L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Game of Thrones: 15 curiosità che potreste non sapere!

Di Lorenzo Pedrazzi

gameofthrones-copertina

Game of Thrones è indubbiamente il più grande fenomeno televisivo dai tempi di Lost, e la sua conclusione è ancora piuttosto nebulosa se consideriamo che l’autore della saga letteraria, George R.R. Martin, è tuttora al lavoro sul sesto libro, The Winds of Winter, che potrebbe uscire nel corso del 2015. Nel frattempo, gli spettatori televisivi sono in attesa di gustarsi la quarta stagione della serie, che debutterà il prossimo 6 aprile su HBO (CLICCATE QUI per vedere il trailer): per ingannare l’attesa, vi riportiamo quindici curiosità che potreste non conoscere, recentemente pubblicate da Mashable!

1 – Sansa ha adottato il suo metalupo, Lady

1

Ricordate Lady, il fedele metalupo di Sansa Stark? Viene ucciso da Ned Stark per volere di Cersei, furiosa perché Nymeria, il metalupo di Arya, aveva attaccato suo figlio Joffrey. Non trovando Nymeria, Cersei ha voluto rifarsi sulla povera Lady, che poi è stata sepolta con onore a Grande Inverno. Ebbene, al termine delle riprese l’attrice Sophie Turner (Sansa) ha adottato Lady e l’ha chiamata Zunni, per soddisfare un suo desiderio di lunga data: avere un cane.

2 – La Guerra delle Due Rose ha ispirato la trama principale della saga: la lotta per la successione al trono

2

Combattuta in Inghilterra tra il 1455 ed il 1485, la Guerra delle Due Rose fu una violenta lotta dinastica che vide contrapporsi due diversi rami della casa regnante dei Plantageneti, i Lancaster e gli York, i cui casati recavano il disegno di una rosa (rispettivamente rossa e bianca) nei propri stemmi. Martin ha tratto ispirazione da questo fatto storico per la trama principale de Le cronache del ghiaccio e del fuoco, com’è evidente nel sanguinoso conflitto per la conquista del Trono di Spade, caratterizzato peraltro da quelle stesse unioni fra consanguinei che, già all’epoca della Guerra delle Due Rose, servivano a garantire la purezza della linea di successione.

3 – Harry Lloyd (Viserys Targaryen) è il pro-pro-pronipote di Charles Dickens

33

L’attore britannico Harry Lloyd, interprete dell’odioso fratello di Daenerys Targaryen, discende direttamente dal grande Charles Dickens, e si è laureato a Oxford con una tesi sul suo celeberrimo antenato.

4 – La Barriera è ispirata al Vallo di Adriano

4

Il Vallo di Adriano era una fortificazione in pietra che l’omonimo imperatore romano fece costruire in Britannia, nel II secolo d.C., per separarla dalla Caledonia (l’attuale Scozia): Martin visitò la fortificazione nel 1981, e ne trasse ispirazione per l’imponente Barriera di ghiaccio che protegge i Sette Regni dall’assalto dei Bruti e dei non-morti.

5 – Tre giovani Stark amano canticchiare il tema musicale della sigla di Game of Thrones

Sophie Turner, Maisie Williams e Isaac Hempstead-Wright, rispettivamente Sansa, Arya e Bran Stark, hanno un debole per il tema musicale della serie, e lo canticchiano in modo adorabile… sigla di HBO compresa!

6 – Jack Gleeson (Re Joffrey) potrebbe chiudere con la recitazione

5

Avendo cominciato la sua carriera quando aveva otto anni (potreste ricordarvelo in Batman Begins), Jack Gleeson alias Re Joffrey ha dichiarato di essere già stanco di recitare, poiché non ama la pressione che questo lavoro comporta. Al termine di Game of Thrones potrebbe quindi interrompere la sua carriera di attore per dedicarsi ad altri progetti, soprattutto umanitari (ha già partecipato attivamente nei soccorsi per Haiti). Gleeson ha però intenzione di continuare a scrivere e recitare per la sua compagnia teatrale, con sede a Dublino: la Collapsing Horse Theatre Company.

7 – Theon Greyjoy è il fratello minore di Lily Allen

6

Ebbene sì, l’attore Alfie Allen è il fratello minore della cantante Lily Allen, che gli ha anche dedicato una canzone… un po’ imbarazzante. Intitolata, non a caso, Alfie.

8 – Robb Stark esce con Clara Oswin Oswald di Doctor Who

7

When fandoms collide: Richard Madden e Jenna-Louise Coleman, rispettivamente Robb Stark di Game of Thrones e Clara Oswin Oswald di Doctor Who, stanno insieme nella vita reale (già, esiste una vita reale al di fuori delle serie televisive). Un cortocircuito nerd.

