L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Verso gli Oscar 2014: alla scoperta di Omar

Verso gli Oscar 2014: alla scoperta di Omar

Di Valentina Torlaschi

Omar oscar film straniero

Proseguiamo il cammino che ci porterà sino alla notte del 2 marzo, nella quale seguiremo e commenteremo insieme la consegna dei premi dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, meglio conosciuti come Oscar.

La lista completa delle candidature ha svelato non poche sorprese, ed è il momento di recuperare tutti i candidati alle statuette, esaminandoli nel dettaglio, scoprendo le loro potenzialità di vittoria e offrendovi il modo di vederli o rivederli (dove possibile). Continuiamo, in particolare, a ri-scoprire le pellicole nominate come Miglior Film Straniero: così, se nei giorni scorsi abbiamo parlato de La Grande Bellezza, del danese Il sospetto e del cambogiano The Missing Picture, oggi è il turno di Omar, ossia il drammatico racconto di un ragazzo palestinese le cui speranze, amicizie e amori saranno inevitabilmente lacerati dall’odio che abita la sua terra.

QUI la nostra analisi sullo stato della corsa agli OSCAR

TITOLO: OMAR

REGIA: Hany Abu-Assad

CAST: Adam BakriWaleed ZuaiterSamer Bisharat

CANDIDATO A: 1 PREMIO OSCAR

Miglior film straniero

omar

TRAMA:

Omar è un ragazzo palestinese che lavora come fornaio e che ogni giorno scavalca il muro della separazione, rischiando di essere ucciso dai proiettili, per andare a trovare la ragazza di cui è innamorato: Nadia. Il fratello di Nadia, Tarek, è anche un amico di vecchio corso di Omar e, insieme ad un altro loro compagni, i tre giovani si stanno addestrando per la causa della liberazione della Palestina. Ma giorno Omar viene catturato, fatto prigioniero e posto davanti alla scelta più dura della sua vita: o il carcere a vita o la collaborazione con la polizia israeliana.

BOXOFFICE:

USA: inedito
ITA: inedito
WORLDWIDE: $ n.d.

COSA HA DETTO LA CRITICA:

Vincitore del Premio speciale della giuria alla sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes, il film ha ricevuto un’ottima accoglienza dalla stampa che ne ha elogiato un racconto in chiave ambigua e non riconciliatoria della difficile situazione in Palestina. 82% la percentuale di recensioni positive su Rottentomateos, con un voto medio di 8,4/10. Il punteggio su Metacritic è 68/100 basato su sole 4 recensioni. Su Variety si legge: «deliberatamente ambiguo nel modo di approcciarsi all’inesorabile fulcro della violenza, Omar disturberà lo spettatore che cerca la condanna piuttosto che il disordine dell’umanità».

TRAILER:

IL NOSTRO COMMENTO:

Purtroppo non abbiamo avuto modo di vedere il film al Festival di Cannes e in Italia la pellicola non ha ancora una distribuzione.

omar_4

LA CURIOSITÀ:

Il regista Hany Abu-Assad è di origini palestinesi ma si è poi trasferito ad Amsterdam per studiare ingegneria: per diversi anni lavora come ingegnere aeronautico ma poi decide di seguire la sua passione e onda una casa di produzione cinematografica. Dopo alcuni programmi televisivi sugli immigrati e cortometraggi nel 2006 si fa conoscere sulla scena internazionale con il film Paradise Now.

POTENZIALITÀ DI VITTORIA:

Nonostante il gradimento della critica, il film non ha possibilità di vittoria. Come per il cambogiano The Missing Picture, siamo davanti a un’opera d’arte interessante, ma molto autoriale e più apprezzata dal circuito dai Festival europei che non dal gusto dell’Academy. Nella categoria del Miglior Film Straniero il gran favorito rimane La grande bellezza, seguito dal danese The Hunt e dal belga Alabama Monroe.

Previsione: 0 Oscar

HOMEVIDEO/DIGITAL DOWNLOAD

Non (ancora) distribuito nei cinema italiani, il film non è disponibile neanche in dvd.

Per scoprire le altre pellicola candidate agli Oscar 2014 potete consultare i seguenti link:

GRAVITY
CAPTAIN PHILLIPS – ATTACCO IN MARE APERTO
BLUE JASMINE
PHILOMENA
– AMERICAN HUSTLE – L’APPARENZA INGANNA
– LA GRANDE BELLEZZA
– IL SOSPETTO
– THE MISSING PICTURE

Per rimanere aggiornati su tutte le nomination, i premi e il cammino verso gli Oscar seguite la nostra CATEGORIA SPECIALE o la nostra pagina Facebook. Gli Academy Awards saranno consegnati il 2 marzo 2014, una cerimonia che seguiremo e commenteremo come sempre in diretta insieme a voi.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Lord of the Rings: la prima stagione costerà $465M 16 Aprile 2021 - 21:31

La prima stagione di The Lord of the Rings riceverà nuove agevolazioni dalla Nuova Zelanda, il costo delle riprese si aggirerà sui $465M.

Cinema e teatri potrebbero riaprire il 26 aprile nelle zone gialle 16 Aprile 2021 - 20:39

Il Ministro alla Cultura Dario Franceschini ha confermato che a partire dal 26 aprile potranno riaprire nelle zone gialle teatri e cinema. Ma si tratta comunque di uno scenario improbabile.

Kristen Wiig e Annie Mumolo insieme a Disney per un film sulle sorellastre di Cenerentola 16 Aprile 2021 - 20:30

Le sceneggiatrici de Le amiche della sposa racconteranno il classico dal punto di vista di Anastasia e Genoveffa. Produce Will Ferrell

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.