L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Verso gli Oscar 2014: alla scoperta de The Missing Picture

Verso gli Oscar 2014: alla scoperta de The Missing Picture

Di Valentina Torlaschi

The Missing Picture

Proseguiamo il cammino che ci porterà sino alla notte del 2 marzo, nella quale seguiremo e commenteremo insieme la consegna dei premi dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, meglio conosciuto come Oscar.

La lista completa delle candidature ha svelato non poche sorprese, ed è il momento di recuperare tutti i candidati alle statuette, esaminandoli nel dettaglio, scoprendo le loro potenzialità di vittoria e offrendovi il modo di vederli o rivederli (dove possibile). Continuiamo, in particolare, a ri-scoprire le pellicole nominate come Miglior Film Straniero: così, se nei giorni scorsi abbiamo parlato de La Grande Bellezza e Il sospetto, oggi è il turno di The Missing Picture ossia il documentario visionario e straziante del cambogiano Rithy Panh.

QUI la nostra analisi sullo stato della corsa agli OSCAR

TITOLO: THE MISSING PICTURE

REGIA: Rithy Panh

CANDIDATO A: 1 PREMIO OSCAR

Miglior film straniero

the missing picture

TRAMA:

Il documentarista Rithy Panh rivive il trauma di quando, il 17 aprile del 1975, i Khmer Rossi entrarono a Phnom Penh, imponendo il socialismo reale. Tra il 1975 e il 1979, nel paese cambogiano 2 milioni di persone, su un totale di 7, vengono eliminate dal regime comunista di Pol Pot. Per molti anni il regista ha cercato una fotografia scattata in quegli anni come prova dell’accaduto, ma non l’ha mai trovata. Decide allora di ricostruire quella ricerca e quel passato con delle piccole sculture di fango nella speranza di dare una elemento se non concreto almeno evocativo di quell’omicidio di massa.

BOXOFFICE:

USA: inedito
ITA: inedito
WORLDWIDE: $ n.d.

COSA HA DETTO LA CRITICA:

Presentato al Festival di Cannes e a quello di Torino dello scorso anno, la critica è stata folgorata da questo documentario che, con immagini semplici e primitive, è riuscito a dar vita a un racconto struggente sulla violenza umana. 96% la percentuale di recensioni positive su Rottentomateos, con un voto medio di 8,1/10. Il punteggio su Metacritic è 80/100 basato su 8 recensioni. Variety ne ha parlato come di un coraggioso atto di testimonianza, un documentario che ricreare un’esperienza sconvolgente con figurine d’argilla, un mezzo estetico difficile che pone anche domande affascinanti sul concetto di rappresentazione.

TRAILER:

IL NOSTRO COMMENTO:

Una poetica e lirica riflessione sul Male e sul cinema come testimone impossibile. Rithy Pahn ricostruisce i filmati perduti e distrutti del massacro cambogiano attraverso pupazzi e realizza un film complessissimo nei temi ma semplice come un’immagine. (Emanuele Rauco)

Limage Manquante Foto Dal Film 2

LA CURIOSITÀ:

Il regista Rithy Panh è nato a Phnom Penh nel 1964. A undici anni (dal 1975), Pahn è prigioniero nei campi di riabilitazione dei khmer rossi; perse i genitori e quasi tutta la famiglia. Nel 1979, appena quindicenne, rie­sce a fuggire in Thailandia e poi a trasferirsi a Parigi dove frequente l’Institut des hautes études cinématographiques (idhec) e inizia la sua carriera da documentarista. Rithy Panh è anche scrittore e, insieme a Christophe Bataille, ha firmato il libro ‘L’eliminazione’, edito in Italia da Feltrinelli: un testo che, per tematiche affine sebbene di ambientazione cambogiana, è stato paragonato dalla critica francese a ‘Se questo è un uomo’ di Primo Levi.

POTENZIALITÀ DI VITTORIA:

Nonostante l’alto gradimento della critica, il film non ha possibilità di vittoria. Siamo davanti a un’opera d’arte molto raffinata, autoriale più apprezzata dal circuito dai Festival europei che non dal gusto dell’Academy. Nella categoria del Miglior Film Straniero il gran favorito rimane La grande bellezza, seguito dal danese The Hunt e dal belga Alabama Monroe.

Previsione: 0 Oscar

HOMEVIDEO/DIGITAL DOWNLOAD

Non (ancora) distribuito nei cinema italiani, il film non è disponibile neanche in dvd.

Per scoprire le altre pellicola candidate agli Oscar 2014 potete consultare i seguenti link:

GRAVITY
CAPTAIN PHILLIPS – ATTACCO IN MARE APERTO
BLUE JASMINE
PHILOMENA
AMERICAN HUSTLE – L’APPARENZA INGANNA
LA GRANDE BELLEZZA
IL SOSPETTO

Per rimanere aggiornati su tutte le nomination, i premi e il cammino verso gli Oscar seguite la nostra CATEGORIA SPECIALE o la nostra pagina Facebook. Gli Academy Awards saranno consegnati il 2 marzo 2014, una cerimonia che seguiremo e commenteremo come sempre in diretta insieme a voi.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office USA: Testa a testa tra Old e Snake Eyes 23 Luglio 2021 - 18:52

Old e Snake Eyes a testa a testa al box office USA dopo la anteprime di giovedì sera, ma il podio potrebbe essere usurpato da Black Widow e Space Jam: New Legends

L’Esorcista: David Gordon Green conferma che il suo sarà un sequel diretto dell’originale 23 Luglio 2021 - 18:00

Come sappiamo, David Gordon Green è pronto per proseguire il suo percorso nel cinema horror con L'Esorcista.

Ciné 2021: i listini Adler e Warner Bros. nella giornata di chiusura 23 Luglio 2021 - 17:52

Si chiude la manifestazione per addetti ai lavori del settore cinema, con importanti anticipazioni per la nuova stagione

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.