9 – Esiste uno spettacolo di burlesque a tema Game of Thrones

S’intitola Dames of Thrones Burlesque Show, va in scena in Australia, ed è anche possibile goderselo con il pacchetto meal and show, completo di menù a tema Game of Thrones. Il paradosso è che, pur trattandosi di burlesque, difficilmente potrà superare i centimetri di pelle scoperta mostrati nella serie: insomma, una versione casta di Game of Thrones.

10 – Il cuore di cavallo mangiato da Daenerys è in realtà una caramella gommosa di circa tre chili

Dura la vita di una Khaleesi: incinta di Khal Drogo, ha dovuto mangiare il cuore crudo di uno stallone per dimostrare la forza di suo figlio. Per fortuna si trattava in realtà di una sorta di caramella gommosa da sette libbre (poco più di tre chili), anche se l’attrice Emilia Clarke ha dichiarato che sapeva di candeggina, e somigliava più a un prosciutto congelato, grondante di zuccheratissimo sangue finto. Invitante, ma come fa a conoscere il sapore della candeggina?

11 – La sigla della serie è ispirata a una macchina di Leonardo

Ma non solo: il title designer Angus Wall ha dichiarato che, per distinguersi dallo stile usato solitamente nelle mappe dei mondi fantasy, la sigla è stata concepita per rappresentare un mondo all’interno di una sfera, la cui forma è ispirata alle stazioni spaziali della fantascienza anni Sessanta. Gli ingranaggi che sorgono dalla mappa rappresentano i diversi regni e le rispettive famiglie, e sono caratterizzati a seconda della cultura e del paesaggio dominante. Ogni stagione ha la propria sigla, che si evolve con il procedere della serie.

12 – George R.R. Martin ritiene che il fantasy abbia bisogno di verosimiglianza

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

L’autore della saga è convinto che, anche nel fantasy, debba esserci sempre un nucleo di verità, poiché l’intento consiste nel raccontare la condizione umana. Faulkner diceva che «il cuore umano in conflitto con se stesso» è l’unica cosa di cui valga la pena scrivere, e Martin condivide pienamente quest’idea. Poco importa che il soggetto abbia a che fare con draghi, detective privati o pistoleri: qualunque storia di qualunque genere, perché sia meritevole di lettura, deve focalizzarsi sui conflitti interni del cuore umano.
Inoltre, Martin effettua ancora ricerce alla vecchia maniera, sui libri: ha infatti riempito di volumi le due camere da letto della sua seconda casa, che utilizza come studio.

13 – Martin vive ancora una vita “normale”

9

Niente di estroso o bizzarro nella vita dello scrittore a Santa Fe, nel Nuovo Messico (a parte la sua casella di posta, che ha la forma di un castello con tanto di ponte levatoio): guida una vecchia Mazda, mangia nei ristoranti locali, è disponibile con i fan, ha mantenuto le sue informazioni di contatto sulle Pagine Gialle, aggiorna costantemente il suo blog. Da giovane aveva una tartaruga come animale domestico, scriveva per il giornale del liceo ed era capitano della squadra di scacchi.

14 – I produttori hanno commissionato la creazione della lingua Dothraki alla Language Creation Society

11

Il linguista David Peterson, partendo dalla cultura Dothraki, ha creato quasi duemila parole prima ancora di cominciare a tradurre le sceneggiature della prima stagione.

15 – Il ruolo di Cersei non ha portato ricchezza a Lena Headey

10

Nonostante il successo di Game of Thrones e una discreta carriera cinematografica, l’anno scorso Lena Headey ha dichiarato di avere meno di cinque dollari sul suo conto in banca, soprattutto a causa del divorzio dal suo ex marito.

Potete scoprire, commentare e votare tutti gli episodi di Game of Thrones sul nostro Episode39 a questo LINK.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

American Horror Story: Neal McDonough nel cast della stagione 10 16 Giugno 2021 - 14:00

La serie horror di Ryan Murphy tornerà su FX il 25 agosto. Sarà preceduta dallo spin-off antologico American Horror Stories

I Croods 2: Una Nuova Era – Il trailer ufficiale italiano del film, dal 14 luglio al cinema 16 Giugno 2021 - 13:54

I Croods 2 – Una Nuova Era, il film DreamWorks, che segna il ritorno della prima famiglia dell’era preistorica, arriverà nelle nostre sale il 14 luglio.

A Classic Horror Story – Il trailer ufficiale del film di Roberto de Feo e Paolo Strippoli, dal 14 luglio su Netflix 16 Giugno 2021 - 13:29

Ecco il trailer ufficiale di A Classic Horror Story, la pellicola diretta da Roberto De Feo e Paolo Strippoli, in arrivo su Netflix il prossimo 14 luglio.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.