joel Harlow, nominato all’Oscar per il trucco di The Lone Ranger e fautore della trasformazione dell’attore nella franchise di Pirati dei Caraibi.

“Questo è un grande onore” ha esordito Depp, dopo la proiezione di una breve clip in cui sono stati mostrati i suoi ruoli, “Ma [mentre] stavo guardando di tanto in tanto lo schermo, ho capito che cosa ridicola ho fatto. Voglio dire, sul serio, perché mi offrono ancora dei ruoli?”.

Durante il suo discorso Depp ha ricordato che originariamente era un chitarrista che aveva accettato il ruolo di Glen Lantz in Nightmare per guadagnare i soldi necessari per realizzare i suoi sogni come musicista.

“[Craven], che ha davvero corso un rischio con me, mi ha messo in contatto con un tizio di nome Dave Miller per prendere uno stampo del mio viso. Ho scoperto, stranamente, che mi piaceva essere rinchiuso in tutta quella roba. Mi piace essere isolato fino a quel punto. Così l’idea di sorprendere in un modo così incredibile, è una cosa che mi piace, è una cosa a cui miro. Penso di provare qualcosa di diverso ogni volta come attore, con il lusso [di avere] dei formidabili truccatori che hanno fatto la mia, come la volete chiamare, carriera”.

Dick Smith, vincitore di un Oscar per Amadeus, è stato premiato con il Makeup Artists Lifetime Achievement Award, mentre Gail Ryan, premio Oscar per Il Grinch, ha ottenuto l’Hairstylists Lifetime Achievement Award.
Nel campo cinematografico sono stati premiati Robin Mathews per il best period and/or character makeup in Dallas Buyers Club, Kathrine Gordon e Michelle Johnson per il best period and/or character hair styling in American Hustle e Stephen Prouty e Tony Gardner per il best special makeup effects in Jackass: Nonno cattivo. In quello televisivo Tarra Day e Steve La Porte hanno vinto per il best contemporary makeup in Breaking Bad, Greg Nicotero e Jake Garber per il best special effects makeup in The Walking Dead. Behind the Candelabra si è invece portato a casa due premi: il best hair styling in the TV miniseries or movie made for TV realizzato da Marie Larkin e Yvette Stone e il best makeup in the TV miniseries or movie made for TV andato a Kate Biscoe, Deborah Rutherford e Hiroshi Yada.

Di seguito la lista completa dei premi:
Film
BEST CONTEMPORARY HAIR STYLING
Lee Daniels’’ The Butler
Candace Neal
Robert Stevenson

BEST CONTEMPORARY MAKE-UP
Prisoners
Donald Mowat
Pamela Westmore

BEST PERIOD AND/OR CHARACTER HAIR STYLING
American Hustle
Kathrine Gordon
Michelle Johnson

BEST PERIOD AND/OR CHARACTER MAKE-UP
Dallas Buyers Club
Robin Mathews

BEST SPECIAL MAKE-UP EFFECTS
Jackass Presents: Bad Grandpa
Stephen Prouty
Tony Gardner

Televisione e serie sui nuovi media

BEST CONTEMPORARY HAIR STYLING
The Voice
Shawn Finch
Jerilynn Stephens

BEST CONTEMPORARY MAKE-UP
Breaking Bad
Tarra Day
Steve LaPorte

BEST PERIOD AND/OR CHARACTER HAIR STYLING
Vikings
Dee Corcoran

BEST PERIOD AND/OR CHARACTER MAKE-UP
Boardwalk Empire
Michele Paris

BEST SPECIAL MAKE-UP EFFECTS
The Walking Dead
Greg Nicotero
Jake Garber

Miniserie televisive o Film per la televisione

BEST PERIOD AND/OR CHARACTER HAIR STYLING
Behind the Candelabra
Marie Larkin
Yvette Stone

BEST PERIOD AND/OR CHARACTER MAKE-UP
Behind the Candelabra
Kate Biscoe
Deborah Rutherford
Hiroshi Yada

Per rimanere aggiornati su tutte le nomination, i premi e il cammino verso gli Oscar seguite la nostra CATEGORIA SPECIALE o la nostra pagina Facebook. Gli Academy Awards saranno consegnati il 2 marzo 2014, una cerimonia che seguiremo e commenteremo come sempre in diretta insieme a voi.

Fonti hollywoodreporter, Variety

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Samaritan: lunga intervista col coprotagonista Javon Walton 18 Agosto 2022 - 18:30

Prime Video è intenzionata a mostrarci footage inedito del film con Sylvester Stallone in arrivo il 26 agosto: Samaritan. Per cominciare, ecco l'intervista al suo coprotagonista, Javon Walton.

Black Mirror: Rory Culkin entra nel cast della stagione 6 18 Agosto 2022 - 18:00

La star di Signs e Lords of Chaos affiancherà i già annunciati Zazie Beetz, Aaron Paul, Josh Hartnett e Kate Mara

She-Hulk: il primo episodio in realtà doveva essere l’ottavo 18 Agosto 2022 - 17:26

Jessica Gao ha rivelato un interessante dettaglio su She-Hulk: il primo episodio della serie era in realtà stato concepito per essere l’ottavo.

She-Hulk e una quarta parete infranta da oltre trent’anni 18 Agosto 2022 - 11:20

Come She-Hulk, un'eroina a fumetti nata per paura, è stata trasformata in uno dei personaggi Marvel più ironici di sempre.

Better Call Saul, il finale: “meglio non chiamarlo Saul” [SPOILER] 16 Agosto 2022 - 15:23

La fine di un viaggio sorprendente, un finale da storia della TV: le nostre considerazioni sull'ultimissimo episodio di Better Call Saul.

The Sandman: i fan del fumetto possono dormire sonni tranquilli (recensione senza spoiler) 5 Agosto 2022 - 9:01

Neil Gaiman aveva ragione a proposito della trasposizione fedele. Ma The Sandman può piacere anche a chi il fumetto non l'ha mai letto?