L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Grand Budapest Hotel – Assurdo colloquio al facchino Zero nella prima clip

Di Valentina Torlaschi

the grand-budapest-hotel wes anderson

In attesa della presentazione in anteprima al prossimo Festival di Berlino, ecco una prima scena di  The Grand Budapest Hotel, ossia la nuova fatica di Wes Anderson aka il regista più hipster di Hollywood, quello di Moonrise Kingdom e I Tenenbaum per intenderci. Nella clip, immersa nelle tipiche atmosfere stralunate-eccentriche e ripresa col riconoscibilissimo stile Arnderson, troviamo Ralph Fiennes nei panni del rigoroso M. Gustave che sottopone a un colloquio un improvvisato facchino di nome Zero (Tony Revolori).

 The Grand Budapest Hotel è una commedia corale ambientata nel 1927 in un lussuoso albergo ungherese dal cast davvero eccezionale: i principali interpreti sono Ralph FiennesBill Murray e Saoirse Ronan e poi troviamo un ricchissimo gruppo di attori di contorno che vanno da Edward Norton a Jude Law, da Willem Dafoe a Harvey Keitel, da Tilda Swinton a Adrien Brody  fino a Jason SchwartzmanJeff GoldblumMathieu Amalric. Anche Owen Wilson avrà un piccolo ruolo.

Da quel che aveva dichiara il regista Wes Anderson, le atmosfere di The Grand Budapest Hotel dovrebbero richiamare quelle della grande commedia hollywoodiana del passato, da Billy Wilder (L’appartamento) a Ernest Lubitsch (Scrivimi fermo posta) ma anche reiterare lo stile personalissimo dello stesso Anderson fatto di storie dolci-amare, dalle ambientazioni vintage, in cui si aggirano personaggi starlunati e assolutamente bizzarri (si veda I TenenbaumLe avventure acquatiche di Steve Zissou).

Di seguito la trama:

The Grand Budapest Hotel racconta di un leggendario concierge di un famoso hotel europeo: la storia è ambientata tra le due guerre mondiali e segue l’amicizia tra l’uomo e un giovane impiegato che diventa il suo protetto. Le vicende coinvolgono il furto e il ritrovamento di un dipinto rinascimentale, la battaglia per un’enorme fortuna familiare e il lento e improvviso subbuglio che trasformerà l’Europa durante quel periodo storico di inizio secolo.

The Grand Budapest Hotel uscirà poi nei cinema americani il 7 marzo 2014 e sarà presentato in anteprima al Festival di Berlino. Al momento non è stata ancora fissata una release italiana.

Fonte: CS

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Just Beyond: Mckenna Grace e Lexi Underwood nella serie Disney+ tratta da R.L. Stine 13 Aprile 2021 - 20:45

La serie antologica è stata creata da Seth Grahame-Smith a partire dai fumetti dell'autore di Piccoli brividi

The Falcon and The Winter Soldier: Chi è la speciale Guest Star che vedremo nel prossimo episodio? 13 Aprile 2021 - 20:05

Una Guest Star d'eccezione è attesa nel nuovo episodio di The Falcon and the Winter Soldier: di chi potrebbe trattarsi?

I giorni dell’abbandono: Natalie Portman nel film dal romanzo di Elena Ferrante 13 Aprile 2021 - 19:30

Il film sarà diretto da Maggie Betts per HBO Films. Tra i produttori anche Fandango

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.