L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Nomination Oscar 2014, tra sorprese e conferme: un commento

Di Leotruman

gravity-james cameron

Sono state annunciate poco fa le nomination per l’86esima edizione degli Academy Awards, i premi assegnati ogni anno dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences e meglio conosciuti come Oscar.

La lista completa delle candidature ha confermato molti dei pronostici, ma come ogni anno sono diverse le sorprese e i film che sono stati snobbati dall’Academy. Scopriamo insieme chi è rimasto contento e chi no dall’annuncio delle nomination!

12 Years a Slave gotham awards

LE CONFERME:

– GRAVITY

La pellicola di Alfonso Cuaron conferma tutte le previsioni e si aggiudica ben 10 meritatissime candidature. Tra l’altro è testa di serie in almeno 7 di queste! La sensazione è che Gravity possa trionfare quest’anno, vincendo una cifra compresa tra le 4 e le 8 statuette, compresa Miglior Regia.

AMERICAN HUSTLE

Terza pellicola consecutiva per David O’Russell a fare il pieno di candidature dopo The Fighter e Il Lato Positivo, e questa volta ci sono serie possibilità di statuetta per David O’Russell, tra Miglior Film e Sceneggiatura, che potrebbe essere un bel “contentino” dell’Academy per non farlo tornare nuovamente a casa a mani vuote.

– 12 ANNI SCHIAVO

Nella categoria Miglior Film è l’avversario da battere. L’intenso dramma di Steve McQueen ha commosso tutti e raccolto ben 9 nomination. Sarà solo una sensazione, che dovrà essere confermata o meno dai premi di categoria, ma non credo possa aspirare ad un trionfo in stile The Millionaire.

– THE WOLF OF WALL STREET

La squadra Scorsese-Di Caprio è più forte che mai. La mano sul fuoco non potevamo mettercela, a causa di una pellicola particolarmente “forte” che sta causando non poche polemiche negli USA, ma sono riusciti ancora una volta a raccogliere un ricco bottino di candidature. Il lato negativo è che rischia di non vincere nemmeno un Oscar, ma abbiamo comunque un sogno: Leonardo DiCaprio che sale sul palco del Kodak Theatre per ritirare l’agognata quanto meritata statuetta. Sarebbe davvero ora!

– CAPTAIN PHILLIPS

Paul Greengrass ha sfornato una nuova opera che ha convinto pubblico, critica e l’Academy. Sei nomination di peso, ma niente candidatura per la Miglior Regia e soprattutto niente Tom Hanks! In ogni caso rispettate bene o male le previsioni, e la vecchia volpe Scott Rudin ancora una volta candidato come produttore (quinta nomination per lui).

– LA GRANDE BELLEZZA

Ce l’ha fatta. Il nostro Paolo Sorrentino, dopo aver trionfato ai Globe domenica notte, rompe la maledizione e permette all’Italia di entrare nella rosa ad otto anni di distanza da La Bestia nel Cuore della Comencini (sigh).

– FROZEN

Riuscirà a battere Miyazaki e il suo canto del Cigno? Non lo sappiamo, ma Frozen raccoglie due candidature che hanno la seria possibilità di trasformarsi in due Oscar (e ci aggiungiamo la nominatio anche per il corto Get a Horse). Disney Animation Studios batte Pixar su tutta la linea quest’anno.

tom-hanks walt-disney mary poppins saving-mr-banks clip

I RIDIMENSIONATI:

– AUGUST: OSAGE COUNTY

Due nomination non sono sufficienti per una pellicola la cui aspirazione era necessariamente quella di essere candidato per la miglior sceneggiatura.

– SAVING MR. BANKS

Il film è a dir poco delizioso, ma ha riscontrato abbastanza consensi assoluti per riuscire a farlo rientrare nella rosa delle migliori pellicole. Non avrebbe probabilmente mai raccolto un numero considerevole di candidature, ma una (per la bellissima colonna sonora di Thomas Newman che richiama i temi di Mary Poppins) è davvero troppo poco.

– ALL IS LOST

Niente da fare per Robert Redford e la sua epopea in solitaria. Solo una nomination per il miglior montaggio sonoro, quando si pensava potesse raccoglierne almeno quattro-cinque visto l’apprezzamento della critica americana.

Dallas-Buyers-Club-trailer

CHI GUADAGNA PUNTI:

– DALLAS BUYERS CLUB

– NEBRASKA

– PHILOMENA

– BLUE JASMINE

Questo poker di magnifiche pellicole è riuscito a ricevere più nomination dell’atteso. Philomena e Nebraska spuntano nella rosa dei Migliori Film, mentre Dalls Buyers Club riesce addirittura a ricevere quella del Miglior Montaggio (tutt’altro che tecnica, è molto prestigiosa ed indicativa). Woody Allen fa nuovamente centro e riceve la 24esima nomination della sua carriera (già 4 le statuette in bacheca), e molto probabilmente permetterà a Cate Blanchett di vincere l’Oscar come Miglior Attrice.

– LO HOBBIT

Sembrava destinato ad essere completamente snobbato, invece sono tre le nomination ricevute da Lo Hobbit: La Desolazione di Smaug. Purtroppo con Gravity in zona il rischio è di tornare a casa a mani vuote, ma poco male: c’è ancora il terzo capitolo il prossimo anno.

her-spike-jonze

LE SORPRESE:

HER

Film, sceneggiatura, scenografie, ma anche colonna sonora e canzone originale. Doppia candidatura personale per Spike Jonze, con seria possibilità di vittoria in quella della Miglior Sceneggiatura. Her ha conquistato tutto e tutti (anche se niente candidatura per Joaquin Pheonix).

