Condividi su

18 gennaio 2014 • 17:00 • Scritto da Redazione SW

Le buone maniere al cinema e l’antipirateria in due divertenti video giapponesi

"Eiga dorobo - ladro di cinema"e "Fujiko delle buone maniere" sono due mini video proiettati nelle sale cinematografiche giapponesi per invitare gli spettatori al rispetto dell'etichetta e per combattere la pirateria, molto popolari, di solito li si vede prima della proiezione dei film.
Post Image
0

eiga_doroubo_opt

Il Giappone è famoso per le sue buone maniere e l’etichetta, chi si sia recato almeno per una volta nel paese asiatico sarà probabilmente rimasto colpito da come la gentilezza di facciata e la cortesia nella sfera pubblica diano forma alla società nipponica. Si tratta di abitudini che sono dei precipitati culturali nati anche da esigenze molto pratiche, in un territorio dove le montagne ricoprono quasi il settanta percento dell’arcipelago e le pianure erano un tempo usate prevalentemente per la coltivazione del riso, gli agglomerati urbani non potevano che essere densamenti popolati. Ora questa cultura dell’etichetta e delle buone maniere che ha permesso e permette un certo livello di quieto vivere, ha anche il suo corrispettivo nelle sale cinematografiche, in questi ultimi anni sono stati numerosi i video realizzati, anche con molta ironia, e proiettati nelle sale per invitare gli spettatori ad un comportamento rispettoso. Eccone uno abbastanza divertente e, benchè in giapponese, comprensibile:

Un’altra preoccupazione che ha poi negli ultimi decenni invaso il mondo del cinema è quella relativa alla pirateria, mai come adesso fiorente grazie anche alle nuove tecnologie leggere e difficili da scoprire. Da una decina di anni a questa parte, una serie di video poiettati nei cinema prima dei film vede come protagonista un uomo-videocamera impegnato a riprendere dentro la sale e scoperto dalla polizia. Questo spezzone ne unisce tre variazioni a cui recentemente si è aggiunto anche uno spot contro il download illegale di film via internet:

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *