L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Enemy – Jake Gyllenhaal mostra come ha recitato col suo doppio [VIDEO]

Di Valentina Torlaschi

enemy jake gyllenhall

Jake Gyllenhaal e il regista quebecchese Denis Villeneuve sono ormai una coppia artistica consolidata. E da cui aspettarsi opere molto interessanti. Dopo Prisoners (il thriller su un uomo alla ricerca di giustizia e vendetta che vede nel cast anche Hugh Jackman uscito anche in Italia lo scorso novembre dopo gli applausi al Festival di Toronto), il duo ha anche lavorato insieme per questo noir di produzione indipendente intitolato Enemy.

Tratto da un romanzo dello scrittore José Saramago (L’uomo duplicato, edito in Italia da Feltrinelli), Enemy racconta di un insegnante di Storia divorziato e un po’ depresso (Jake Gyllenhaal, appunto) che scopre per caso, guardando un dvd preso in prestito, che uno degli attori del film è esattamente uguale a lui 5 anni prima. Scosso ma incuriosito, il professore si mette allora alla ricerca di questa misteriosa copia di sé… Una storia che riecheggia vagamente anche quella di  The Double con Jesse Eisenberg di cui ieri vi abbiamo mostrato un nuovo trailer.

Per Jake Gyllenhaal, recitare in questo doppio ruolo, si è trattata di una bella sfida. Ecco un’interessante featurette che ci mostra come lui, il regista e il resto della squadra tecnica hanno lavorato su quest’aspetto:

Di seguito la sinossi ufficiale:

Enemy racconta la storia di un lettore universitario di nome Adam (Gyllenhaal), che si sta avvicinando al capolinea della sua relazione con la sua ragazza Mary (Laurent). Una notte, mentre guarda un film, Adam nota un attore minore che ha il suo stesso aspetto. Consumato dal desiderio di incontrare il suo doppio, Adam rintraccia Anthony, un attore che vive con la moglie incinta Helen (Gadon), e comincia con lui una lotta complessa e pericolosa. Il film è un inquietante e provocatorio thriller psicosessuale sulla dualità e l’identità, dove alla fine solo un uomo sopravviverà.

Scritto da Javier Gullòn, il film vede nel cast anche Melanie Laurent e Sarah Gadon. La release negli Usa è fissata per il 14 marzo mentre in Italia non è stata ancora fissata una data di uscita.

Ricordiamo infine che il regista Denis Villeneuve vanta una nomination all’Oscar per il Miglior Film Straniero per La donna che canta – Incendies (2010), mentre l’altra sua pellicola Polytechnique venne presentata alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes nel 2009.

Fonte: CS


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Da À l’intérieur a La casa in fondo al lago: l’horror secondo Alexandre Bustillo e Julien Maury 29 Luglio 2021 - 10:00

I registi francesi tornano il 5 agosto con il loro nuovo lavoro, un horror visionario e claustrofobico che predilige la suggestione al gore, e sfoggia set mai visti prima

Bob Odenkirk è “stabile” dopo il collasso sul set di Better Call Saul 29 Luglio 2021 - 8:45

Il figlio e i rappresentanti di Bob Odenkirk comunicano che l'attore è "stabile" e "starà bene" dopo il malore sul set di Better Call Saul.

Shea Whigham, Frank Grillo e Olivia Munn nel trailer dell’action The Gateway 28 Luglio 2021 - 21:30

La storia di un operatore dei servizi sociali che si ritrova a dover fronteggiare una gang per proteggere una sua assistita e suo figlio

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.