MERYL & JULIA

18esima candidatura per la Divina e quarta per la Roberts. La concorrenza era forte, si pensava non quanto la potenza di August: Osage County, ed invece eccole tornare al Kodak Theatre in gran trionfo. Non si può che essere contenti.

THE GRANDMASTER

Nomination agrodolci per la pellicola del maestro Wong Kar Wai. Costumi e soprattutto la prestigiosa candidatura di Miglior Fotografia per la sua nuova opera, che a sorpresa non ha ricevuto però l’ambita nomination come Miglior Film Straniero.

THE LONE RANGER

Gore Verbinski batte Guillermo DelToro. Grande rivincita per il western Disney, flop economico ma non di gradimento, anche dell’Academy a quanto pare. Non solo Miglior Trucco ma anche Migliori Effetti Visivi, sottraendo l’ultimo slot disponibile al kolossal del regista messicano. Io la vedo come la rivincita delle produzioni vecchio stile, ma poco importa: l’Oscar è già nelle mani di Gravity.

oprah the butler

GLI SNOBBATI:

– RUSH

Niente da fare per Ron Howard e il suo apprezzato dramma sportivo. Si parlava di quattro-cinque candidature, ed invece torna a casa con zero. Rimane in ogni caso una delle più belle sorprese del 2013.

– THE BUTLER & OPRAH

Faccio fatica ancora a capire il percorso di questo film. Campione di incassi in patria, con oltre 116 milioni di dollari incassati. Ottimi dati in arrivo anche dal resto del mondo (in Italia medie per sala elevatissime), per non parlare dell’approvazione della critica. Storia commuovente, tema Casa Bianca, cast d’alto livello, grande ritorno di Oprah in veste di attrice, Lee Daniels coccolato dall’Academy per una pellicola a dir poco sopravvalutata (Precious) e ora… completa indifferenza. La potente Winfrey sarà infuriata.

– TOM HANKS & EMMA THOMPSON

Davvero un peccato per queste due grandi star. Tom Hanks snobbato per Captain Phillips (candidatura che sembrava certa), così come Emma Thompson per Saving Mr.Banks (interpretazione e accento magistrale).

– THE GRANDMASTER

Come dicevamo sopra, davvero strano che abbia ricevuto due candidature per poi essere snobbato dalla cinquina del Miglior Film Straniero, a scapito proprio di Wong Kar-Wai. A questo punto La Grande Bellezza vola con agevolezza verso l’Oscar…

– PACIFIC RIM

The Lone Ranger dentro, Pacific Rim fuori. Altro mistero dell’Acedemy, che in questa categoria ha fatto molti pasticci negli ultimi anni. Gli fa buona compagnia L’Uomo d’Acciaio, altra pellicola dai meriti tecnici indiscutibili rimasta al palo.

– HUNGER GAMES LA RAGAZZA DI FUOCO

850 milioni incassati in tutto il mondo, miglior incasso del 2013 negli USA con quasi 420 milioni di dollari raccolti. 90% di recensioni positive su Rottentomatoes, considerato il miglior blockbuster dell’anno. Eppure niente di tutto questo è bastato a Lionsgate per racimolare qualche candidatura tecnica (trucco, costumi e canzone originale sembravano alla sua portata).

– I FRATELLI COEN

Fotografia e sonoro. Due nomination sono davvero poche per gli standard dei Coen, che quest’anno dovranno assistere alla cerimonia solo in veste di ospiti.

– MONSTERS UNIVERSITY

Annata nera per la Pixar, superata dalla gemella Walt Disney Animation in ogni campo. Il prossimo anno non uscirà nemmeno un titolo per lo studio, quindi si riparla nel 2016 per un nuovo possibile Oscar (avrà due titoli in gioco, entrambi originali).

– JAMES GANDOLFINI

Il compianto Toni Soprano, scomparso in Sicilia la scorsa estate, non ce l’ha fatta a ricevere la nomination postuma per Enough Said. Lo ritroveremo nel video In Memoriam che l’Academy ha in preparazione.

– HANS ZIMMER

Poteva essere candidato sia per Rush che per 12 Anni Schiavo, completando una cinquina da sogno insieme a John Williams, Desplat e Steven Price. Non ce l’ha fatta il povero Hans, che sembra destinato a lucidare in eterno il suo Oscar vinto con Il Re Leone esattamente vent’anni fa.

– LANA DEL REY

La colonna sonora de Il Grande Gatbsy era molto ricca, e Young & Beautiful sembrava avere pochi rivali per ottenere la candidatura. Invece niente per la poco sorridente giovane artista: ci saranno altre opportunità per lei o meteora destinata ad estinguersi in fretta?

COMMENTATE LE NOMINATION IN FONDO ALL’ARTICOLO!

Per rimanere aggiornati su tutte le nomination, i premi e il cammino verso gli Oscar seguite la nostra CATEGORIA SPECIALE o la nostra pagina Facebook. Gli Academy Awards saranno consegnati il 2 marzo 2014, una cerimonia che seguiremo e commenteremo come sempre in diretta insieme a voi.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Batman – La serie non sarà Gotham Central, ma uno spin-off su Gordon 18 Aprile 2021 - 19:00

Ed Brubaker rivela che l'annunciata serie per HBO Max, spin-off di The Batman, non sarà un adattamento di Gotham Central, ma avrà James Gordon come protagonista.

Zack Snyder’s Justice League – Ecco il concept art di Kilowog 18 Aprile 2021 - 18:00

Jerad S. Marantz ha svelato il suo concept art per Kilowog in Zack Snyder's Justice League, dove la Lanterna Verde appare in un cameo.

Shang-Chi – La pagina Twitter è stata aggiornata, i fan sperano nel trailer 18 Aprile 2021 - 17:00

Il profilo Twitter di Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings è stata aggiornata, e i fan sperano che la Marvel sveli il primo trailer.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.